I meet you… if you want

Con l’avvio della nuova stagione si apre anche un nuovo anno fatto di residenze artistiche. Un progetto che mira a far conoscere ad un pubblico vasto le ricerche delle nuove frontiere della danza e del teatro.

La prima restituzione pubblica della stagione è in programma il 15 novembre alle ore 18.30 presso la Sala del Ridotto del Teatro Comunale Città di Vicenza con I meet you…if you want di Andrea Gallo Rosso, che ha curato il concept e la coreografia. Sarà eseguita da Andrea Gallo Rosso e Manolo Perazzi. Si indagherà la completezza della persona in relazione con gli altri. All’interno delle dinamiche sociali e anche nel rapporto amoroso.

Progetto Finalista al Premio Equilibrio Roma 2014.
teatro comunale vicenza
Annunci

Facciamo come FAN TUTTE…

Seconda data di aprile per vedere gli spettacoli d’opera di qualità comodamente al cinema vicino casa.

Il 29 aprile alle ore 19.30 in diretta dal Metropolitan Museum di New York, l’opera in due atti di Wolfang Amadeus Mozart Così Fan Tutte, in due atti e cantata in italiano.

Il framma giocoso fu commissionato dall’Imperatore Giuseppe II di Asburgo Lorena. La prima rappresentazione ed ebbe luogo a Vienna nel gennaio 1790, il libretto è composto da Lorenzo Da Ponte, il quale prese spunto da Le Metamorfosi d’Ovidio e da La Grotta di Trofanio di Giovanni Battista Casti.

Due giovani ufficiali vengono provocati da Don Alfonso, facendogli dubitare della fedeltà delle rispettive fidanzate, dichiarando che non esiste la fedeltà femminile. Il furbo Don Alfonso vuole dimostrare perciò la sua tesi mettendo alla prova le due giovani attraverso un tranello. Cosa succederà?

Biglietto intero 12 euro, ridotto 10 euro (per gli over 65 under 30 i convenzionati e i gruppi con un minimo di 10 persone e gli abbonati TCVI. Prevendita su www.tcvi.it oppure prenotando allo 0444 324442 o presso gli sportelli della Banca Popolare di Vicenza.

teatro comunale vicenza

Voglio la vita come la Bohème

Martedì 8 aprile alle ore 19.30 nuovo appuntamento con l’opera al ridotto del Teatro Comunale città di Vicenza.

Tocca alla Bohème opera di Giacomo Puccini, con libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica.  Prevede quattro atti è cantata in italiano. l’opera sarà trasmessa dal metropolitan di new York ( in programma lì il 5). Direttore d’Orchestra Stefano Ranzani, regia di Franco Zeffirelli che ha curato anche la scenografia. Il cast è composto da Anita Hartig, Susan Philips e Vittorio Grigolo.

La storia è ambientata in una Parigi del 1830, nella soffita animata da quattro giovani che conducono una vita gaia e senza impegni. Al centro della storia, due coppie, la prima formata da marcello e Musetta e la seconda da Rodolfo e Mimì.

Biglietto intero 12, ridotto 10. Biglietteria online

teatro comunale vicenza

Musica al ritmo di Haru No Kaze

Nell’ambito del Festival di Primavera Haru No Kaze, un concerto per immergersi nelle suggestioni del Giappone. La bellezza del Giappone e noi è un appuntamento con la musica per shakuhachi (flauto in bambù tradizionale giapponese) shihan con Fiore De Mattia mentre il relatore sarà R. Sallustio. Il concerto sarà al Teatro Comunale Città di Vicenza, sala del ridotto alle ore 20.45, ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria del posto online www.tcvi.it o presso la biglietteria del Teatro Comunale in Viale Mazzini 39.

teatro comunale vicenza

Un bel dì vedremo al ridotto

Martedì in diretta dal Teatro Regio di Torino alle ore 20 nella sala del ridotto del Teatro Comunale Città di Vicenza potrete assister alla Madama Butterfly, grande opera in due atti e cantata in italiano del Maestro Giacomo Puccini. Dirige Amarilli Nizza, Massimiliano Pisapia e Alberto Mastromarino il regista Damiano Micheletto.

