Arte formato merendina

Quello che decreta la differenza tra un artista e una persona che non sa invece fare una O con il bicchiere, è saper vedere in un qualsiasi oggetto qualcosa di diverso! Quello che per me sono degli anonimi contenitori di merendine, plum cake ecc…, che generalmente non vedo l’ora di gettare, ovviamente nella carta, per gli artisti chiamati a raccolta invece da Spazio Nadir per la mostra Plum Shake, queste stesse scatole sono molto di più!

Tanti artisti  hanno aperto le scatole, svuotato il contenuto, pronto a essere trasformato in qualcosa di nuovo, ed ecco che ognuno con il loro inconfondibile stile, hanno creato dei piccoli capolavori da collezionare!

Non avendo un preferito ve li illustro tutti, cominciando dalle prime che troverete varcando la porta di SpazioNadir.

Greta Bestelli, ha deciso di istoriare le tre scatole con il suo inconfondibile tratto a penna, scegliendo, un motivo che i porta direttamente nell’abisso dei mari, fiori marini, dai petali fluttuanti che potrebbero diventare il pasto di un’anguilla gigante, certo che con i denti che si ritrova potrebbe avere una diete più impegnativa! Al centro un momento sicuramente più surreale ci porta in un mondo in cui la spiritualità buddista sembra prevalere, tanti occhi che ci scrutano, teste sono disseminati di tanti occhietti con tanto di animali fantastici. La terza interpretazione è caratterizzata da ingranaggi e tecnologia, in un vortice sinuoso fatti di tubo.

IMG_1890
Greta Bestelli

Di fronte la sua compagnia d’avventure preferita, Marina Menti! Ci presenta un produzione di scatole degna de Il fantastico Mondo di Amélie, trasformando scatole in possibili oggetti, una bella girandola argentata, una scatola in cui si conservano le spine piuttosto che la rosa e una cassetta degli attrezzi a pois!

IMG_1889
Marina Menti

Conosco in questa occasione l’arte di  Stefano Zattera originario della provincia di Vicenza e si è formato presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Oltre che attraverso l’illustrazione si esprime attraverso la pittura, la scrittura, il disegno ecc.. Nella sua carriera ha esposto in moltissime occasioni che riguardano il fumetto. Collabora con la Galleria d’Arte Busellato di Asiago, con il collettivo Delirio House partecipa a numerosi progetti anche espositivi. Nei suoi tre lavori, presenta alcuni disegni della serie Funny War, che vede in due protagonista un uomo che potrebbe venire direttamente dalla campagna inglese con tanto di pipa, che sembra più divertito che spaventato da un’imminente invasione aliena. In quello centrale invece sono protagonisti una coppia che avvinghiata come se fossero al Drive-In, assistono ad uno spettacolo inquietato, lo scoppio di una bomba atomica. Della serie abituiamoci alle catastrofi.

Stefano Zattera
Stefano Zattera

HZG, abile artista,  decide di rendere un omaggio alla mostra alla quale partecipa, proponendo alcuni tipi di tipi DA PLUM SHAKE!!! Al centro campeggia, forse lui stesso, inghiottito dal plum cake… mentre ai due lati troviamo da un lato un estimatore nudo e crudo, e sdentato, mangiare troppi zuccheri… e dall’altra parte un tip a tosta, punk che però ama le merendine da mangiare in un boccone!

IMG_1882
HZG

IMG_1883

IMG_1884

IMG_1885

Teo Faust, mente penna e pc per la grafica di Spazio Nadir, ci propone anche la sua versione di scatola da merendine! Due beffardi teschi e che non rinunciano nemmeno al tatuaggio, si guardano intorno e in particolare il teschio tatuato fa all’altro una domanda precisa “Are you going to paint your face for calavera?” Cosa risponderà???

Teo Faust
Teo Faust

Osvaldo Casanova, propone invece un delicato sguardo ai balconi, io da buona curiosona, mi capita di curiosare nelle case degli altri, quando la sera svela delle camere con delle tende leggere e privi di privacy, diremmo in Calabria che vaju a vidiri quale furnu fuma! Ma non lo faccio per cattiveria! Insomma in queste tre scatole Osvaldo Casanova ha realizzato un micromondo, da un lato troviamo un signore anziano che in veste da camera non rinuncia a prendere un po’ di aria anche in mancanza di un giardino, magari per sfuggire alle grida della moglie che non vuole sentire l’odore di fumo in casa. Nel mezzo la casa di una donna single, fashionissima! E di cui si intravede la colorata cucina, gatta al seguito e impegnata nella cura delle piante. A fianco la versione maschile, l’appartamento di un ragazzo magari dalla vita bohémien e dall’animo romantico, che con il ciuffo al vento di gode la brezza della prima giornata primaverile!

