Vita in Villa: Open day a Villa Cordellina

Le Ville Venete, hanno nell’immaginario collettivo un  fascino tutto particolare. Si pensa alla vita quotidiana certo, ma soprattutto a quelle che erano le occasioni di svago, fatto di fasto, buon cibo e buon vino.

Ma non erano solo belle residenze ma la campagna intorno le rendevano delle aziende modello, per la sussistenza della famiglia. Domenica 26 ottobre dalle ore 10 alle 18 l’associazione delle guide turistiche di WeTour in collaborazione con Valorizzazioni Culturali presentano un’attività diversa per tutta la famiglia, dalle passeggiate nel meraviglioso parco, scoprire i preziosi affreschi di Tiepolo. Visite guidate per gli adulti e caccia al tesoro per i più piccoli.

E proprio per ristabilire l’atmosfera del periodo d’oro di queste dimore sarà proposta una degustazione.

Apertura della villa dalle 10 alle 18 con ultimo ingresso alle 17, le visite guidate saranno proposte alle 10, 11, 12, 14, 15, 16 e 17. Ogni visita avrà la durata circa di un’ora. L’ingresso per gli adulti è di 6 euro, mentre i bambini fino ai 12 anni non pagano, per gli altri sarà applicato il biglietto ridotto a 3 euro. Le degustazioni saranno proposte in tutto il corso della giornata, si pagherà solo il bicchiere di vino.

Per Info e prenotazioni : 338 2106507 – 338 4103735 WeTour – we guide together 

add.guides@gmail.com
http://www.guidetogether.it/autunno-villa-cordellina/

villa cordellina lombardi

Annunci

Gospel sul palco

Si chiude il 31 luglio con le iniziative, tra musica, teatro e risate. Ancora l’estate che Theama Teatro ha portato in Villa. La spettacolare Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore.

Il concerto gospel a cura di Pausacafé Vocal con i soprano Amalia Sabino, Beatrice Bedon i contralti Alessandra Ferrari e Maria de Toni i tenori e bassi Gianluca Macchini, Domenico Santoro e Marco Zilio. Direttore Franco Tofano.

Per informazioni e prenotazioni info@theama.it intero 8 ridotto 5

20140621-152231-55351662.jpg

 

Pomo pero, prosa veneta in villa

Continuano gli appuntamenti con il teatro in villa. Lo scenario rimane Villa Cordellina a Montecchio Maggiore.
Alle ore 21 la Compagnia Terracrea presenta Pomo Però, dime ‘l vero. Uno spettacolo in prosa veneta liberamente tratto da Luigi Meneghello con Valerio Mazzuccato e Laura Cavinato per la regia di Giorgio Sangati.
In un periodo in cui l’opera di Meneghello sta avendo una grande rivalutazione, anche il teatro usa un testo che ci conduce in un viaggio popolare, commovente ed esilarante di un Nord Est che rimane solo nei ricordi di pochi. Un testo che affronta tutti i passaggi fondamentali della vita.

Appuntamento giovedì 24 luglio alle ore 21. Biglietto intero 8 ridotto 5 info@theama.it per avere ulteriori informazioni e prenotazioni.

20140621-152231-55351662.jpg

Il venerdì delle donne

Il 17 luglio ore 21 continuano le serate in Villa. Quella più importante di Montecchio Maggiore con Nautilus Cantiere teatrale, con la commedia brillante proposta già nella scorsa stagione al Bixio.

Donne di venerdì, racconta di sei amiche che riescono, nonostante gli impegni della vita di tutti i giorni, a dedicarsi almeno una serata. Il venerdì, con tutto il carico della settimana passata e dei relativi problemi di uomini e di lavoro. Durante una di queste serate irrompe nel gineceo un uomo che turba l’atmosfera…

Di Antonio Zanetti, con Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Federica Omenetto, Daniela Padoavan, Daniele Berardi, Gianfranco Cardone. Regia di Anna Zago e Piergiorgio Piccoli.

Biglietto intero 8 euro, ridotto 5 per info e prenotazioni potete contattare Theama teatro tramite mail a info@theama.it oppure al numero 0444/322525

villa cordellina lombardi

Ex marito a carico

Il prossimo appuntamento con il Teatro in Villa, quella Cordellina Lombardi!

