Il cuore di Schio ritorna a pulsare

Tra gli appuntamenti più attesi dell’estate quello con Pulsart Restart – Contemporary Evolution in cui Schio per una settimana diventa un importante centro dell’arte contemporanea. L’edizione 2014 si differenzia anche per questo, abbandonando la formula week end!

visual-pulsart

Il tema di quest’edizione è RITUAL, inteso nel senso più ampio, come atto sociale e performativo. Numerose le iniziative ma soprattutto i le realtà artistiche che si uniscono a creare un’unico cuore che pulsa di arte! Vediamo giorno per giorno gli appuntamenti dell’edizione e naturalmente le mostre che troveremo per tutta la settimana!

Venerdì 4 luglio

dalle ore 17 si svolgerà l’inaugurazione del Festival:

RITUAL presso lo Spazio Shed di Via Pasubio 99 con un’esposizione di arte contemporanea con una selezione degli artisti emergenti del territorio.

URGE – Spazio Ex Lanificio Conte, Piazza Alvise Conte n.7 con Street Art project.

NTG (No Title Gallery) a Palazzo Toaldi Capra in Via Pasubio 52 “Nella notte: un botto, una stella e poi il nulla. Atto primo: la sfida di Marsia” mostra personale di Graziano G. Meneghin.

VIA PASUBIO PROJECT CORNER, Via Pasubio diventa una zona pedonale, in un un percorso lungo che parte dall’ex Lanificio Conte, toccando lungo il percorso lo Spazio Shed e Palazzo Toaldi Capra con piccoli salottini che ospitano alcuni tra i più interessanti progetti idipendenti: Lahar Magazine, Short Movie Festival, L’identità Aumentata, NTG, Collettivo La Qasba, Veneto Factory, Olivares Cut e Franz Magazine.

L’APPARTAMENTO un progetto di residenza artistica in collaborazione con Dada Project (UK).

Nei vari spazi espositivi ci saranno delle performance; Lungo Via Pasubio Francesca Arri, presso il Lanificio Conte Francesca Cola, Graziano G. Meneghin a Palazzo Toaldi Capra e Marianna Marchioro allo Spazio Shed.

A Palazzo Toaldi Capra la musica inizia alle 21 e fino alle 24 con Let’s Party.

Sabato 5 luglio

Oltre alle mostre che vi ho appena descritto si aggiungono altri appuntamenti, conferenze e dibattiti.

In Piazza Falcone e Borsellino dal pomeriggio e fino alla sera una performance di graffiti e street art a cura di URGE – Urbane Gestures.

Alle ore 18.30 presso l’Ex Lanificio Conte la conferenza Impresa contemporanea: un gesto artistico? se ne parlerà con M.a.c.lab Dipartimento Management Cà Foscari Venezia e presentazione del progetto  Art_Imprendo. Interverranno il Sindaco di Schio Valter Orsi, il docente di Ca’ Foscari Fabrizio Panozzo, Matteo Lavezzo di Project Officina Creativa, Maurizio Zordan di Zordan Group s.r.l.m, Massimo Pupin per Artworks Italy infine Gianluca d’Incà Levis di Dolomiti Contemporanee. Su prenotazione si svolgerà “Una notte allo Shed”.

Domenica 6 luglio

Le attività collaterali della domenica riguardano.

Spazio ex Lanificio Conte alle ore 21 Le ragazze del porno dibattito e presentazione del progetto di cinema erotico al femminile curato da Tiziana Lo Porto. Moderatore Carlo Migotto, direttore generale di Laggo Film Fest.

A seguire After Party presso Skiosko Beer and Garden.

Lunedì 7 luglio

Alle ore 18.30 presso lo Spazio Shed Dance and Health with Parkinson, una lezione di danza aperta a tutti in collaborazione con CSC Centro per la Scena Contemporanea.

Sempre alle ore 18.30 presso l’Ex Lanificio Conte si terrà il seminario dal titolo Arte, marginalità, disabilità : i nuovi confini del welfare. Con Fabrizio Panozzo dell’Università Cà Foscari, la Dott. Alberta Basaglia psicologa e vice presidente della Fondazione Franca e Franco Basaglia, Giovanna Garzotto insegnante di danza, “Dance and Health”, Alberto Leoni Direttore dei Servizi Sociali, ULSS 4 Alto Vicentino, Giuseppe Dal Ben Direttore Generale ULSS 12  Veneziana), Franco Balzi (Sindaco di Santorso), Maurizio Busacca (Università Ca’ Foscari).

Mentre alle ore 22 in una location segreta si assisterà a CORTINFINITI in collaborazione con Lago Film Fest.

Martedì 8 luglio

Alle ore 10.30 lo Spazio Shed ospita un Workshop

Mentre alle ore 22 in una location segreta si assisterà a CORTINFINITI in collaborazione con Lago Film Fest.

