Estemporanea di pittura

Un modo diverso di vivere la natura, a contatto con prodotti genuini? Ma attraverso l’arte!

Domenica 31 agosto presso l’Agriturismo al Castello di Malo, l’Associazione Amici del Colore organizzano un’estemporanea di pittura!

Cosa dovete fare? Presentarvi all’agriturismo alle ore 10 di domenica e restarci fino alle 18.

Per informazioni sui dettagli dell’evento? Contattare l’Associazione!

 

Annunci

Intorno al filo

Sabato 26 ottobre una giornata in compagnia degli artisti che partecipano alla collettiva diffusa Arazzi nei palazzi.

La mattinata comincia alle ore 10 con la Tavola Rotonda presso le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari, che vedrà gli otto protagonisti scambiarsi idee e motivazioni sul ruolo della fiber art! L’incontro è rivolto in particolare a tutte le associazioni femminili e non solo amanti di patchwork, ricamo, quilt art e fiber art.

Alle ore 15 cambio di location, al Museo Diocesano, questi stessi artisti si incontreranno e incontreranno il pubblico in un lavoro di cooperazione e dimostrativo delle loro abilità, con suggerimenti e idee, quindi a disposizione dei curiosi e appassionati.

 

Brandamaglia

Venerdì 11 ottobre una performance lunga come tutta la giornata, infatti per curiosi e appassionati, nellìambito di Abilmente 2013 e in particolare della mostra Arazzi nei palazzi, è possibile assistere alla performance dell’artista – filosofo Luciano Ghersi.

L’incontro è presso la Loggia del Capitaniato di Piazza dei Signori con l’istallazione Global Home Brandamaglia. Per realizzare questa personalissima tessitura si useranno strumenti e materiali diversi dal telaio e dal filo, sciarpe, cappelli, collane e i più svariati accessori con lane di scarto e di recupero casalingo.

Alla performance parteciperanno studenti, disabili e operatori delle cooperative sociali.

Ingresso ovviamento omaggio.

Trame (in) palazzo

Non vi preoccupate! Non vi parlo certo della miriade di guerre intestine che interessano i palazzi, non solo di Vicenza, ma dell’universo mondo! Ma parlarvi della mostra diffusa che da un lato vedrà la tappezzeria, chiamati arazzi in Italia che arricchiranno il grande patrimonio architettonico cittadino.

Arazzi nei palazzi, il 5 ottobre apre i battenti, titolo orribilmente cacofonico che minimizza e appiattisce una mostra che sarà ricca di sfumature (non solo rispetto alla ricca gamma cromatica dei tessuti), la presenza di artiste simbolo di quest’arte che rende il Veneto una fucina di veri talenti! Arazzi è un nome esclusivamente italiano, quando la vedono scritta, i nostri visitatori stranieri non riescono a trattenere una risata. Quando, anche per ragioni lavorative pronunciamo il titolo, viene automatico attribuirgli Sti caz…!

La rassegna nata nell’ambito della Fiera Abilmente, in programma dal 17 al 20 ottobre 2013, un appuntamento che nel corso degli anni è cresciuto da diventare il punto di riferimento per il settore della creatività.

Personalmente ho visto due edizioni, la prima entusiasta, la seconda un po’ più deludente e per mancanza di interesse e voglia, non sono ritornata. Entrambe le volte la mia dolce metà si univa alla fila di malcapitati mariti/fidanzati/compagni con fiducia nello scorrere del tempo, per uscire dalla folla di spettatrici invasate e totalmente coinvolte dalla manualità femminile.

Indubbiamente nel corso degli anni c’è stato un notevole aumento della riscoperta di un sapere antico, naturalmente con qualche novità più fresca. Ma che ne posso sapere io, lavoro poco a punto croce, malissimo a maglia è giusto so attaccare un bottone.

