A trip in …Vicenza Musei 2014

Sabato 17 maggio 2014 al via la nuova e nona edizione della Notte dei Musei, un’iniziativa che nasce a livello europeo e che unisce tutte le realtà museali cittadine. La serata ha inizio alle ore 21 e proseguirà fino alle ore 24 (ultimo ingresso alle ore 23.30), con una serie di iniziative che uniranno tutto il centro storico: i musei civici quindi dal Teatro Olimpico, la Pinacoteca di Palazzo Chiericati, il Museo Naturalistico Archeologico e il Museo del Risorgimento e della Resistenza, si è previsto l’accesso gratuito con la possibilità di accedere alla terrazza Superiore della Basilica Palladiana.

Poi il Museo della Scienza e della Tecnica dell’Istituto Rossi.

Ancora il Museo Storico Naturalistico del Seminario Vescovile con la possibilità di visitarne le collezioni.

Il Palladio Museum

Al Museo Diocesano di Vicenza sarà possibile partecipare alle visite guidate dedicate alla mostre di illustrazione previste nei seguenti orari: 21, 22 e 23. La mostra dal titolo La narrazione. Molti hanno posto mano a stendere un racconto (Lc 1,1), in cui si potranno vedere le opere originali di illustratori che hanno collaborato con Edizioni San Paolo per la realizzazione di libri su racconti biblici. Una sezione è anche riservata alle opere dei giovani illustratori che si sfidano per il concorso “Ester regina di libertà”.

Presso le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari invece sono previste moltissime attività. Il Museo ospita l’esposizione Pagine imperdibili, la mostra ospita libri di diversi generi, creati dai ragazzi delle scuole della città con le relative illustrazioni. La mostra è realizzata in collaborazione con l’Assessorato della Formazione del Comune di Vicenza e Ufficio Scolastico provinciale di Vicenza. Due percorsi narrativi dedicato alla storia del Palazzo, I muri raccontano e A casa di Apollo ed Ercole. L’attività è consigliata a bambini dai 3 ai 7 anni  e sarà su prenotazione al numero verde 800.578875, è un appuntamento alle ore 21. Sempre alle ore 21 la fiaba musicale dal titolo Il giorno in cui la mucca starnutì, tratto dal romanzo di James Flora in collaborazione con le scuole d’infanzia ed il Liceo Musicale Pigafetta. Mentre alle ore 22 e 23 visite guidate al Palazzo e alle collezioni permanenti riservate agli adulti!

La Notte dei Musei 2014 si svolge in concomitanza con la chiusura dell XIX edizione del Festival New Conversation Jazz e quindi è in programma un’esibizione itinerante della Sauro’s Band con partenza dalle ore 21 dal Museo del Risorgimento e della Resistenza per passare lungo il centro della città, Piazza Matteotti, Piazza Duomo, Contrà Porti e Contrà Santa Corona!

Pubblicità

Nuda Veritas per i classici contro #3

classici controUltimo giorno in questo viaggio nel mondo dei classici con ben tre appuntamenti. Sabato 12 aprile alle ore 10.30 presso Palazzo Leoni Montanari per andare con l’eroe ne Il viaggio degli eroi. Mario Lentano (Università di Siena) parla di Omero bugiardo, Enea il rinnegato e l’ambigua verità del mito; Donatella Puliga (Università di Siena) Viaggiatori di ieri e di oggi alla ricerca della “vera” Grecia; Federica Giacobello (Università di Milano) Il viaggio dell’eroe. Gli eroi nell’immaginario figurativo greco.

Pausa per poi riprendere nel pomeriggio alle ore 17, sempre a Palazzo Leoni Montanari. Andrea Rodeghiero (Università di Verona) parlerà di Tragiche verità; Francesca Romana Berno (Sapienza Università Roma) e parlerà di Verità e finzione (tra Epicuro, Lucrezio, Seneca).

La sera alle ore 20.30 appuntamento al Teatro Olimpico con la conclusione di questa edizione di Classici Contro.

Filippomaria Pontani (Università Cà Foscari) Il nudo arido vero; Nikos Moshonàs (Università di Atene) La Verità della storia. Coclude il poeta Titos Patrikios da Atene con La verità attraverso la poesia. Infine Rebetika regalerà Canti d’amore di protesta a cura di Ghiorgos Pelidis.