Mercoledì 9 luglio

Alle ore 10.30 lo Spazio Shed ospita un Workshop

Mentre alle ore 22 in una location segreta si assisterà a CORTINFINITI in collaborazione con Lago Film Fest.

Giovedì 10 luglio

Skiosko Beer and Garden, dalle ore 19 e fino alle 2 di notte TIME TO PLAY una serata di musica in vinile e design corner.

Venerdì 11 luglio

Ultimo giorno di Pulsart, presso lo Spazio Shed si terrà la chiusura del festival con la presentazione dei lavori degli artisti in residenza.  Mentre a Palazzo Toaldi Capra si terrà il Finissage Party.

 

 

Voglio essere … INTROSPETTIVA

Per tutti gli amici di Schio domani e fino a domenica 25 full immersion di arte! Infatti venerdì inaugura a Palazzo Toaldi Capra la mostra collettiva Introspettiva Art Exhibition che vedrà protagonisti durante il week end gli artisti Erica Dal Maso, Ivana Galli e Marco Greselin.

Per visitare la mostra l’orario stabilito è dalle 16 alle 21! Quindi a Palazzo Toaldi Capra in Via Pasubio 52.

introspettiva

Una, nessuna, centomila donne

Come avevo accennato nel precedente post, il mio tardo pomeriggio scledense non finisce con lo Shed!

Sapevo che a Schio era in corso per tre giornate anche un’altra mostra, ma pensavo di non farcela, già allo Shed sono arrivata alle 18.45, ma la fortuna ha voluto di incontrare proprio lì una delle artiste e avere la possibilità di vedere la mostra!

Direzione Palazzo Toaldi Capra, a pochi metri da dove sono! Qui l’esposizione vede donne che parlano di donne, tutte con linguaggi diversi. E dopo un uomo che vede le donne, anche della sua vita, in maniera maschile, ecco che l’altra metà del cielo viene analizzata nuovamente da donne.

Mi trovo davanti per prima cosa, una scultura, opera di Ivana Galli, che analizza La gabbia dell’essere, il mestiere più difficile che possa esistere!  La scultura è composta da un busto di donna, con tanto di serratura, inserito e al cui bacino è avvinto dalle stecche che ricordano da un lato le ingombranti strutture che torturano le donne fino alla metà dell’800 per dare volume ai vestiti, dall’altro sembra una struttura quasi stellare, per i molti centri di influenza della donna e tante chiavi. Un invito a cercare la giusta chiave per aprire il cuore di una donna. Anche un’altra artista ha utilizzato questa importante struttura per parlare di una condizione femminile, Jana Sterbak con l’opera Remote Control II del 1989.

La gabbia dell'essere
La gabbia dell’essere
La gabbia dell'essere
La gabbia dell’essere

Attorno ruotano le fotografie, e quindi continuiamo proprio con Ivana e il suo omaggio a Frida Kahlo, una delle mie pittrici preferite è incarnata da una amica artista Elvezia Allari, dai tratti naturalmente sudamericani è perfetta per riportare in vita  questa stupenda donna, che ha sofferto moltissimo ma ha anche attratto tanto grazie alla sua sensualità! Fotografie stampate su plexiglass che si arricchisce di elementi vegetali.

Foto di Ivana Galli
Foto di Ivana Galli
Omaggio a Frida Kahlo
Omaggio a Frida Kahlo

IMG_1505

IMG_1506Il mio giro in sala continua con le fotografie dal mondo, anzi precisamente dalla Palestina, di Odilla Dal Santo, immortalando il mondo vissuto dalle donne, in quella terra lontana, svolta prevalentemente nell’ambito della famiglia.

Donne in Palestina
Donne in Palestina

Ancora il mondo e le sue diverse e bellissime donne, sono al centro del reportage di Anna Dionisi, spesso immortalate con gli abiti tradizionali, un attaccamento alle tradizioni e un riconoscimento della propria identità all’interno della comunità.

Anna Dionisi e le sue donne
Anna Dionisi e le sue donne

Continuando il mio giro incontro Bessie Secor, che porta la donna nella natura. Del resto in qualsiasi religione politeista sono donne le dee che sono associate alla natura, alla creazione e quindi alla fertilità. Le donne di Bessie riflettono una natura senza tempo, entrando in contatto con i molti elementi che fanno parte del creato.

Bessie Secor, natura senza tempo
Bessie Secor, natura senza tempo

Natura senza tempo

Ultima tappa del mio viaggio in queste molteplici donne, sono le fotografie di Elena Zuccollo, la quale ci porta nel mondo femminile dei luna park. Un lavoro spesso nomade e assolutamente faticoso. Ma qualche volta da questo lavoro possono nascere delle stelle, coma la tv ci insegna!

Pink Moon by Elena Zuccollo
Pink Moon by Elena Zuccollo

IMG_1520

IMG_1521

Per vederla avete ancora tempo fino ad oggi, apertura dalle 16 alle 19!

