Recoaro: scopriamo la vita del soldato

Al via il primo appuntamento di luglio con le iniziative di Musei a cielo aperto, dedicato alla Grande Guerra.

Sabato 12 luglio a Recoaro Terme con Museo sulla vita del soldato e anello di Campogrosso. Si analizzerà Recoaro come linea di confine attraverso i grandi mutamenti che la zona ha avuto. Oggi ospita un museo dedicato alle testimonianze della Prima Guerra Mondiale.

La giornata inizia alle 9.30 con il ritrovo in Piazza Amedeo Savoia Aosta, c/o l’Ufficio IAT e visita al Museo della Vita del Soldato.

Alle ore 11.30 con mezzi propri arrivo nei pressi del percorso Anello di Campogrosso

Dalle 12.30 alle 14.30 pausa pranzo con Gnocchi con la fioreta. acqua e dolce.

Alle 14.30 visita accompagnata per la piana di Campogrosso, teatri di aspri appuntamenti: si potranno osservare da un lato le testimonianze del Primo Conflitto Mondiale ma anche gli aspetti naturalistici.

Ore 17 rientro.

Quota di partecipazione 5 euro (per i bambini fino agli 11 anni) 10 euro (adulti)  pranzo incluso, gli extra sono a carico dei partecipanti.

Leggere con attenzione:

Per partecipare è necessaria la prenotazione scrivendo a info@museialtovicentino.it. Nella mail è necessario indicare nome e cognome, numero di telefono e l’evento al quale si vuole partecipare, numero di adulti e di bambini. Si raccomanda un abbigliamento idoneo.

In caso di maltempo l’evento verrà rimandato. A seguito dell’iscrizione riceverete una mail di conferma.

musei a cielo aperto

 

Alla scoperta delle industrie

Alla scoperta, come Indiana Jones, per due giorni ci sentiremo come un vero e proprio archeologo alla scoperta delle affascinanti testimonianze del passato industriale di Schio.

Durante il Festival Città Impresa, il Comune di Schio organizza itinerari di visite guidate gratuite ai tesori di archeologia industriale della città, saranno oggetto della visita i seguenti luoghi: Lanificio Conte, Fabbrica Alta, area ex-Lanerossi, Giardino Jacquard, Quartiere Operaio, Teatro Civico di Schio.

Ecco gli orari:
 Sabato 12 aprile: ore 11
 Sabato 12 aprile: ore 16
 Domenica 13 aprile: ore 15

Le visite hanno la durata di circa 1 ora e 30 minuti. Per partecipare alle visite (massimo 20 persone per ciascun gruppo) è richiesta la prenotazione presso:IAT Ufficio Informazioni e accoglienza turistica di Schio
Tel. 0445/691392
Email: iat.schiovalleogra@provincia.vicenza.it
Orari di apertura ufficio: 9.00-13.00; 14.00-18.00, tutti i giorni

Partecipazione libera

IMG_3989

Parole a confine/7

Siamo quasi giunti alla fine di questa rassegna che ha fatto parlare l’Alto Vicentino.

Venerdì 11 aprile una nuova presentazione di libri con Rossella Milone che parla al pubblico si Carrè del libro Poche parole moltissime cose.

Una storia intima e dal respiro della favola.

Appuntamento a ingresso libero a Carrè al Centro Culturale Caradium alle ore 20.45

parole a confine

Dal DO al SOL tutto in maggiore

Sono passate poco più di due settimana da quando ho messo il piede per la prima volta al Teatro Civico di Schio. In pieno cantiere, con molte scelte da fare ed elementi da montare… ma il posto è talmente pieno di fascino che non importa se tutto non è perfettamente a posto, siamo felici di poter gioire con un’intera comunità che si vede restituito un pezzo importante del proprio passato.

Ore 17 apertura ufficiale e prove aperte del concerto serale, bloccata a Vicenza per lavoro. Ma conto nella serata che avrà inizio alle ore 21. Godendomi tutta l’adrenalina che precede un evento importante, si concretizzano dieci anni di duro lavoro, volto a ritornare in possesso di un luogo unico nel suo genere. Prendiamo finalmente posto, palchi di primo ordine, finalmente posso scoprire questo luogo, protetti e al contempo testimoni del brulicare di persone, posso soffermarmi sui tanti piccoli particolari che rimangono della decorazione originale!

Prima dell’inizio del concerto discorso del Primo Cittadino Luigi Dalla Via che ringrazia tutti coloro che durante questo lungo periodo si sia dato da fare, ribadendo che le opere non sono terminate!