Tornando alla mostra, la tessilità sarà al centro dell’esposizione abbinata alla fiera, la maggior parte delle esposizioni saranno visibili fino al 27 ottobre, una fino all’8 dicembre, vediamo i luoghi e le artiste abbinate:

  • Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari: Renata Bonfanti e Sandra Marconato (fino all’8 dicembre);
  • Palazzo Cordellina: Luciana Costa Gianello;
  • Palazzo Barbaran da Porto: Attiliana Argentieri Zanetti e Luciano Ghersi;
  • Loggia del Capitaniato: Luciano Ghersi;
  • Palazzo Bonin Longare: Teodolinda Caorlin;
  • Museo Diocesano: Wanda Zamichieli Casaril;
  • Complesso Monumentale di San Silvestro: Marisa Bandiera Cerantola

7 luoghi per 8 artisti, alcuni partono dal filo per rimanere attaccati all’uso di quel materiale, altri invece si slegano per tessere altro…nomi di rilievo a livello internazionale. Durante il periodo di mostra sono inoltre previsti altre attività anche ludico didattiche e di espressività manuale, dedicati a grandi e piccoli:

Presso il Museo Diocesano verrà allestito un atelier permanente e durante la mostra, tutti i mercoledì (9 -16 – 23 ottobre) laboratorio di macramè; tutti i giovedì (10 – 17 – 24) laboratorio di patchwork; tutti i venerdì (11 – 18 – 25) laboratorio del feltro; tutti i sabati (5 – 12 – 19 – 27) e le domeniche (6 – 13 – 20 e 27) laboratorio di tessitura. Gli incontri del mercoledì e del giovedì avranno luogo il pomeriggio dalle 14 alle 17.30 – mentre dal venerdì alla domenica mattina 10 – 12.30 e pomeriggio 14 – 17.30;

Per info chiamare il numero 0444 808420.

Sempre al Museo Diocesano domenica 6 ottobre sono previste delle visite per tutta la famiglia, comprendenti anche le collezioni tessili già proprietà del museo, a cura dei servizi educativi, ma anche un laboratorio dal titolo Per fare la seta ci vuole il bozzolo … per fare il bozzolo ci vuole il baco in collaborazione con l’Associazione TRAMA. Per questa attività è obbligatoria la prenotazione per un massimo di 20 persone al numero 0444 226400 oppure la mail del museo: museo@vicenza.chiesacattolica.it

Nelle vetrine della Libreria Galla la mostra Fotolibro realizzata in collaborazione con il Coordinamento tessitori.

Altri laboratori sono attivi presso le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari a cura della sezione didattica, quattro pomeriggi, a cura di Donata Ariot, per scrivere sui fili: orditi e trame. Gli incontri di 3 ore ciascuno, prevedono una breve presentazione della mostra e successivamente il momento manuale.

13 ottobre ore 15:

  • la cardatura: alla scoperta dell’arte della lavorazione della lana, dalla fibra grezza al fiocco (in collaborazione con l’Associazione TRAMA);
  • Il filo può farsi figura di tante figure: la linea del barocco (esperienza tessile con carta twist -art).

20 ottobre ore 15:

  • la cardatura: alla scoperta dell’arte della lavorazione della lana, dalla fibra grezza al fiocco (in collaborazione con l’Associazione TRAMA);
  • scrivere sui fili. Il contrasto cromatico complementare. ritmi e musicalità (il telaio come luogo dell’immagine).

10 novembre ore 15:

  • Il filo può farsi figura di tante figure: la linea del barocco (esperienza tessile con carta twist -art).

24 novembre ore 15;

  • scrivere sui fili. Il contrasto cromatico complementare. ritmi e musicalità (il telaio come luogo dell’immagine).

Appuntamenti rivolti a tutti e su prenotazione obbligatoria al num verde                800 578875 (max 20 persone).

Ukulele in salsa di Tramontana

Non vi rassegnate all’autunno? Volete riportare il sole nelle vostre vite? Dimenticati che siete a Vicenza e non a Honolulu?

Bè per un po’ di tempo potete trasformare la vostra città in un angolo di Hawaii con un corso per gli appassionati e i curiosi della pulce saltellante, a Caldogno ogni anno viene organizzato un Festival per celebrarlo e perchè non esercitarsi e magari calcare le scene il prossimo???