Il 3 luglio nuovo appuntamento con le risate in Villa, questa volta è la compagnia di Thema Teatro che presenta L’ex marito in busta paga (il tecnico) una commedia brillante di E. Assous.

Il capo di una grande casa editrice parigina, pensa di essere felice e sistemata e tutto procede per il meglio, fino a quando la nostra protagonista non si trova in ufficio l’ex marito. L’ombra di quello conosciuto, magro, trasandato e in cerca disperata di un lavoro. Dopo un momento di ripensamenti e di sentimenti contrastanti decide di dargli un impiego come tuttofare. Naturalmente l’uomo non accetta e le fa mancare frecciatine, che in generale non si sprecano da nessuna parte… come finirà?

Con Anna Zaga, Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Daniele Berardi, Anna Farinello, Matteo Zandonà, Mara Santacatterina. Regia di Aristide Genovese e Piergiorgio Piccoli. Biglietto intero 8 euro, ridotto 5 (per gli over 60 e gli under 30). Per info e prenotazioni info@theamateatro.it oppure 0444/322525.

villa cordellina lombardi

Farsa teatrale a Villa Cordellina

Il secondo appuntamento con il teatro, le risate e la musica in villa è previsto il 26 giugno. Gli appuntamenti proposti e organizzati da Theama Teatro.

Alle ore 21 la compagnia Nautilus Cantiere Teatrale dal titolo La moglie, l’amante e il monsignore. Una farsa teatrale nella stupenda cornice della villa.

Di Roberto Fera con Manuel Bendoni, Federico Bruno Calearo, Andrea Costa, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Federica Omenetto e Carlotta Schnech con la regia di Daniele Berardi.

Ingresso intero 8 euro, ridotto 5, prenotazione a info@theama.it oppure telefonando al 0444 322525.

Fimmanaru per vocazione

Dalle mie parti un uomo che ama le donne e ne cambia in continuazione, scappa da relazioni stabili e non ha assolutamente intenzione di formarsi una famiglia è chiamato un fimmanaru. Direi quindi che Casanova è insieme a Don Giovanni tra i maggiori fimmanari che siano mai esistiti. la sua figura è stata mitica, affascinante e motivo di ispirazione per tutta una letteratura come per l’industria cinematografica, che ne ha fatto quasi l’emblema del Settecento. Secolo di ultimi fasti per molte nazioni, ma soprattutto per Venezia!

E giovedì sera io e la mia dolce metà abbiamo passato una serata presso quella che per una sera è diventata la Maison Casanova, abitata da una parte delle molti amanti che il seduttore ha avuto. Uno spettacolo creato da Thema Teatro, con la regia di Anna Zago, itinerante tra il parco e l’interno dell’edificio settecentesco con gli affreschi di Tiepolo. Un vero privilegio girare per le sale e lo spettacolare giardino con i particolari che fanno innamorare. Indubbiamente la notte esalta tutto.

Il viaggio è naturalmente a ritroso nel tempo, volto a ricercare nella voce di sedici donne, la vera anima di Casanova. Filtrato attraverso diverse esperienze e speranza spezzate, donne convite di essere spesso la persona giusta, per redimerlo, riuscire a farlo innamorare follemente e condurlo ad una vita stabile. Dopo secoli l’istinto da crocerossina non è passato direi!

Ad accompagnarci alla corte delle sue amanti, una delle bonnes de la maison, interpretate da Martina Canton, Marianna Mattiello e Mara Santacatterina. Il lasso temporale che percorreremo va dal 1749 al 1760, da Ginevra a Napoli, Londra per scoprire le varie amanti.

La prima tappa è a Ginevra nel 1749 con Jeanne Marie Albert de Saint Hippolyte. Donna sposata e incontrata per la strada per Parma e naturalmente non poteva essere un viaggio semplice. Casanova da semplice compagno di viaggio diventa amante, una relazione che dura tre mesi a Ginevra si lasceranno. La giovane donna è interpretata da Anna Farinello, che esprime un amore puro e speranzoso. Il desiderio di personalizzare e irretire colui che è sfuggente, con lettere profumate dalle più preziose e particolari essenze. Tornerà mai da lei?