Ma alla fine il primo obiettivo da raggiungere è compiuto, aprire ad un pubblico maggiore di 99 persone come il periodo di Lotto 0, e adesso anche grazie all’energia del pubblico il Teatro non potrà far altro che prosperare!

L’Orchestra dell’Accademia Musicale di Schio, tra i musicisti anche persone conosciute, ma si i musicisti dell’Ensemble Musagète che sono in residenza a Palazzo Leoni Montanari! Dirige Filippo Maria Bressan, la sua carriera da direttore,  dirigendo i Cori e l’Orchestra sia dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il Coro del Teatro La Fenice di Venezia e in altre città italiane! Per l’occasione partecipano a questo evento anche tre artisti solisti riconosciuti e acclamati da un pubblico internazionale. Domenico Nordio, volinista e direttore d’orchestra ha suonato in tutto il mondo, nei teatri più importanti e accostandosi ad altrettante filarmoniche e orchestre di grande richiamo internazionale, la Filarmonica di San Pietroburgo, Orchestre di Stoccarda, Madrid, Santa Cecilia, Lugano e Sofia, tanto per citarne alcuni. La violoncellista Maja Bogdanovich, giovanissima è già un’artista di respiro internazionale, ha studiato presso il Conservatorio di Parigi, avendo la possibilità di unirsi a orchestre e quartetti. Pietro De Maria pianista di pari livello, si è esibito in veste di solista con numerose Orchestre con un repertorio vasto. All’attività di musicista affianca quello di docente presso la Scuola di Musica di Fiesole e presso l’Accademia di Musica di Pinerolo.

La prima parte del concerto prevede l’esecuzione dell’Ouverture de Il Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini;

Di Ludwig Van Beethoven concerto per violino, violoncello e pianoforte in do maggiore, op.56 “Triplo Concerto” I Allegro, II Largo, III Rondò alla polacca

Intervallo

Durante l’intervallo ho colto l’occasione per visitare meglio il Teatro che ci ospitava, e insieme ad un complice di “scorribande” Elvezia Allari, siamo andate a curiosare un po’ e vedere delle zone molto gustose, i camerini!!! La mia amica Elvezia è stata l’ideatrice e la creatrice degli allestimenti dei camerini d’artista e del Foyer del Teatro e allora perché non sbirciare! Cogliendo un po’ di sorpresa l’Orchesta e gli artisti ormai in relax dopo il loro momento, ma che emozione vedere il dietro le quinte e vedere dall’alto il palcoscenico e una parte di platea, non mi stancherei mai!

Ma bisogna ritornare la seconda parte del concerto ha inizio!

Mandelssohn con la Sinfonia n. 4 il la maggiore, op.90 Italiana, I Allegro, II Andante con moto, III con moto moderato, IV Saltarello. Presto..

Che emozione, che suoni, che toccano le corde dell’anima!

La prima, spero di molte altre serate per scoprire le tante arti che possono prendere vita sul palcoscenico, del Teatro Civico è terminata, ma prima in alto i calici e nuova lunga vita!

IMG_4353 IMG_4342 IMG_4343 IMG_4344 IMG_4345 IMG_4346 IMG_4349 IMG_4349 IMG_4356 IMG_4357 IMG_4360 IMG_4374

 

Sinfonia per una riapertura

Dopo aver parlato, nel post dedicato della tanto attesa riapertura del Teatro Civico di Schio, dopo averne tanto parlato e scritto, ma finalmente ci siamo, si riapre!

Sabato 29 marzo alle ore 21 il Concerto Simfonico di Apertura con l’Orchestra dell’Accedemia Musicale di Schio. Con Filippo Maria Bressan come direttore, Domenico Nordio al violino, Maja Bogdanovich al violoncello, Pietro De Maria al pianoforte. Con musiche di Rossini, Beethoven, Mandelssohn.

Un evento di grande riappropriazione da parte della comunità che finalmente potràè riapplaudire all’interno di questo spazio, dopo cinquant’anni. I brani proposti si caratterizzano per un respiro europeo e tutte frutto del clima del Primo Ottocento. La grandiosità stilistica ed espressiva della prima parte del concerto lascia il posto, nella seconda, all’Orchestra Musicale di Schio. Il direttore Filippo Maria Bressan condurrà tre interpreti, già citati sopra, che sono conosciuti a livello internazionale.

Biglietti: 35 euro per posti di Platea, Palchi del primo ordine, prima fila di galleriasecondo ordine; 25 galleria secondo ordine, 20 euro posti aggiunti ai palchi.

La biglietteria apre il 28 marzo a Palazzo Fogazzaro (Via Fratelli Pasini 44) dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13. Il 28 marzo dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 18.30.