L’opera con libretto di Giuseppe Giacosa, è ambientato alla fine del secolo scorso in Giappone e Butterfly è una geisha quindicenne che va in sposa ad un ufficiale della marina americana. Ma una volta che questi è richiamato in America, non esita a lasciarla, ma la donna non riesce a dimenticarlo anche per l’arrivo di un figlio!

12 euro intero, 10 ridotto (over 65 under 30, convenzionati, gruppi di 10 persone, abbonar TCVI). Prevendita presso la biglietteria online

teatro comunale vicenza

Residenza presso il Teatro Comunale

La ricca offerta teatrale si apre anche alla danza, come non ricordare del resto il ricco calendario di eventi previsto per la rassegna Luoghi del Contemporaneo.

Ma venerdì 31 gennaio ore 19, presso il Teatro Comunale Città di Vicenza, possiamo scoprire la residenza artistica che vede protagonisti con il progetto V O R Tiziana Bolfe e Matteo Maffesanti. Con l’ideazione e i performerTiziana Bolfe Briaschi e Matteo Maffesanti. Musica originale di Davide Pachera, in scena vedremo Tiziana Bolfe Briaschi, Matteo Maffesanti, Davide Pachera, con i costumi di Francesco Basso, lighting design di Jeroen De Boer e supporto artistico di Nicole Seiler.

Lo spettacolo è realizzato con il sostegno di 2013 CSC Centro per la scena contemporanea di Bassano del Grappa – Associazione Culturale Artedanza Thiene – Teatro Nucleo Ferrara 2014 – Teatro Comunale di Vicenza.

V O R è l’acronimo di Very High Frequency Omnidirectional Radio Range, ovvero la posizione istantanea di un punto in moto nek tempo ed è attualmente utilizzato nel linguaggio di orientamento di chi viaggia nelle aerovie.

L’ingresso è libero ma con prenotazione obbligatoria, si può effettuare o chiamando la biglietteria del Teatro Comunale, attraverso il sito e la biglietteria on-line, augurandovi di essere più fortunati di me!

Ecco il link veloce…clic!

teatro comunale vicenza

Gioielli del Grande schermo

A gennaio nuovo appuntamento con il balletto proiettato al cinema! Domenica 19 gennaio alle ore 16, in diretta dal Teatro Bolshoi di Mosca, con Jewels, balletto in tre atti composto da Esmeralds, Rubies e Diamonds con la coreografia di George Balanchine con l’Orchestra del Blshoi e il suo corpo di ballo. Lo spettacolo debutta per la prima volta nel 1967 a New York. Il famoso coreografo trovò l’ispirazione passeggiando sulla Quinta Strada, meta di shopping di lusso con le sue gioiellerie. Il trittico rende omaggio alle grandi scuole di danza che avevano influenzato il percorso di Balanchine, in particolare il Teatro Marinski in cui aveva svolto il suo apprendistato:

Smeraldi: un omaggio poetico alla scuola romantica francese con tutù lunghi;

Rubini: erede della tradizione americana e dei musical di Broadway;

Diamanti: espressione pura della danza russa.

Le musiche di Gabriel Fauré, Igor Stravinsky, Cajkovskij.

Biglietto intero 15 euro, ridotto 12 (over 65 under 30) 9 euro per gruppo e convenzionati.

teatro comunale vicenza

Il Bolshoi è un po’ più vicino a noi

Ancora una volta il cinema ci permette di andare lontano e di tornare indietro con il tempo.

E nella sala del Ridotto del Teatro Comunale andrà in schermo Spartacus il balletto del Teatro Bolshoi. La rapprensentazione risale al 1956, con la prima rappresentazione a Mosca con il coreografo Igor Moiseyev, che non riscosse molto successo, mentre nella versione di Yuri Grigorovich, risalente a dieci anni dopo la situazione cambia e Spartacus diventa popolare in tutto il mondo, con repliche nei maggiori teatri.

Il balletto consta di quattro atti e nove scene, con la musica di Arom Khatchaturian il libretto di Nicolai Volkovi, la coreografia di di Leonid Jacobson e la scenografie di Valentina Krodasevich. Durante la serata del 20 ottobre alle ore 17, rivedremo la versione del ’68 con Vladimir Ekaterina Maximova, Marius Liepa, Nina Timofeyeva.

