Per non dimenticare Anna Frank

Il 30 gennaio siamo ancora a pieno titolo nella Settimana della Memoria, il giorno principale il 27 gennaio, ma appunto non solo!

Da Galla si ricorda attraverso la figura, o meglio una delle figure simbolo della tragedia. La figura di Anna Frank eternamente adolescente per un ingiustizia ma per fortuna continuamente presente grazie al suo diario, strumento essenziale.

Per aiutare anche i più piccoli a comprendere questa straordinaria figura. Lorenza Farina presenta da Galla + Libraccio il libro La casa che guarda il cielo – Anna Frank per non dimenticare (Raffaello Editore) alle ore 17,30.

Introduce Paola Valente

galla

Annunci

Trame in libreria

L’anno della Libreria Galla si apre all’insegna dell’arte con la prima mostra dell’anno.

Giovedì 8 gennaio alle ore 18, si apre la personale di Carmen De Visini che si intitola Trame d’accese cromie.

La mostra è a cura di Marica Rossigalla

Piccoli maestri in video

Venerdì 24 ottobre  alle ore 18 è la volta de I piccoli maestri. 

Infatti alle ore 18 Gianni Poggi presenta Dante e Renzo. Videointerviste ai Piccoli Maestri Dante Caneva e Renzo Ghiotto.

Ovvero i due piccoli maestri che si facevano chiamare semplicemente con i nomi di battesimo, rifiutando di usare un nome di battaglia, rispettivamente il più giovane e il più anziano.

Durante l’incontro interverrà Carlo Presotto.

Ingresso libero

galla

In petto un cuore primitivo

Primo appuntamento per il mese di ottobre con la lettura, le mostre e gli autori che si avvicenderanno da Galla, scoprialo a partire dall’8 di ottobre, di mercoledì con l’autore Andrea De Carlo presenta al pubblico il suo ultimo romanzo dal titolo Cuore Primitivo.

Alle ore 18 si scoprirà la storia di una coppia che vive in un paese arroccato il mare e l’appennino in Liguria. Un antropologo ed una scultrice di gatti in pietra. Una vita che apparentemente scorre tranquilla quando per una riparazione che riguarda la loro casa, non vengono in contatto con un construttore che ha molti lati oscuri!

Come sempre ingresso libero

galla

Vele sparse e da raccogliere

Domani alle ore 18 nuova presentazione per il Caffè Galla, al primo piano, dopo il pienone per lo chef adesso tocca a Gaia Servadio che presenta al pubblico il libro Raccogliamo le vele. 

Il libro raccoglie la vicenda autobiografica dell’autrice, figlia del chimico Luxardo Servadio. Una famiglia che conosce da vicino le leggi antisemite, ma subito dopo la guerra, la famiglia riprende a vivere e cominciano i suoi viaggi lungo il mondo! Ma è in Italia che conosce il marito inglese, lo storico dell’arte William Mostyn-Owen trasferendosi in Inghilterra e coniugando la carriera da apprezzata scrittrice a quella di giornalista, frequentando personaggi straordinari. Proprio come ogni viaggio per mare, alla ricerca del proprio orizzonte, ogni esperienza della vita può portare qualcosa di inaspettato.

Chiacchiera con lei Cesare Galla. Ingresso libero.

galla

 

La transumanza vista da vicino

L’ultimo appuntamento del mese da Galla è all’insegna della transumanza, di quel rapporto intimo che l’uomo condivideva con l’animale su e giù dalle montagne, verso pascoli verdi oppure verso climi più miti. Volete conoscere da vicino l’esperienza di Giancarlo Ferron, non resta che andare il libreria venerdì 30 gennaio alle ore 18, per conoscere il libro Uomini e bestie in cammino, edizioni Biblioteca dell’Immagine.

galla

Pedala che ti passa

La prossima presentazione di Galla ci invita a pensare ma pedalando. Venerdì 24 gennaio alle ore 18 verrà presentato il libro d Walter Bernardi La filosofia va in bicicletta. Socrate, Pantani e altre fughe edito da Edicicloeditore. Del resto il prof. Bernardi è un amante delle due ruote e appena una pausa da Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università di Siena glielo permette, via su per i colli toscani a far sgranchire le gambe e le idee. Facendoci vedere che la vita bisogna prenderla come una passeggiata in bicicletta e con il cestino pieno di filosofia.

Intervengono Giovanni Giurisatti, Giancarlo Corò e Vittorio Anastasia.

Ingresso libero.

galla

Diretti da Galla

Domenica 20 ottobre incontro da Galla con una personalità importante dalla musica spagnola!

Jordi Savall (y Bernadet), è un gambista (nel senso che suona la Viola da Gamba), direttore d’orchestra, violoncellista e filologo musicale spagnolo. Classe 194, dalle foto che ho trovato su internet è proprio un affascinante uomo tipicamente spagnolo.. olè!

Dopo gli studi al Conservatorio di Barcellona, si iscrive ai corsi di perfezionamento della Schola Cantorum Basiliensis, diventando, nel 1973, direttore d’orchestra dell’Ensemble. L’anno successivo insieme alla moglie Montserrat Figueras e Hopkinson Smith l’ensemble Hespèrion XXI (già XX), che ha per scopo la riscoperta, la valorizzazione e la diffusione del patrimonio musicale del XVIII secolo, dell’Eutropa e del Mediterraneo. Nel 1987 fondano la Capella Reial de Catalunya, concentrandosi sulla musica antica spagnola.  Per il 500° anniversario dalla morte di Isabella di Castiglia si sono invece cimentati con la silloge musicale per formare l’atmosfera delle corti itineranti mediovali. Mentre nel 1989 fonda l’Ensemble Concerts des Nations. Negli anni la sua musica è stata incisa su cd, usata per film, quindi se volete conoscere un grande interprete della musica catalana domenica 20 ottobre alle 16.30 non perdetevi l’occasione.

A tu per tu con il lupo

C’è chi ballava con i lupi, personalmente ne faccio a meno, ma nel mese della montagna, da Galla non si può evitare di parlare di uno tra i suoi abitanti, il più nobile e pericoloso!

Il lupo! Giovedì 17 ottobre alle ore 18, Daniele Zovi vi aspetta da Galla per la presentazione del libro Lupi e uomini. Il grande predatore è tornato.

Racconta di un animale straordinariamente evocativo, che vive nelle fiabe e nelle leggende di molti popoli e se ne temeva la scomparsa. La sua pericolosità è celebre ma altrettando pericoloso per l’ecosistema è rischuare di perderlo.

Vita e morte della montagna

Secondo appuntamento da Galla, con il mese dedicato all’alta quota, giovedì 10 ottobre alle ore 18, Antonio G. Bortoluzzi presenta il suo libro dal titolo Vita e morte della montagna.

Finalista XXI e XXIII edizione del premio Italo Calvino, racconta la storia di Giacomo Casal, licenziato improvvisamente decide di compiere un viaggio della memoria, nei luoghi di quando era bambino e incontrando i personaggi della sua infanzia.

Se volete saperne di più appuntamento il 10 ottobre.