IMG_3989

 

Parole a confine 10/1

Alla fine di marzo e precisamente dal 29 al 12 aprile 2014. prende il via la decima edizione di Parole a Confine nei comuni di Caltrano, Carrè e Chiuppano.

Appuntamenti diversi che proporranno al pubblico musica, nuovi libri, arte. Lo scibile umano e nel pieno della tanto sospirata primavera.

Il primo appuntamento è previsto per sabato 29 marzo alle ore 20.45 con Stralunato Recital con una delle voci più belle della musica italiana, Antonella Ruggiero. Durante il concerto la cantautrice toccherà i suoi più grandi successi, contaminando la nostra musica con echi e sonorità diverse: indiana, africana, le atmosfere di Broadway e suggestioni della musica italiana fra le due guerre. La cantate sarà accompagnata al pianoforte da Mark Harris.

Appuntamento per il 29 marzo alle ore 20.45 presso l’Auditorio delle Scuole elementari. Biglietto intero 12 euro, ridotto 6.parole a confine

Usciamo!!! Tempo di primavera

È primavera… svegliatevi bambine
alle cascine, messere Aprile fa il rubacuor.
E a tarda sera, madonne fiorentine,
quante forcine si troveranno sui prati in fior

sono proprio antica, ma quando sento Primavera non può non venirmi in mente questa canzone, evidentemente ambientata quando la bella Firenze si veste di colori. Ma la primavera, dopo il lungo inverno, è bella ovunque.

Ma puntuale come speriamo la primavera, è la nuova edizione dei Luoghi Aperti del Fai – XXIª edizione delle Giornate di Primavera in cui molti luoghi, solitamente chiusi ci aprono, u n po’ per cambiare aria e permettere a tutti di viverli. Ad accompagnarci spesso giovani studenti per il progetto Apprendisti ciceroni. Ma in provincia di Vicenza cosa ci sarà da riscoprire???

  •  Camminamenti del Castello di Bassano del Grappa, in Piazza Castello Ezzelini, 36061 a Bassano del Grappa, luogo tra l’altro fruibili anche da persone con disabilità fisica. Aperta Domenica 23 marzo dalle 9.00 alle 17.30. Le visite guidate saranno a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico “Brocchi”; dell’Istituto Professionale Statale Agrario “A. parolini”: Istituto Statale “G.A. Remondini”; Istituto New Cambridge di Romano d’Ezzelino, con la possibilità di visita guidata anche in lingua straniera. Visite guidate dalle 9 alle 17.30. I recinti sono paralleli e concentrici intorno al colmo dell’altura ed è databile tra il 998 e il 1150. Eventi collaterali: Domenica 23 marzo alle ore 9.00 con la cerimonia di apertura ufficiale del camminamento, mentre per tutta la giornata, rappresentazione “Vita al Castello degli Ezzelini” a cura delle associazioni Pro loco e Masnada di Pedemonte.
  • Pieve di Santa Maria in Colle, Bassano del Grappa in Piazza Castello Ezzelini. 36061, bene fruibile a persone con disabilità fisica. Aperta Domenica 23 marzo dalle ore 9.00 alle 17.30. Le visite guidate saranno a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico “Brocchi”; dell’Istituto Professionale Statale Agrario “A. parolini”: Istituto Statale “G.A. Remondini”; Istituto New Cambridge di Romano d’Ezzelino, con la possibilità di visita guidata anche in lingua straniera. Visite guidate dalle 9 alle 17.30. Fondata intono al 998, sul colle più alto di Bassano, sui resti di una Pieve incastellata. Per la giornata FAI verranno esposti alcuni pezzi del Tesoro del Duomo.
  • Palazzo Thiene Cornaggia, Thiene, Via Corradini 1. 36016 Thiene, bene fruibile da persone con disabilità fisica. Apertura Sabato 22 marzo dalle 10 alle 18 e Domenica 23 marzo dalle 10 alle 18. Visite guidate a cura di Apprendisti Ciceroni. Il palazzo, risalente alla seconda metà del ‘400 è oggi sede della Biblioteca Civica. Eventi collaterali: Venerdì 21 alle ore 20.45 conferenza sull’architettura dipinta di Vicenza.
  • Appartamento prefettizio nel Palazzo del Governo in Palazzo Nievo, Contrà Gazzolle, 1. Bene fruibile da persone con disabilità fisica. Orario Sabato e Domenica dalle 10 alle 18 con visite guidate degli Apprendisti Ciceroni, visite guidate in lingua inglese. Edificato su disegno dello Scamozzi il palazzo è al centro della città nel suo stile neoclassico. Oggi è sede della Provincia di Vicenza. Eventi collaterali: Venerdì 22 marzo ore 20.45 conferenza sull’architettura dipinta di Vicenza.
  • Chiostro dei servi, Piazza Biade 23. Bene fruibile da persone con disabilità fisica. Orario Sabato e Domenica dalle 10 alle 18, visite guidate a cura di Apprendisti Ciceroni, visite guidate anche in lingua inglese. Edificato nel XV secolo è attiguo alla Chiesa due Servi sul lato orientale di PiazzaBiade. Eventi collateraliVenerdì 22 marzo ore 20.45 conferenza sull’architettura dipinta di Vicenza. 
  • Villa di Cricoli, Strada Marosticana 6, bene fruibile a persone con disabilità fisica. Sabato e Domenica dalle 10 alle 18. Visite guidate con Apprendisti Ciceroni. Visite guidate anche in lingua inglese. Eventi collateraliVenerdì 22 marzo ore 20.45 conferenza sull’architettura dipinta di Vicenza.