Il balletto si basa su una storia epica, quella dello schiavo Spartacus, di sua moglie Frigia e del suo antagonista, il generale romano Crasso. Spartacus incita gli schiavi alla rivolta contro i romani ma alla fine soccomberà!

Ma perchè il Teatro Bolshoi è così famoso, anche per chi non possiede neppure un’infarinatura di teatro? Il Teatro così chiamato sarebbe, anzi è, il nome russo di Grande Teatro (poco romantica come spiegazione). Fu progettato dall’architetto Giueseppe Bove sulle ceneri del vecchio costruito nel 1780 e distrutto da un’incendio nel 1805. Il concorso in realtà fu vinto da Andrei Mikhailov, ma visto il costo eccessivo, Bove lo modificò. Il nuovo Grande Teatro fu inaugurato nel 1825 con un balletto. Fino al 1840 saranno rappresentate soltanto opere russe e nel 1853, a seguito di un nuovo incendio che casusò danni alle strutture, il nuovo progetto viene affidato all’architetto italo-russo Alberto Cavos. Nel corso della rivoluzione e in periodo staliniano era stato mutilato di tutte le decorazione che facessero ricordare il passato zarista. Ma nel 2005 un nuovo lungo lavoro di restauro, fino al 2011 ha riportato il Teatro agli antichi fasti.

Biglietto intero 15 Ridotto per over e under 12 e convenzione per gruppi 9 euro.

Domenica 20 ottobre, prevendita su clic, oppure presso il botteghino del teatro o presso le filiali della Banca Popolare di Vicenza.

Jazz memorial per il Marchese

A più di quattro anni dalla scomparsa, il Marchese Giuseppe Roi, rimane sicuramente una persona molto rimpianta in città, perchè grazie ad un occhio esperto (nonché a possibilità economiche evidentemente), ha dedicato la sua vita a Vicenza e a promuovere un patrimonio forse troppo ricco per poter essere gestito, è stato suo il merito dell’inserimento della città tra i luoghi protetto dall’Unesco!

Nel 1988 fonda a Fondazione Roi, finalizzata alla promozione di eventi legati al sociale e all’arte. E proprio per rinnovare il grande legame e il grande debito che la città ha nei suoi confronti, sabato 5 ottobre 2013, al Teatro Comunale Città di Vicenza sono stati organizzati due momenti musicali.

Il primo si terrà nel pomeriggio, alle ore 17.30,  nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale, con Steve Grossman al sax, nel quartetto, Danilo Memoli al pianoforte e il contrabbassista Stefano Senni e il batterista Mauro Beggio. Un’onore per gli appassionati, vedere e sentire uno dei sassofonisti più famosi al mondo. A meno di vent’anni, nel 1969 fu chiamato da Miles Davis. Propone un repertorio che spazia dall’hard pop fino alla fusion.

Alle ore 21, nella Sala Grande il concerto di All Star Celebration of Lionel Hampton. Al centro Jason Marsalis (1977), figlio d’arte, è considerato uno dei talenti più interessanti, la voce solita Kevin Mahogany, definito il cantante jazz di maggiore spicco della sua generazione

Il costo del concerto è di 25 euro ed già in prevendita sul sito del Teatro Comunale e nelle Agenzie della Banca Popolare di Vicenza.

Veermer in diretta

Ritorna il cinema dedicato all’arte, ma l’arte delle grandi mostre lontano spesso, troppo lontane, da noi!

L’appuntamento è con Vermeer nella mostra evento alla National Gallery di Londra, ma non limitandosi a raccontare la mostra e le opere esposte, ma uno sguardo ampio sulla figura del grande artista, con riprese che ci porteranno nei suoi luoghi!

Appuntamento il 10 ottobre alle ore 20 nella sala del ridotto del Teatro Comunale Città di Vicenza eccovi il link per la prenotazione, ma sapete che è altrettanto possibile ritirare i biglietti presso gli sportelli della Banca Popolare di Vicenza o direttamente al botteghino, dove non esauriti.