IMG_1878
Osvaldo Casanova

L’illustratrice Francesca Vignaga, che ormai i lettori del blog dovrebbero conoscere bene, riesce ad infondere in questi contenitori di merendine la stessa poesia presente nelle sue opere più grandi. Poesia ma anche malinconia e un’aura un po’ dark che non disturba e conquista il mondo degli adulti, Dalle finestre escono rami, il volto incantato di una donna di rivolge al volo di una farfalla. La farfalla è sempre presente!

Francesca Vignaga
Francesca Vignaga

IMG_1876

IMG_1875

Daniela Perissinotto, lascia per una volta le pagine di edizioni antiche del Decamerone, per inserire le sue donne, che sono direttamente desunte dalla stessa produzione su questi nuovi supporti. Donne maliarde e aliene, piene di occhi, che danno la vita direttamente dalla testa, con parti anche gemellari! I bimbi dalla testa umana e dal corpo di larva! Ancora una volta Daniela ci porta in un mondo onirico e fantascientifico.

IMG_1872

A fianco DAST, che si pone con lo stesso animo di Daniela. Con le storie dell’uomo che si trasforma sempre di più in un robot! Ma  la freddezza del metallo non corrisponde necessariamente alla mancanza di sentimenti, il cuore si può spezzare anche a loro.

IMG_1870
DAST

Ale Giorgini non ha certo bisogno di presentazioni se si considera tra l’altro che proprio sabato si è inaugurata una mostra che lo ha visto non solo come artista ma anche come curatore. Le tre scatole che presenta sono ispirate ad altrettanti film culto! Star Wars, che personalmente non amo molto, il Grande Lebowski, non poteva mancare il White Russian e infine Pulp Fiction. The Big Lebowski lo adoro!!!

IMG_1868
Ale Giorgini

David Riganelli, mi ha fatto morire dalle risate quando prima delle ultime elezioni comunali, da Spazio Nadir ha partecipato tra i candidati. Anche per lui tre scatole, per la prima ha scelto una tipica scena natalizia, un allattamento del bambino, da mettere tra le icone del museo in cui lavoro. Una Madonna litta con tanto di San Giuseppe. Le altre due sono rappresentazioni picassiane di un uomo e una donna!

David Riganelli
David Riganelli

Di Margò, io vedo solo una scatola. Da quello che vedo la scatola che ha realizzato è caratterizzato da un tratto essenziale che fonde una delicata tradizione giapponese, il nero prevalente lascia raramente lo spazio a qualche tratto rosso.

Margò
Margò

Elia Nascimben, penso sia lui il ragazzo molto giovane creatore di altre tre confezioni. Un giovane talento, che ha decido di disegnare all’interno della scatola. La fantasia è la cifra principale di queste tre scatole. Mostri degni dei più famosi cartoni manga, ragazze dallo stile inconfondibile, punk rock pensierose, ancora la tradizione giapponese con la lotta di un samurai contro un serpente/drago.

Elia Nascimben
Elia Nascimben

IMG_1861

IMG_1862

Ale Pop, con le sue ragazzine cattive e dispettose, tra bambole e bambine sono molte attuali e vivono in un modo pieno di dispetti e di mostri robotizzati. Anche Ale Pop può vantare una notevole esperienza nel campo dell’illustrazione e della comunicazione attraverso la collaborazione con testate nazionali.

IMG_1856
Ale Pop

Pictolucia, con lei chiudiamo la nostra carrellata alla scoperta di come una scatola da merendine può diventare tantissimo altro. Le scatole con questa artista si trasformano in un mondo popolato da gatti e da un variopinto uccello. Animali un po’ dall’aria sorpresa, con tanto di occhi sgranati! Il gatto più grande con tanto di coda, sembra quasi uno di quei orologi da muro che ogni minuto battono la cosa!

IMG_1858
Pictolucia

Le opere saranno da Nadir fino all’Epifania per acquistarle e fare un gesto di amore verso gli altri.

Un regalo fatto ad arte: Laboratorio/09

Cosa regalare? In tempi in cui i soldi sono sempre meno, e vorremmo spenderli per qualcosa di speciale, unico e di qualità, io sarei, anzi sono alla ricerca di qualcosa che trasmetta un messaggio vero, di affetto e di stima, naturalmente per quelle persone che sapete che di sanno apprezzarlo!