imagesMoltissime altri palazzi, ville, chiostri e chiese vi aspettano in tutta la regione basta dare un’occhiata e gordervi una bellissima giornata di Primavera!

 

Nuova vita per Dante

Livello4, associazione culturale presenta una rilettura di Dante.

Proposto qualche tempo fa a Dueville, domani sera venerdì 11 ottobre alle ore 21,  la Vita Nuova, sarà presso il Circolo Mesa (Via Leonardo da Vinci 50, Montecchio Maggiore).

Proviamo a pensare a Dante come un giovane adolescente di oggi, adolescente e che prova a inventare un linguaggio nuovo per conquistare la sua amata.

Di e con Alessandro Sammartin e le musiche di Michele Iuso. 

 

La mia materia è la ghisa

Settembre 2013! Ritorna l’appuntamento con l’arte all’interno degli edifici dell’archeologia industriale che Schio mantiene e valorizza.

I tre appuntamenti in programma, GHISA ART FUSION 2013, non comprenderanno soltanto l’arte contemporanea ma performance e art food! Il tema ispirato di questa edizione è quello che caratterizza il programma culturale di Schio, dal titolo L’altra metà del cielo, dedicata alla donna che lavorava all’interno di quelle fabbriche.

Il primo appuntamento è per Domenica 29 settembre alle ore 18, la location la Fabbrica Saccardo, la fabbrica di fine ‘800 costruita dall’industriale Giuseppe Sacardo, la prima sede in centro storico, fu poi spostata nella zona del Tretto in seguito a un incendio. La produzione comprendeva navette e tubetti di carta e successivamente la produzione di giocattoli di legno, ma fino alla Prima Guerra Mondiale, dopodichè fu ripresa la normale produzione. La particolarità dell’architettura della fabbrica consiste, oltre che nella copertura con gli shed, della presenza delle tipiche colonnine di ghisa e delle turbine idroelettriche.

A interagire con il luogo ci saranno i seguenti artisti:

La fotografa Giulia Pesarin con le sue Piccole cose umane, interessante al proposito quello che ho trovato sull’artista sul blog che vi linko, in cui potrete trovare un chiave per avvicinarvi alle opere della fotografa. Il progetto qui proposto, vede l’ideazione di Elisa Mucchi, Alessandro Passerini e della stessa Giulia Pesarin.

Il momento performativo è a cura del caro collettivo artistico Jennifer rosa, che presenta L’ora, in un’ora il trascorrere della vita, fatto di relazioni tra i singoli e di casualità delle azioni.

Le note, ovviamente di donna, sono affidate al Duo Daffodils, con un repertorio che rende omaggio alle protagoniste femminili della scena musicale tra Otto e Novecento. Con Rossella Vicentini al pianoforte e Valentina Zocca al violoncello.

Oltre che curare il nostro spirito, ci sarà il modo di viziare il nostro corpo con un po’ di buon cibo, con la Tenuta L’armonia.

Ultrasuoni a Valdagno #2

Seconda e ultima giornata con la manifestazione Ultrasuoni.

Proposta dall’Assessorato alle Politiche Giovanili con Progetto Giovani ed i gruppi giovanili Babylonia, Castello ’99 e Nostramjus.

Il pomeriggio di sabato 21 settembre comincia con un incontro molto importante con il Ministro per l’integrazione Cécile Kyenge, sul tema Essere stranieri in Italia: sulla via dei diritti e dell’integrazione.

Alle ore 21 si chiude in suono con le Vibrazioni Brasiliane di Batuque Branko.

Anche oggi, è possibile visitare la mostra Sguardi d’Africa, un’esposizione a scopo benefico a favore del progetto Eugenia Memorial School Children Project. A Palazzo Festari apertura alle 19.30 di venerdì e chiude sabato alle 21 alle 22.30