Le porte sono aperte, l’arte vi aspetta!

Dopo tanta attesa finalmente l’11 maggio è arrivato e con il giorno anche l’attesa e la curiosità di capire come si sarebbe svolta una giornata a zonzo per il centro di Vicenza e non solo, quando in realtà sulla carta avevamo un po’ di variabili contro! Il tempo instabile, Vicenza Jazz altri mille e mille eventi, abbiamo tentato e ci è andata molto bene.

Con me naturalmente l’altra curatrice del progetto Petra Cason di olivarescut.it con la quale abbiamo condiviso il momento della conoscenza soprattutto di persone che mai pensano che dietro portoni di palazzi imponenti, in corti un po’ più arretrate rispetto alla strada, in luoghi ex industriali e vicino ad un’arteria cittadina si potesse aprire tanto splendore, donato dal luogo ma soprattutto dalle persone che lo vivono quotidianamente che lo rendono speciale con la loro creatività, la loro forza e quella delle idee a cui danno vita! L’arte infonde questo, come cerca di ricordare il nome stesso del mio blog, la nostra anima si riflette nell’arte come la nostra immagine allo specchio!

Il tour assolutamente libero, noi lo abbiamo cominciato da Contrà San Marco 39 presso la Sartoria Lara Cossér che accoglieva i dipinti di Manuel Pablo Pace e la musica di Enrico Larese Filon…entrambi arrivati dopo che io e Petra, e la carovana,  ci dirigevamo presso il nuovo spazio …  l’imprevedibilità dell’arte! Lara la padrona di casa con il suo bel sorriso ci ha accolto e naturalmente anche coloro che si sono soffermati sul suo lavoro, pezzi unici e ricercati creati assieme alla collaboratrice Irma. I capi proposti in questa occasione sono realizzati con i tessuti di campionario della designer veneziana Mirella Spinella, che infonde ai tessuti la preziosità delle tessere musive e quel sapore che ci trasporta tra gli ori e l’essenze orientali! Manuel Pablo Pace ci conduce in un tuffo nel passato attraverso la sua cinica visione retrò, scenette degne della pubblicità di noti marchi italiani e non degli anni ’50 e ’60, che inneggiano alla donna perfetta che però per esserlo deve probabilmente ricorrere a qualche aiutino! Le sue signore sono modelli di virtù e perfezione creati da una pennellata sicura e accattivante che ha lasciato folgorati molti degli avventori che non aspettavano altro che conoscerlo di persona e farsi condurre nel suo mondo! La Sartoria anche a giornata finita vi aspetta per farsi conoscere senza Manuel però che per sopraggiunti impegni ha lasciato le pareti ad Annamaria Targher che da mercoledì e per le due settimane successive sarà la nuova ospite di Lara! Vi invitiamo pertanto a suonare!

IMG_5606
L’ingresso della Sartoria in Contrà San Marco 39

IMG_5607

Enrico Larese Filon crea l'atmosfera presso la Sartoria Lara Cossér
Enrico Larese Filon crea l’atmosfera presso la Sartoria Lara Cossér
Capsule collection con i tessuti di Mirella Spinella
Capsule collection con i tessuti di Mirella Spinella
IMG_5611
Le opere di Manuel Pablo Pace
IMG_5612
Manuel Pablo Pace
IMG_5613
Manuel Pablo Pace
IMG_5614
Un accoppiamento perfetto l’abilità sartoriale e i dipinti di Pablo

IMG_5615

IMG_5637
quando si parla di “ferri del mestiere”

IMG_5636 IMG_5617 IMG_5618IMG_5621 IMG_5623 IMG_5628 IMG_5632 IMG_5633

 

Io, Lara e Petra… è tempo di lasciarla per andare a trovare gli altri spazi!
Io, Lara e Petra… è tempo di lasciarla per andare a trovare gli altri spazi!

