Stampe da Veronese

Oggi si apre al pubblico una nuova mostre dedicata al Maestro del Colore che tutto il Veneto sta celebrando! Paolo Veronese!

Dopo le allegorie finalmente riunite di Vicenza, la mega mostra che sta facendo impazzire nella sua città natale, arriva Padova e infine Bassano del Grappa!

Qui in una delle sedi espositive dei Musei Civici, Palazzo Sturm, si apre Veronese Inciso. Stampe da Veronese dal XVI al XIX secolo.

In mostra 58 fogli in cui si riconoscono buona parte dei capolavori dell’artista. Molte sue opere sono andate perdute ed è spesso grazie alle acqueforti e alle xilografie che ritornano! La collezione è stata raccolta da Remondini, dimostrando che lo stile di Veronese non ha mai subito inflessioni negative sul gusto corrente. Tra le opere esposte che meritano un viaggio a Bassano sono le xilografie dell’inglese John Baptist Jackson basate sull’opera di Veronese. La collezione Remondini fu ceduta nel 1847 dall’ultimo Remondini, Giambattista agli antichi musei bassanesi.

La mostra a cura di Giuliana Ericani e in mostra troverete il catalogo.

Sala delle Spade di Palazzo Sturm (Via Schiavonetti). Dal 14 settembre al 19 gennaio 2015 Ingresso intero 5 euro, ridotto 3,50. Aperta dal martedì al sabato dale 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 mentre la domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Veronese-inciso.

Nardin, Buldrini, Alexandrou

Tre performance nella domenica di Bassano, il 25 agosto alle ore 16.30 ultimo appuntamento a Palazzo Sturm con Giorgia Nardin, in questo lavoro intitolato All dressed Up With Nowhere To Go,  si ricrea il legame tra danza e arte, dall’immaginario dei dipinti di Hieronymus Bosch. Il cambiamento dei performer pulsa e si esprime sulla pelle. Prenotazione consigliata, ingresso 5 euro.

Alle ore 20 al CSC garage Nardini, Will con Buldrini, La Ragione/Dejadonnè. Le due danzautrici si “usano” per raggiungere il proprio desiderio, mostrare agli altri ciò che non dovrebbe essere mostrato. Sarà lo spazio dell’errore. Prenotazione consigliata ingresso 5 euro.

Ultimo appuntamento della sera al CSC San Bonaventura con il momento performativo di Eleana Alexandrou in Wonder?Land, in prima nazionale, prevede la performer cipriota a parlare della sua terra in maniera satirica, una nazione, una società e come democrazia, su tutte le minoranze e su tutte le cose della vita. Lo fa una donna artista che ha deciso di vivere (almeno per ora) nel suo paese. Ore 21.20 ingresso 5,00, prenotazione consigliata.

Puoi acquistare di persona alla Biglietteria del Festival, a Bassano in Via Vendramini 35 (accesso da Piazza Garibaldi) oppure telefonando allo 0424 524214 nei seguenti orari: dal lunedì al sabato 9.30/12.30-15.30/18.30. Puoi acquistare anche online www.vivaticket.it. I biglietti sono acquistabili anche presso i botteghini dei rispettivi teatri la sera dello spettacolo a partire da un’ora prima l’inizio (ove non esauriti in prevendita).

Agosto a zonzo in cerca di danza

Il 23 agosto si presenta ricco di iniziative come il 22, descritto nel post di ieri.

Ancora appuntamenti con la danza contemporanea, dal pomeriggio con l’appuntamento a Palazzo Sturm. Alle 16.30 Marta Bevilacqua e Arearea con lo spettacolo Schnurrbart. La ricerca della filosofa, votata alla danza contemporanea, collaboranza prima con numerose compagnie prima di intraprendere un percorso autoriale. Nel campo della danza approfondisce la sua formazione presso l’Accademia Isola Danza di Venezia diretta da Carolyn Carlson. Prenotazione consigliata, ingresso unico 5 euro.

Dalle ore 21, al Teatro Remondini, il primo di 3 performance: The shape of necessity, come novelli Adamo ed Eva, due danzatori definiscono un vocabolario in un incontro/scontro tra maschi e femmine. Alle ore 21 bigletto unico 5 euro.

Alle 21.30, con un ingresso unico a 5 euro, She who stays, della coreografa cipriota Milena Ugren Koulas. Il suo lavoro si ispira alle donne del Medioevo, costrette ad espettare un uomo per essere salvate. Un vero e proprio racconto di sottomissione.