 

Ritratti di donne in mostra a Schio

A Schio in mostra i ritratti di donne. Venerdì 22 novembre alle ore 18.30 Ritratti di donne si inaugura la mostra collettiva fatta di donne e che parlano di donne.

Presso Palazzo Toaldi Capra a Schio ed esporranno le artiste:

Anna Dionisi, colti al volo nelle strade dei diversi continenti; Bessie Secor ritratti femminili colti nella natura atemporale; Elena Zuccollo con le sue Pink Moon, donne legate al mondo delle giostre; Odilla Dal Santo che propone il suo reportage in Medio Oriente e Ivana Galli che attraverso la frase l’altra parte di te t’avvolge nell’essere un tutt’uno, omaggia Frida Kahlo.

Aperta fino a lunedì 25 novembre con i seguenti orari:

venerdì 22 ore 18.30 – 20.30
sabato 23 ore 9.30 – 13.00 e 16.00 – 22.00
domenica 24 ore 9.30 – 13.00 e 16.00 – 19.00
lunedì 25ore 16.00 – 19.00

La mostra fa parte del ciclo di eventi Corpo Vs Corpus

mostra ritratti di donne

Schio British day

Schio si prepara a rendere tributo all’Inghilterra, in una giornata interamente dedicata alla cultura brit e ai suoi miti!  In particolare ai Fab Four di Liverpool. Il gruppo può vantare sicuramente ancora un nutrito gruppo di fans, ma è indubbio che negli ultimi anni, favorito dalla moda, sono stati oggetto di una nuovo riscoperta, attraverso la re-masterizzazione  di molti successi, la distribuzione di registrazioni in studio e la scoperta di altri lati artistici del famoso gruppo. Basta pensare al mito in assoluto John Lennon, morto in circostanze tragiche, in queste settimane protagonista sia a Bologna in occasione di Artelibro e a Modena!

Il pomeriggio brit, avrà luogo il 12 ottobre dalle ore 16 alle 19.30, quando le strade del centro storico, troveremo molti elementi che ci porteranno direttamente a Londra, sono inoltre sicura che il tempo si adeguerà perfettamente alle esigenze!  Bus, bancarelle ecc..

Alle 16 a Palazzo Toaldi Capra, si vedrà il British Mood – Mostra d’Arte Contemporanea. Alcuni artisti dell’Associazione Culturale Arte Oltre esporranno opere sul tema! Gli artisti chiamati a esprimere il mood d’oltremanica sono: Marco Zanrosso, Domenico Scolaro, Claudio Dal Pra, Astrid Rosa, Erika Fondasi, Claudia Piccolo, Carlo Menegatti, Anna Stocchero, Laura Meneguzzo, Marco Boscarato, Marco Borgarelli, Leonardo Frigo, Valentina Zaccaria, Erica Dal Maso, Denise Crosara, Annamaria Targher, Barbara Cavaliere, Elisabetta e Mary Roan e Ivana Galli.

Alle ore 17 un talk english style, Beatles Talk –  Conferenza sui Beatles. Diretto da Paolo Bolla con lo scrittore Glauco Cartocci, Alessio Berto, il presidente dell’associazione The Beatles Fans Beppe Bocchetta, Marco Torretti, Alberto Della Rovere dell’Associazione Casa Lorca.

La giornata dedicata agli iconici “capelloni”, si conclude al Teatro Astra alle ore 21, i Beatbox live, che si preannuncia come un concerto in cui si ridarà vita all’energia e al fascino del quartetto, proponendo la strumentazione identica e la riproduzione dei vestiti che indossarono durante la tournée americana.! Costo biglietto intero 15 euro, ridotto per i ragazzi sotto i 15 anni 10.

Le libellule risposano su un lato solo

Apre a Schio una mostra ancora a donne, più o meno famose!

Dipinti e posie si accostano per portare alla luce il liguaggio visivo che le poesie nascondono e custodiscono.

Le artiste protagoniste sono: Nuccia Baragiotta, Daniela baroni, Antonia Bortoloso, Maria Gonzato e Adriana Vallortigata, gli aforismi e le poesie sono tratti da Emily Dickinson, Alda Merini, Jean Ingelow, Edith Sodergran e Wislawa Szymborska.

L’inaugurazione prevista per sabato 5 ottobre alle ore 18 sarà con commento critico della Dott.ssa Laila Olimpia Pietribiasi. La mostra sarà visitabile con i seguenti orari: martedì dalle 16 alle 19, mercoledì dalle 10/12.30 e dalle 16/19, giovedì 16/19, venerdì 16/19 e sabato dalle 10/12.30 e dalle 16/19.

Il titolo deriva dalla raccolta di aforismi e poesie di Alda Merini Se gli angeli sono inquieti (1993)