Eccomi allora alla ricerca di qualcosa, di speciale, quindi sono andata in un posto che è pieno di amore, ricerca, arte e artigianato, il Laboratorio/09 di Silvia Trevisan, amica e artigiana che infonde nelle cornici e negli allestimenti tutta se stessa, come anche nella scelta degli artisti che animano le pareti e si fondono nelle cornici che abbina.

Da dove cominciare??? Questo è il dilemma!

Cominciamo quindi dall’illustrazione, alla quale, come vedremo, sarà dedicata una mostra in Basilica Palladiana. Tra le illustratrici presenti in negozio, Marina Marcolin, vicentina insegnante di illustrazione, i suoi libri sono stati pubblicati in Spagnia e in Giappone e le tavole originali sono in vendita da Silvia. Tavole acquerellate e “semplici” disegni, esprimono la poeticità dell’artista, tra questi un omaggio ad Audrey Hepburn , non solo icona per molte generazioni di donne ma donna che negli ultimi anni di vita si è dedicata a varie opere di beneficenza. Le illustrazioni sono state presentate in occasione di Art-Hehon di Tokyo per la Japanese Red Cross. La casa editrice è la Grimm Press, una volta avuta l’illustrazione perché non avere anche il libro? Per questo potete fare richiesta.Il prezzo? Io vi lascio alcune foto ma vederle dal vivo è tutta un’altra cosa!

Marina Marcolin - The most beautiful things
Marina Marcolin – The most beautiful things
Marina Marcolin - The most beautiful things
Marina Marcolin – The most beautiful things
Marina Marcolin - The most beautiful things
Marina Marcolin – The most beautiful things

Vi lascio anche il link dei suoi blog personale, per scoprire altre bellissime illustrazioni. clic per lo skethbooks.

Passiamo alle ceramiche di Sante El Salbaneo, no non viene dalla focosa Spagna, ma anche è assolutamente autoctono, e da Silvia presente oggetti spiritosi e belli. Cuchi, vasi, “lanterne”, oggetti in ceramica che ha imparato ad amare durante l’esperienza a Nove! Ma vorrei soffermarmi un momento sui cuchi, i mitici fischietti che propio nel vicentino può vantare un museo. Chi non andando ad Asiago non ci è passato davanti. E l’artista Sante, si diverte a creare fischietti di varie forme e dimensioni, partecipando alle edizioni del concorso Fammi un fischio, indetto dal comune di Pertusio, nella Provincia di Torino, quelle che a prima vista sembrano delle grandi, bianche e lisce balene, con tanto di spruzzo d’acqua, sono fischietti. Altra produzione è caratterizzata da queste belle lanterne, in cui l’abilità della mano dell’artista è riuscito a tracciare in maniera sottile e particolareggiata le decorazioni più svariate, anche per i gusti più tradizionali c’è l’alternativa. Mentre per i vasi, il ceramista utilizza quasi un merletto, con i bordi sinuosi che sembrano dei centrini. Ecco vi lascio alcuni esempi. Ecco il link del suo sito per trovare nuovi spunti.

Voi che fantasia preferite?
Voi che fantasia preferite?
Cuchi di Sante El Salbaneo
Cuchi di Sante El Salbaneo

Tornando alle pittrici ecco la giovane Lisa Stefani, scoperta proprio da Nadir e da Silvia! Difficile conoscere l’artista in erba ma sicuramente molte curiosità ve le può togliere Alessia Camera sul suo blog Questa Non E’ Arte che ha dedicato a Lisa e alla sua compagna di mostra da SpazioNadir, Letizia Scalco, un articolo con intervista per arrivare a tracciarne il profilo delle nascenti artiste.

Lisa Stefani
Lisa Stefani
Lisa Stefani
Lisa Stefani
Lisa Stefani
Lisa Stefani

Passo ora ad un’altra promettente illustratrice Francesca Vignaga, poetica e surreale, non sempre illustrazioni per adulti, manifestando nel disegno anche un lato sicuramente gotico che affascina anche gli adulti. Recentemente la carriera di Francesca si avvicinata alla cantante vicentina Irene Ghiotto, con la canzone Tensione Evolutiva, l’arte di Francesca aiuta il bruco a diventare una farfalla. Naturalmente il link del suo sito.

Francesca "Dafne" Vignaga
Francesca “Dafne” Vignaga

Si passa ad oggetti coccoli. Le creazioni di El Botonsin, tutto caratterizzato dall’hard made e con una precisione che per le mie abilità manuali, davvero scarse, sono impensabili! Piccoli oggetti fatti in lana, animali di ottima fattura che si caratterizzano per il bottoncino. Conigli, topini, animali bebè di stoffa che “dormono” nella scatola di fiammiferi, con tanto di ombelico. Coccoli e da collezionare.

