Un museo che è un vero gioiello

A fine dicembre, in concomitanza con la terza grande mostra in basilica, apre il tanto atteso Museo del Gioiello. Racchiuso nello scrigno prezioso della città la Basilica Palladiana che finalmente renderà giusto omaggio alla tradizione vicentina, tutta dorata e brillante!

La città si fondata per secoli e anche adesso, con qualche fatica, sul settore orafo e finalmente ci sarà un luogo interamente dedicato in cui la tradizione entrerà in contatto con l’innovazione, in uno scambio prezioso!

Direttrice del Museo la Professoressa Alba Cappellieri, del Politecnico di Milano, che da anni cura le esposizione nelle diverse edizioni delle fiere dell’oro. Ad aiutarla in questo compito importante altri professionisti del settore, curatori delle varie sezioni del museo, che rimarranno in carica per un bienno.

Aldo Bakker il quale si occuperà della Sala Nuovi Scenari; Gijs Bakker per la Sala Design; Bianca Cappello per la Sala Fusione; Franco Cologni per la Sala Bellezza; Deanna Farneti Cera per la sezione Moda; Graziella Folchini Grassetto per la Sala Arte; Stefano Papi per la Sala dedicata al Simbolo; Marco Picciau e Paola Maria Guerrera per la Sala Magia ed Alfonsina Russo e Ida Caruso per la Sala dedicata alle Icone.

Per gli allestimenti degli spazi è stato incaricato un prestigioso studio d’architettura, lo studio Urquiola nella figura di Patrizia, designer molto apprezzata. Infatti, tra i tanti, uno dei suoi lavori è conservato presso la Fondazione Bisazza di Montecchio Maggiore.

Naturalmente come ogni museo che si rispetti, sarà dotato di un bookshop con tutto ciò che riguarda il mondo dei preziosi.

Dal 24 dicembre 2014 (biglietteria presso quella della Mostra, intero 6 euro, ridotto 4 per studenti universitari maggiorenni fino ai 26 anni e con tessera di riconoscimento, le persone con oltre i 65 anni d’età, giornalisti con tesserino e minorenni. Ridotto speciale a 2 euro per colore che esibiscono il biglietto della mostra in Basilica Palladiana).

a href=”https://thesoulinthemirror.files.wordpress.com/2014/12/gioiello.jpg”>gioiello

Nuova fiera nuova preziosa mostra

È primavera? Parrebbe di si visto che ritorna puntuale la fiera stagionale con i preziosi! Vicenza Oro Spring ritorna alla grande e così le mostre dedicate al gioiello, ma la sede non è ancora pronta, i lavori non sembrano finiti e così dovremmo ancora “accontentarci” di Palazzo Bonin Longare che ospiterà i designer italiani.

Il design italiano incontra il gioiello, la mostra aperta al pubblico da domani 18 maggio e in quella sede fino al 18 giugno, stasera sicuramente la blindatissima inaugurazione riservata al Gotha della società vicentina e non solo…per noi comuni mortali da domani!

Secondo il comunicato ufficiale alla mostra, questa è la più importante e ampia rassegna, percorrendo un arco temporale dagli anni ’50 fino ai nostri giorni. Portando con se tutte le tendenze che la pittura e l’arte ufficiale ha tracciato. La mostra si potrebbe dividere in due momenti: da un lato oggetti inediti esposti per la prima volta, dall’altro una sezione speciale che vedrà oggetti creati per l’occasione e realizzati da artigiani vicentini. I Curatori Alba Cappellieri e Marco Romanelli.

Per questa speciale produzione sono stati chiamati: Federico Angi, Antonia Astori, Cini Boeri, Giorgio Bonaguro, Lorenzo Damiani, Francesco Faccini, Odoardo Fioranvanti, Enrico Franzolini, Emanuela Frattini, Anna Gilli, Laudani&Romanelli, Piero Lissoni, Alessandro Mendini, Paola Navone, Fabio Novembre, Gabrielle Pezzini, Paolo Rizzatto e Marco Zito.

….gli orari?! Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 tutti i giorni