IMG_5644 Ma il tempo è sempre lì a ricordarci che altri luoghi ci aspettano. Tra i curiosi che visitavano la sartoria, una coppia desiderosa di visitare anche il resto, si è unita alla nostra piccola spedizione che a piedi e toccando tutto il perimetro delle antiche mura, approda da Der Ruf in contrà Porta Padova 89! Qui ad aspettarci il trio di artisti…ma aspetta manca la donna del gruppo che arriva dopo poco! Intanto ci accomodiamo per conoscere l’ultima produzione di Giusto Pilan che ci mostra le sue opere pittoriche e le incisioni, opere su carta e tavola che mi colpiscono molto per la sua carica e per la loro matericità! Colori stratificati, colori bruni che si colgono nei loro particolari da vicino per farci così conoscere il mondo e le suggestioni dell’artista. Patrizia Peruffo ci mostra la sua produzione, con dei pezzi nuovi che si evolvono nella vera e propria scultura,  con taccuini composti da fogli che prendono vita e volume, diventano composizione da rimescolare a seconda del nostro stato d’animo. I taccuini si animano con dei segni, tocchi di colore che testimoniano il passaggio verso una grafica che attinge da orienti e portatore di metafore! Forte anche la voce di Mirko Cremasco che crea una performance continua costituita dalla sua voce che ci narra di viaggio! Il tema è proprio questo e lo fa attraverso cinque poesie, lo spettatore poteva trovare sedia e la penombra e poter viaggiare insieme al poeta e tentare di catturare quasi le parole attraverso una fluttuante istallazione con stampate frasi tratte dalle poesie stesse. Ulteriore spinta per viaggiare ed essere assetati di vedere è la presenza del diario del poeta, il quale ha percorso tantissimi chilometri in macchina per compiere il suo personale viaggio. Il luogo ha affascinato moltissime persone, quasi una dimensione distaccata rispetto al centro città con verde e arte, ma con il grande vantaggio di essere al centro! Lì il vento comincia a ululare a muovere le tende a scapigliarci i capelli, a rendere reali molte facce che prima erano solo sui profili fb! Arriva il vento e mi faccio trasportare via verso il terzo spazio. Già a questo punto un vero vento di persone si muoveva da uno spazio all’altro, tutti pronti con il flyer dell’evento a cercare di riconoscere punti della città che vivono quotidianamente e che riscoprono aprendo porte che non hanno mai tentato di aprire! Per tutta questa settimana potete ancora vedere le opere e Der Ruf l telefonando al numero 340 2810242…io ci tornerò di sicuro anche per riprendermi la giacca!

Der Ruf
Der Ruf

IMG_5659

Viaggio - cinque poesie di Mirko Cremasco
Viaggio – cinque poesie di Mirko Cremasco

IMG_5661

IMG_5685

Design di Patrizia Peruffo, recuperate un momento per scrivere un pensiero
Design di Patrizia Peruffo, recuperate un momento per scrivere un pensiero

IMG_5663 IMG_5664

IMG_5666 IMG_5667 IMG_5668 IMG_5669 IMG_5670 IMG_5671

L'album di viaggi di Mirko
L’album di viaggi di Mirko

IMG_5695 IMG_5705 IMG_5711 IMG_5698

Eccoci io e Petra con i tre amici di Der Ruf, dietro abbiamo un infiltrato!
Eccoci io e Petra con i tre amici di Der Ruf, dietro abbiamo un infiltrato!

Più si va avanti più le fila si ingrossano e così anche le nuvole! Terza tappa dell’itinerario Spazio 6 tornando indietro di 650 metri per partecipare all’inaugurazione della mostra Genius Loci di Marco Fogarolo, lo spazio di Attilio Pavin scoppiava letteralmente di persone! Assistiamo tutti alla presentazione e vediamo la mostra composta da fotografie in b/n di luoghi che sono abbandonati all’incuria del tempo e al naturale passaggio della natura. La giornata è cominciata molto presto per loro che hanno indetto una maratona fotografica in cui uno dei temi era anche dedicato agli Open Studio puntata 0! Il progetto fotografico nasce dall’entità sovrannaturale legata ad un luogo, oggi tale parola ha cambiato significato intendendo un insieme di qualità che caratterizzano un posto. La ricerca del fotografo si è svolta in 4 edifici dismessi che avevano un ruolo forte e di impatti in vari aspetti della vita! Spesso legati alla sofferenza animale e umana! Un percorso che ha significato non solo la riscoperta di luoghi che si trovano tutti in Veneto, ma la riscoperta di storie che meritano rispetto e attenzione. Un ex ospedale psichiatrico, un ex manicomio un ex carcere e una fabbrica dismessa. Il formato delle foto orizzontale ha permesso a Fogarolo di inserire tre visioni diverse dello stesso luogo e da infondere pertanto molti significati,  leggendo il soggetto anche attraverso il materiale che è stato abbandonato lì! La presentazione che ha visto una bella presenza di pubblico ma per noi almeno il tempo corre più velocemente ed è arrivato il momento di scappare verso la tappa finale…ricordo che la mostra è aperta fino al 31 maggio dalle 15 alle 19!