Per la serata al Teatro Olimpico la prenotazione è obbligatoria, potete effettuarla scrivendo a dani.caracciolo@gmail.com

Nuda Veritas per i classici contro #2

Secondo giorno di “lavori” vicentini, venerdì 11 aprile alle ore 17 la giornata comincia proprio a Palazzo Leoni Montanari e si parlerà di immagini della verità.

Comincia Augusto Gentili (Università Cà Foscari di Venezia) con Nude verità e menzogne (tra)vestite nella storia delle immagini; segue Fabrizio Borin (Università Cà Foscari di Venezia ) il cinema e la verità del falso, ovvero la querelle della rana e dello scorpione.

Il secondo appuntamento è previsto per le ore 20.30 al Teatro Olimpico con l’incontro dal tema Alla ricerca della verità con Augusto Gentili che parlerà de La verità delle filosofia; mentre Alessandro Fo (Università di Siena) di Variazioni dal vero (di poeti latini). Conclude Riccardo Orides con La verità e la lotta.

La serata si conclude con Quaerendo ivenietis, prologo e interludi musicali a cura di Angelo Mariani, camerata strumentale dell’Università di Salerno.

Per gli incontri al Teatro Olimpico è necessario prenotare scrivendo all’indirizzo mail dani.caracciolo@gmail.com

classici contro

Catartico teatro

Una nuova edizione per interrogarsi, sul ruolo del teatro attraverso tutti i media che girano attorno, carta stampata, blog, riviste on line. L’ottava edizione del Laboratorio Olimpico, il 25, 26 e 27 ottobre e affronterà due temi principali e l’occasione di vedere uno spettacolo teatrale che aprirà la stagione di Theama Teatro.

Ma andiamo per ordine. Il 25 ottobre si comincia con la CATARSI convegno internazione sul teatro che cura. Si inizia la mattina presto alle 9 presso l’Odeo del Teatro Olimpico, presiede Clelia Falletti.

L’introduzione a cura del Vicensindaco Jacopo Bulgarini D’Elci, Luigi Franco Bottio Presidente dell’Accademia Olimpica di Vicenza e Roberto Cuppone Direttore del Laboratorio Olimpico.

Interverranno Gabriele Sofia dell’Università di Roma La Sapienza che parlerò di Teatro e Neuroscienze nel Novecento;

Franco Perrelli dell’Università di Torino con l’intervento sul tema Alcune riflessioni sulla mimesi di Platon e di Aristotele;

Jean Marie Pradier dell’Università Paris VIII in videoconferenza da Parigi parlerà sul tema L’idéal cathartique et l’antropologie des émotions;

Antonio Attisani dell’Università di Torino in L’origine avvenire;

Antonio Porcheddu in collagamento con il Teatro Valle occupato a Roma parlerà de Le occupazioni come forma di teatro terapeutico.

Chiuderà la mattinata di lavori Jonathan Hart makwaia in videoconferenza da New York, attore del Roy Hart Theatre.

Si riprende il pomeriggio alle ore 15, presiede Franco Perrelli.

Inizia Roberto Rinaldi di Rete Critica che ci parla de L’utilizzo del teatro come strumento terapeutico. I benefici nel disagio psichico. 

Poi sarà la volta di Giuseppe Longo dell’Università di Venezia con “Le misteriose farfalle dell’anima”: i neuroni e la lettura del testo letterario.

Successivamente Clelia Falletti dell’Università di Roma La Sapienza Di che stoffa è fatto il teatro? Spettatri di ieri e oggi

Poi Gian Pietro Feltrini dell’Università di Padove e dell’Accademia Olimpica con Vedere, fare, rivivere: le nuove frontiere della diagnostica del pensiero.

Si conclude con Marco De Marinis dell’Università di Bologna con Teatro che cura e/o cura di sé: ancora Grotowski e il segreto del Novecento teatrale. 