Luisa Manzardo - El Botonsin
Luisa Manzardo – El Botonsin
Luisa Manzardo - El Botonsin
Luisa Manzardo – El Botonsin
Luisa Manzardo - El Botonsin
Luisa Manzardo – El Botonsin

Il pittore Riccardo Giacomini, realizza invece piccoli quadri, non solo da appendere ma appoggiare su una mensola o sul tavolo, in libreria! Attraverso il colore liquido, immortale piccoli esseri viventi, donando alla natura ancora più poesia.

Riccardo Giacomini
Riccardo Giacomini
Tessuti Freaks of Nature
Tessuti Freaks of Nature

In negozio troviamo tessuti preziosi e artigianali di Freaks of Nature, calde sciarpe e stole di lana e seta decorati a mano.

Tra i tocchi di artista e d’artigianato è giusto annoverare le bellissime borse di lanacotta e manini di cuoio, di chi? Ma Miss Drangonfly, come la firma che caratterizza il marchio, la libellula! La parete dominata dalle borse blu, con vari tipi di decorazioni e applicazioni, dal filo, bottoni, pennellate, stencil. La produzione di Miss Drangonfly si arricchisce con quaderni rivestiti di stoffa e borsellini da utilizzare come originali portafazzoletti e con altri funzioni da tenere magari nella cassaforte naturale che abbiamo noi donne!

Dragonfly Bag
Dragonfly Bag

IMG_1612 IMG_1611

IMG_1601
Dragonfly Notebook

Un soffio d’oriente si espande nel Laboratorio, con Toyomi Nara, artista d’origine Giapponese che ha scelto Vicenza come residenza. Rallegra la nostra vita e le pareti di casa con i suoi bimbi, frizzanti, allegri e teneri. Naturalmente il link del suo sito, che potrete trovare anche sulla home del blog. Da abbianare, eventualmente, dei quaderni in preziosa carta,  da utilizzare per schizzi, fotografie, qualsiasi cosa vi suggeriscano le pagine bianche.

Toyomi Nara
Toyomi Nara

IMG_1583

Martha Giaretta, propone invece le sue ceramiche, con effetto carta arrotolata o come se fosse stato schiacciato, dando alla ceramica, una consistenza quasi più soffice. Tono bianco latte avvolge non solo i fiori ma noi stessi.

Ciotola e pestello, il fondo è rigato per permettere di schiacciare per bene!
Ciotola e pestello, il fondo è rigato per permettere di schiacciare per bene!

Da Silvia trovate altresì i lavori del duo creativo Bastellimenti, viste e amate (ho collezionato anche qualcosina), protagoniste della mostra Radici. Avete dimenticato? Vi rinfresco la memoria, attraverso il seguente link. Naturalmente anche il loro blog personale.

Veronica De Giovanelli, giovanissima artista, anche lei ancora studentessa all’Accademia di Belle Arti di Venezia. D’origine trentina, in bella mostra troviamo la laguna, naturale fonte di ispirazione. Ma nei paesaggi sono i luoghi d’origine che tornano, le montagne che sono realizzate con pennellate ampie e in cui il verde prende il sopravvento.

Veronica De Giovannelli - Laguna
Veronica De Giovannelli – Laguna
Veronica De Giovannelli
Veronica De Giovannelli

Volete invece decorare le pareti con motivi più grafici, magari siete indecisi su cosa scegliere? L’alternativa sono gli adesivi che permettono di decorare le pareti e inserire un momento poetico ad una parete che considerate anonima? La risposta sono i Poetic Wall.

IMG_1602

Non bisogna dimenticare l’artista albanese Iva Lulashi, anche lei giovanissima artista, studentessa a Venezia. La spensieratezza della gioventù nella semplicità dei piaceri. Clicca!

IMG_1594

In questa carrellata di opzioni natalizie, tutte da vedere dal vivo e da scegliere per le persone davvero speciali e che cercano per la casa, oggetti e quadri che personalizzino l’ambiente, non è possibile dimenticare le cornici. Un’opzione originale e ne troverete di bellissime, colorate, naturali,  di media grandezza oppure piccolissime, per incorniciare un petalo, uno spillo, per mettere in moto la fantasia, la quale raramente ha dei limiti.

IMG_1615

IMG_1590

IMG_1591

IMG_1610

Buone Feste e soprattutto buona scelta!