Alla Guest House – Casa La Tramontana di Altavilla Vicentina ecco L’introduzione all’Ukulele in sei lezioni. La Guest House è stata recentemente inserita in una delle rubriche dedicate ai posti da non perdere della rivista Elle di Ottobre!

Il primo previsto per il 19 ottobre un sabato dalle 15 alle 16,30; secondo per mercoledì 23 ottobre dalle 21 alle 22,30; la terza il 30 ottobre dalle 21 alle 22.30; il quarto mercoledì 13 novembre dalle 21 alle 22,30 e l’ultimo il 20 novembre dalle 21 alle 22.30!

Durante il corso sarà offerta una degustazione di the e tisane per rendere ancora più piacevole l’incontro; il costo di 6 lezione è 120 euro (un minimo di 5 persone e un massimo di 16), il prezzo comprende il blocco per appunti musicali e penne; lo strumento sarà messo a disposizione dall’insegnante.

Il corso è condotto da Mimmo Peruffo e le adesioni devono pervenire entro il 15 ottobre e sarà avviato al raggiungimento minimo, per iscriversi o per ulteriori informazioni, si può mandare un sms o chiamare al numero 3381744973 oppure al 0444370579.

Il 22 novembre a corso già concluso è prevista alle 19.30 alla Guest House una serata da menu portoghese e hawaiano che ripercorre i luoghi dell’ukulele

Ambra in sfere

Siamo quasi alla fine della rassegna, Libri da Cortile, con il libro di Giorgio Caponetti Due belle sfere di vetro ambrato.

Il libro inizia nel ‘400, quando un bimbo è esposto presso la ruota del convento delle Clarisse, la prima caratteristica del neonato è la sua bruttezza che gli fornirà anche il nome Pavaro, ovvero papero. Ma il destino darà invece allo sfortunato trovatello un altro avvenire, donandogli una straordinaria abilità di cavallerizzo. Ma dalla Venezia dell’inzio del ‘400 si passa alla Venezia di oggi, tutta da scoprire.

L’autore torinese, classe 1945, la vita gli fornirà tante vite, dalla compilazione del Dizionario degli autori, a pubblicitario, per poi abbandonare tutto per dedicarsi all’allevamento di cavalli, regista e documentarista sempre nel campo equestre. Insegna ippologia all’università e si è trasferito con la famiglia in Tuscania.

Appuntamento per il 17 luglio alle ore 20.30 nel Cortile di Palazzo Festari a Valdagno (in caso di maltempo in Sala Soster)

FuoricOntesto

Tra arte contemporanea e il concorso di cortometraggi, il 21 giugno si creano in città altri appuntamenti speciali! Notte europea della Musica, Letti di notte, chi più ne ha più ne metta!

Per questa iniziativa sono due le location, vicinissime, il Teatro Astra e il Cantiere Barche 14!

Vediamo nel dettaglio il programma di una giornata che comincia dalle ore 17!

Primo appuntamento proprio alle ore 17 con l’arte di Gabriele Brucceri presso Cantiere Barche 14. L’artista vicentino dopo il diploma presso il Liceo Martini, si trasferisce a Bologna dove frequenta l’Accademia prima con indirizzo pittura e successivamente grafica. Durante gli anni bolognese, una piccola ma significativa parentese è costituita dall’esperienza Erasmus a Bercellona. Ecco il sito.

L’appuntamento successivo è previsto per le ore 18 al Tetro Astra, con la musica. Vertical + aperitivo e degustazioni e l’esposizione delle fotografie del club 50MM.

Alle 20 sempre al Teatro Astra è il momento della danza, con Radici Aeree.

Alle 20.30 al Cantiere barche 14 la performance di danza Humangame.

Mentre alle 21 al Teatro Astra, momento di teatro con Din Don Down, mentre nella  stessa sede alla ore 22 il video 48 ore – proiezione cortometraggi.

Alle 23 ancora al Cantiere Barche 14, per un momento di performativo dal titolo Fragile.

La serata in zona barche è a cura di Cineradagi e Milagrofilm

Come fotografare?

Nuovo appuntamento a San Silvestro, questa volta non musica ma una sorta di workshop, con il fotografo Attilio Pavin, uno dei protagonisti dell’esposizione ora in programma appunto a San Silvestro!