10303468_258751707643721_4531488044368990248_n IMG_5730 IMG_5733 IMG_5734 IMG_5794 IMG_5738 IMG_5740

Da Incipit, Strada Ponti di Debba 5 nell’ex polo industriale del Cotorossi, il via vai di gente non si è mai fermato, alcuni infatti hanno deciso di iniziare il percorso proprio da lì, grazie alla pista ciclabile che corre a fianco e raggiungere la città! Qui l’attesa è ormai per lo spettacolo di Davide Dal Pra che chiuderà la serie di iniziative correlate agli Open Studio 2014! Usciti da Spazio6 però il tempo ha avuto un’evoluzione tempestosa, al vento si unisce pioggia e grandine…e fumo si si quello dei tifosi del Vicenza! Con il caos del traffico in tilt dopo il temporale eccoci arrivati da Incipit, nonostante le condizioni avverse del tempo. Per fortuna Davide Dal Pra, avvertito da Petra, ci ha aspettate e così dopo aver fatto un primo giro dentro il meraviglioso spazio e aver constatato che l’ambiente si era amalgamato e  che le sensazioni erano positive, siamo state praticamente buttate sul “palco” da Bruno Lucca, per un piccolo riassunto, per fortuna che c’era Petra! Mi intimoriva tutta quella gente! Interrotte solo per il tempo dello spettacolo, le immagini di Gemelli del Collettivo Jennifer rosa, parte Davide con lo spettacolo in prima assoluta, dal titolo Il cerchio e il lupo. Da ottima spettatrice quale mi reputo, mi sono un po’ defilata per gustarmi uno spettacolo nello spettacolo, le persone che non staccavano lo sguardo da colui che recitava, un cantastorie nato, che rende affascinante e coinvolgente una storia che è degna delle favole morali di Esopo, il quale prendeva spesso come protagonisti animali per parlare invece degli uomini! Qualcuno di noi lì presenti saremo in grado di uscire dal cerchio? Io pensavo su questo, su tutto il pomeriggio, sul tempo che ci aiutava nello spettacolo, regalandoci effetti sonori, con lampi e tuoni nei momenti topici! La serata si è protratta lì da incipit aiutandoci ad un explicit, ma che almeno per alcuni di noi è davvero da considerarsi come un buon inizio! Spinti dall’entusiasmo siamo pronti a ributtarci nuovamente nel progetto, ma questa puntata 0 ha già contenuto tantissimi numeri!

Buon Incipit
Buon Incipit
Le illustrazioni di Valentina Rosset
Le illustrazioni di Valentina Rosset
Gemelli - Collettivo Jennifer rosa
Gemelli – Collettivo Jennifer rosa
Gemelli - Collettivo Jennifer rosa
Gemelli – Collettivo Jennifer rosa
Pronti per lo spettacolo di Davide Dal Pra, alle sue spalle le tele di Bruno Lucca
Pronti per lo spettacolo di Davide Dal Pra, alle sue spalle le tele di Bruno Lucca
Davide Dal Pra durante lo spettacolo Il cerchio e il lupo
Davide Dal Pra durante lo spettacolo Il cerchio e il lupo

IMG_5746 IMG_5752 IMG_5760 IMG_5764

La pittura concettuale di Daniele Monarca
La pittura concettuale di Daniele Monarca

IMG_5766 IMG_5773

Valentina Rosset illustra il suo lavoro
Valentina Rosset illustra il suo lavoro
Le fotografie di Andrea Garzotto
Le fotografie di Andrea Garzotto
Bruno Lucca con l'attrice Patricia Zanco, un vero onore averla tra noi!
Bruno Lucca con l’attrice Patricia Zanco, un vero onore averla tra noi!
Lo studio di Valentina Rosset
Lo studio di Valentina Rosset

IMG_5783

I link alle pagine ci sono, vi invito a scoprirle e a cliccare mi piace o aggiungerli alla lista dei preferiti. Per quanto mi riguarda continuerò a darvi notizia delle attività che si svolgeranno all’interno degli spazi! Quindi se l’arte vi ha aperto le porte voi aprite le braccia all’arte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...