Il terzo spettacolo sarà alle 21.45 dal titolo HASTA DONDE? con Sharon Fridman & Arthur Bazin. Due possenti performer interpretano la lotta con i loro mondi interiori. Anche questo prevede un ingresso unico a 5 euro.

Puoi acquistare di persona alla Biglietteria del Festival, a Bassano in Via Vendramini 35 (accesso da Piazza Garibaldi) oppure telefonando allo 0424 524214 nei seguenti orari: dal lunedì al sabato 9.30/12.30-15.30/18.30. Puoi acquistare anche online www.vivaticket.it. I biglietti sono acquistabili anche presso i botteghini dei rispettivi teatri la sera dello spettacolo a partire da un’ora prima l’inizio (ove non esauriti in prevendita).

Tra draghi, travail e attraversamenti

Il 22 agosto è una lunga e interessante giornata per OperaEstate, che a Bassano del Grappa ci porterà da una location e l’altra!

Il primo appuntamento è per le 16.30 a Palazzo Sturm, Manfredi Perego presenta ATTRAVERSA – MENTI. Formatosi nel campo delle arti marziali fino all’incontro con la danza, presso la scuola della madre. Successivamente si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bologna, laureandosi nell’anno accademico 2005/2006. Dal 2004 è danzatore free-lance in compagnie di teatro – danza in Svizzera, Germania ed Italia. Riprende lo studio delle arti marziali, pratica e insegna Contact Improvisation. In questo lavoro il performer si fa assorbire dallo spazio che lo ospita. In ogni spazio creerà una coreografia istantanea e unica. Prenotazione consigliata, biglietto unico 5 euro.

Dal pomeriggio si passa alla sera al Teatro Remondini, con due momenti, il primo a cura del performer Marco D’Agostin, con Non svegliare i draghi che dormono, alle ore 21, ingresso unico 5 euro. Il suo lavoro si baserà sulla rievocazione del ricordo, e sulla materia della memoria.

Alle 22,30 tocca ad Alma Soderberg con Travail, il suo lavoro di basa sulla riflessione di che cosa attira la nostra attenzione mentre leggiamo il giornale, raccogliamo frammenti di parole, immagini, spazi, colori e texture. Sarà come ricomporre il giornale in un collage di suoni e movimenti. Prenotazione consigliata, ingresso unico 5,00 euro!

Puoi acquistare di persona alla Biglietteria del Festival, a Bassano in Via Vendramini 35 (accesso da Piazza Garibaldi) oppure telefonando allo 0424 524214 nei seguenti orari: dal lunedì al sabato 9.30/12.30-15.30/18.30. Puoi acquistare anche online www.vivaticket.it. I biglietti sono acquistabili anche presso i botteghini dei rispettivi teatri la sera dello spettacolo a partire da un’ora prima l’inizio (ove non esauriti in prevendita).

Tra Bosch e giovani prodigi musicali

Gli appuntamenti di OperaEstate prendono qualche giorno di vacanza da Ferragosto, ma il 17 tornano più in forma che mai con ben due appuntamenti.

Il primo in programma il pomeriggio alle ore 15 a Palazzo Sturm, qui andrà in scena Progetto Bosch: restituzioni B Project. Una serie di coreografie nate all’interno del progetto promosso dalla città olandese per i 500 anni dalla morte del visionario pittore. Si esibiranno cinque danzatori.

Le coreografie sono di Giorgia Nardin, Maxence Rey, Jan Martens, Jaean Dante Murillo, Claire Cunningham il loro mentore Kristin De Groot. Per questo evento è previsto l’ingresso libero ma è consigliata la prenotazione.

La sera riparte invece al Castello degli Ezzelini, con un nuovo prodigio, questa volta al pianoforte, protagonsita Lukáš Vondrácek. Il giovane pianista, nato nel 1986, ha avuto il suo primo concerto a 4 anni. La sua formazione è avvenuta soprattutto nel New England. Durante il concerto delle ore 21, eseguirà musiche di Brahms, Mendelssohn, Chopin e Prokofiev. Ingresso intero 7 euro, ridotto 5

Puoi acquistare di persona alla Biglietteria del Festival, a Bassano in Via Vendramini 35 (accesso da Piazza Garibaldi) oppure telefonando allo 0424 524214 nei seguenti orari: dal lunedì al sabato 9.30/12.30-15.30/18.30. Puoi acquistare anche online www.vivaticket.it. I biglietti sono acquistabili anche presso i botteghini dei rispettivi teatri la sera dello spettacolo a partire da un’ora prima l’inizio (ove non esauriti in prevendita).