Seguirà la comunicazione degli operatori e la sera alle ore 21, lo spettacolo Not History’ bones a poetry concert. Lo spettacolo apre l’Ottava stagione di teatro Spazio Bixio, uno spettacolo concerto che esplora la musica contemporanea, partendo dalla ricerca condotta dal Workcenter sulla diaspora africana. Il repertorio creato da Allen Ginsberg, poeta americano che traendo spunto da stili musicali diversi ha composto tutte le canzoni.

Il workcenter è stato fondato nel 1986 da Jerzy Grotowski e Thomas Richards, incentrandolo sul progetto arte come veicolo. Oggi il gruppo di ricerca è composto da 18 artisti in 9 paesi e da qualche anno, una parte del gruppo è diretto da Mario Biagini con un Open Program che porta in tutto il mondo e ora per la prima volta al Teatro Olimpico.

Biglietto intero 12, ridotto 10 (under 30 over 60), presso il botteghino del Teatro Olimpico (stradella del Teatro Olimpico), oppure in prevendita presso il Teatro Spazio BIxio inVia Nino Bixio 4, Tel. 0444 322525 (lun-ven 10-18) www.theama.it!

Il ciclo dei classici anche al cinema

Il 66° ciclo di spettacoli classici approda anche al cinema per una mini rassegna di film d’autore. Infatti i registi che propongono al pubblico il loro linguaggio declinato in forma teatrale, hanno, chi più, chi meno, sperimentato anche la regia cinematografica.

Si conosceranno nella Sala del Ridotto attraverso tre appuntamenti, tutti a settembre. Il primo è previsto per il 23 settembre alle ore 20.45 dal titolo Amore Carne, di Pippo Delbono, un film presentato nel 2012 al Festival di Venezia, tra le particolarità della pellicola, il fatto di essere stato girato con il cellulare! Vi lascio al trailer. 8 euro.

Il secondo film è tratto dall’opera di Rossini La pietra del paragone, in visione il 25 settembre alle ore 20.45, di Giorgio Barberio Corsetti, intitolato appunto La pietra del paragone. 5 euro.

Il terzo e ultimo appuntamento è invece per venerdì 27 novembre alle ore 20.45 con La logica delle cose per la regia di Andrea Baracco. 8 euro.

la prevendita presso le filiali della Banca Popolare di Vicenza, gli sportelli del teatro stesso o in prevendita e in caso non esauriti.

 

Silent Play e Openights: al centro l’estate

Seconda settimana ( o terza se si contano anche le giornate di mercoledì 10 e sabato 13), ricca di appountamenti per coloro che passano le vacanze in città o che devono ancora partire.

I primi appuntamenti sono per mercoledì 24 e venerdì 26 luglio con un Silent Play, Le voci della Basilica, sono previsti tre diversi orari, 18, 20 e 22, l’evento è organizzato da La Piccionaia – I Carrara. Costo 4 euro.

Venerdì 26 è anche il giorno del secondo appuntamento a Palazzo Leoni Montanari (Contrà Santa Corona 25), dell‘Openight con il gruppo vocale Summer Voices della Schola di San Rocco. Potete anche partecipare alle ore 20 ad una visita guidata al costo di 5 euro, con il concerto 10 euro, oppure solo il concerto 5 euro. La modalità di prenotazione rimane invariata: potete contattare il num verde 800 578875. Oppure la Società del Quartetto al 0444 543729 Con il concerto è offerto anche un drink.

Sabato 27 un altro Silent Play, intitolato Pietre che parlano e partirà da Casa Cogollo, al costo di 4 euro. Tre orari 17 – 19 e 21. Per prenotazioni chiamate l’Ufficio del Teatro Astra al 0444 323725 oppure passando all’ufficio in Stradella Barche.

La sera di sabato invece un nuovo Openight al Teatro Olimpico. Qui le visite guidate sono proposte in due orari, alle 18.30 e alle 19.30, sempre al costo di 5 euro e alle 21 il concerto di Standard Jazz Trio, Michele Polga sax tenore, Marco Palmieri al contrabbasso e Lorenzo Bonucci alla batteria. In concerto al costo di 5 euro più drink. Visita guidata + concerto 10 euro. Per la prenotazione contattate la Società del Quartetto allo 0444 543729.

Chiudiamo con domenica 28, con un nuovo appuntamento con le Voci della Basilica. La domenica anche alle ore 11 e poi alle 18 – 20 e 22.