Dal 1749 passiamo al 1760 e andiamo a Napoli, l’allestimento all’interno delle scuderie è uno degli ambienti più affascinanti, in cui Lucrezia Castelli nobildonna salernitana confida ad una amica e suppongo cameriera personale la sua conoscenza con il rapace conquistatore. Sposata giovane con un uomo poco passionale e rispettoso delle credenze più sciocche, la giovane conosce dopo una settimana le gioie della camera da letto. Naturalmente quando Casanova arriva nella sua vita trova facilmente la strada per arrivare nel suo letto. Passano anni e Casanova naturalmente continua a mietere vittime e ripassa per Napoli dove non solo ha modo di vedere la vecchia amante, ma anche di conoscere la figlia, frutto dei suoi lombi! Ma l’incesto è comunque una possibilità e la storia ci ricorda che alla fine un legame di sangue non è un ostacolo sufficiente. Le due donne interpretate da Daniela Padovan e da Valentina Ferrara si muovono in un momento di confidenze al momento della toletta. Ambientazione efficace e affascinante, ma dobbiamo conoscere ancora altre donne.

La prossima donna appartiene ad un altro ceto sociale, una sguattera o cameriera che ha doti efficaci per sedurre un palato raffinato come Casanova. Siamo nel 1767 a Lugano e Lia era giovanissima mentre per gli standard di allora lui maturo uomo. Interpretata da Alessandra Niero ci accoglie in quello che erano gli ambienti di servizio della villa! Donna furba e maliarda stuzzica l’uomo carpendone i segreti sulla seduzione, la pratica la svolgerà invece con un uomini giovani. Casanova non vuole però essere solo il maestro e decide di lasciare la residenza prima del tempo. A quel punto però la giovane Lia si pente della scelta e anela l’uomo maturo. La fortuna vuole che torni e allora che la seduzione abbia inizio.

Nuovo salto temporale e anche per il gruppo è tempo di continuare a scoprire la villa. Entriamo nelle sale e ci accomodiamo nel salone avvolti dagli affreschi di Tiepolo. Qui torniamo a Venezia, nel 1753 e incontriamo cinque donne. La protagonista è Maria Morosini con Gigliola Zorani, Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Arianna Guglielmi e Alessia Traverso. Il chiocciare veneziano di donne che non aspettano altro che il momento dell’incontro amoroso. La protagonista Maria, esce da una bella portantina settecentesca con motivi orientali. Inizialmente sono le giovani a parlare e descrivere i gusti del seduttore ma poi parla lei. Casanova la conosce quando naturalmente era amante di un’altra donna e in convento. Certamente all’epoca non era un luogo così sicuro.

Usciamo nuovamente dalla villa per incontrare la sesta donna. Siamo nel 1776 con Cécile de Roggendorf interpretata da Lara Campigato. Muta e danzante in un angolo del giardino suggestivo allestita come una camera da letto e con il letto sfondato ma in un atmosfera bucolica. La ballerina dinoccolata che gira per lo spazio. Quello che la storia ci restituisce di lei è la relazione prevalentemente epistolare, lei era più giovane di 50 anni.

Il nostro tour si avvia alla conclusione e conosciamo l’ultima protagonista. Andiamo nella Londra del 1761 presso la cortigiana Marianna Charpillon interpretata da Anna Zago, che ricordo essere anche la regista. È insieme con Federica Omenetto nella veste di beffarda carceriera di una donna che ha saputo tenere a bada per un poco Casanova! La fontana del parco diventa la prigione di una donna che appunto non ha ceduto immediatamente. Eh si cari amici perché i fimmanari si innamorano e diventano tali a causa di un rifiuto spesso cocente! Donne libere e che si comportano come uomini! Del resto Marianna è una cortigiana, il suo mestiere non permette sentimenti. Ma la pazzia la raggiungere ed è pronta a barattare un ricordo prezioso, anche dal punto di vista economico, con del vino a buon mercato.

Tutte bravissime le interpreti che ci hanno portato di fronte all’animo umano così vario e complicato. Il sipario trapuntato di stelle è calato sullo spettacolo o meglio su quello vissuto dal mio gruppo. Torno a casa con la mia dolce metà consapevole che non ha il bisogno, o almeno quasi nai, di cercare altri luoghi. Ma anche io sono consapevole di poter raggiungere altri luoghi solo con quella metà.

20140621-152231-55351662.jpg

20140621-152232-55352433.jpg

In attesa delle bonnes della maison...
In attesa delle bonnes della maison…

IMG_6473

Anna Farinello in Jeanne Marie d'Albert de Saint Hippolyte
Anna Farinello in Jeanne Marie d’Albert de Saint Hippolyte

IMG_6476

IMG_6539

Lara Campigato in Cécile de Roggendorf
Lara Campigato in Cécile de Roggendorf

IMG_6486

IMG_6487

IMG_6488

IMG_6502

IMG_6509

IMG_6510

IMG_6511

IMG_6512 IMG_6540

Anna Zago con Federica Omenetto. Anna Zago anche regista interpreta Marianna Charpillon
Anna Zago con Federica Omenetto. Anna Zago anche regista interpreta Marianna Charpillon

IMG_6519

IMG_6520

IMG_6521

IMG_6535

IMG_6536

 

Solstizio d’estate dai castellani ai Cordellina

Montecchio Maggiore e le sue meraviglie sono ormai spesso al centro delle iniziative di quest’estate. Ed eccovi un altro modo per conoscere quello che dista pochi chilometri dalla città.

Solstizio d’Estate a Montecchio: passeggiata tra i castelli di Romeo e Giulietta e Villa Cordellina, il 20 giugno alle ore 18.

Ecco il programma dettagliato:

Alle ore 18 ritrovo al parcheggio nei pressi di Villa Cordellina, passeggiata fino ai castelli con varie soste per raccontare aneddoti e notizie storiche sui luoghi percorsi. Una passeggiata adatta a tutte le persone e a tutte le età.

Alle ore 19.30 ritorno in Villa e qui troverete una dama del ‘700 in costume che condurrà il pubblico all’interno della villa per scoprire gli affreschi di Tiepolo.

Alle ore 20 termine della visita con degustazione a cura dell’azienda vinicola Costadilà

13 euro per gli adulti + 2 euro per l’ingresso in villa. I bambini fino agli 8 anni pagano 8 euro e hanno l’ingresso gratuito alla villa.

In caso di pioggia l’evento sarà rimandato a settembre e partirà con il raggiungimento di un massimo di 40 partecipanti. 

Prenotazione obbligatoria al numero 338 21 06507 o oppure scrivendo cordellina20giugno@gmail.com

villa cordellina lombardi

Dire Poesia con Romeo

Nuovo appuntamento con un Dire Poesia che ha ormai varcato i confini strattamente vicentini.

Il 13 giugno appuntamento by night presso il suggestivo Castello di Romeo a Montecchio Maggiore. L’incontro dal titolo Castelli di carta con Luciano Caniato, Luigi Bressan e Michele Sguotti (alla viola e al violino).  Ore 21!

In caso di pioggia l’evento sarà ospitato presso la Chiesa Parrocchiale di Sovizzo Colle.

Ingresso libero

Dire poesia

Chez Casanova

Per non perdere le buone abitudini, vi segnalo anche gli appuntamenti teatrali estivi che escono dal classico teatro per farci vagare anche in dimore storiche e dotate di un verdeggiante giardino. Ad esempio Theama Teatro e altre compagnie, dal 19 giugno propongono fino alla fine di luglio degli appuntamenti appunto in villa per ridere, riflettere e passare le serate estive in maniera insolita.

Villa Cordellina è la sede d’eccezione per queste serate. Si inizia come già accennato il 19 giugno con lo spettacolo itinerante dal titolo Maison Giacomo CasanovaL’uomo che amava le donne.

…  direi che anche le donne amavano lui! Scopriremo il grande conquistare attraverso le donne che lo hanno amato

con Anna Zago, Anna Farinello, Alessandra Niero, Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Lara Campigato, Martina Canton, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Marianna Mattiello,Federica Omenetto, Daniela Padovan, Mara Santacatterina, Alessia Traverso, Gigliola Zoroni. Coordinamento e regia: Anna Zago
 
Orari spettacoli : 21 /21.15/ 21.30/ 21.45 e 22 Prenotazione obbligatoria al 0444 322525 Biglietto intero 8 ridotto 5 (under 30 e over 60).
 
10423776_10204365987337559_1639114463411122352_n