Alle ore 20,30 di venerdì 7 giugno Attilio Pavin vi aspetta armati di macchina fotografica per il seguente incontro, Come fotografare: riprese fotografiche delle sculture nell’interno di San Silvestro. Ingresso libero.

Imparare a comporre

Sesto appuntamento in Conservatorio, questa volta giovedì 16 maggio dalle ore 10 alle 13, presso la Sala prove, il Prof. Pierangelo Valtinoni, compositore e docente al Conservatorio di Vicenza insegnerà a Comporre un’opera per e con i ragazzi.

Anche quest’incontro è a ingresso libero

Conservatorio di Musica di Vicenza “A. Pedrollo” Contrà San Domenico, 33 Vicenza. info: 0444 507551 http://www.vi.conservatoriomusica.it

Obiettivo paesaggio

Oggi giorno di vacanza e voglia di cilare (in calabrese vuol dire camminare e il camminare in macchina potrebbe essere lo sport regionale calabrese) , ma anche un po’ a piedi. La riviera berica, dalla parte opposta in cui vivo, simbolo non solo della lunga strada che la percorre, ma territorio popolato da fabbriche abbandonate per poi essere recuperate, grandi distese di prati e di grano in via di maturazione, che salgono verso i colli, piccoli borghi caratterizzati da ville incantevoli e piccoli scorci…ma anche i filari dei vigneti, che disegnano il terreno e il paesaggio! Oggi due passi a Costozza, per scattare e instagrammare alcuni piccoli e poetici particolari. Il paesaggio può essere indagato da ognuno di voi e con la proposta che vi sto per fare potrete trovare lo stimolo giusto per cominciare. Infatti sabato 18 e domenica 19 maggio è in programma un workshop molto interessante che si focalizza proprio sul paesaggio nostrano, un paesaggio quello del nord est di ispirazione per artisti come Giorgione, Tiziano, Bellini, Montagna e molti altri che sta lentamente sparendo sotto metri cubi di cemento, per gli shopping center, parcheggi, autostrade, tangenziali, fabbriche ecc…. L’argomento è di estrema attualità, Settis lo inserisce continuamente nei suoi interventi, Daverio nell’ultima visita a Schio lo ha visto e interpretato come un riscatto nei confronti dei vecchi siori..e anche un giornalista vicentino come Gian Antonio Stella proprio nel libro Vandali – l’assalto alle bellezze d’Italia dedica il sesto capitolo all’argomento, cito “Un blocco di cemento di 1070 metri cubi: è questa la <<dote>> portata alla provincia di Vicenza, una delle più industrializzate d’Italia, da ogni abitante in più dell’ultimo decennio del Novecento. Crescita demografica: più 52.000 abitanti, pari al 3%. Crescita edilizia: più 56 milioni di metri cubi, pari a un capannone largo dieci metri, alto dieci e lungo 560 km….”insomma potremmo andare avanti all’infinito..

Il workshop in oggetto si pone quindi di indagare il disagio del territorio veneto nel tentativo di  ritrovarlo e magari aggiungo io di riappropriarcene! Il workshop è rivolto a tutti coloro che vivono la fotografia in maniera professionale, chi è interessato a realizzare un progetto fotografico di ampio respiro sul territorio.

La quota di iscrizione è di 150 euro e si richiede una dotazione professionale e un laptop per la giornata di produzione, per l’iscrizione ecco il link , per partecipare è necessario presentare un portfolio di almeno 5 immagini (800×600 px 72 dpi) e inviarlo a uno degli organizzatori che sono: Marco Zorzanello  info@marcozorzanello.com , Andrea Garzotto info@andreagarzotto.com, Francesco Tretto francescotretto@me.com. Il Workshhop si svolgerà in due weekend, il 18 e 19 maggio in cui si alterneranno lavoro di studio a momenti all’aperto, e sabato 25 maggio, con lezione conclusiva di postproduzione e la sera in cui verranno presentati i lavori con un evento aperto al pubblico. La parte di laboratorio in studio pre lo spazio Incipit di Strada Ponti di Debba, n. 5 ovvero l’ex cotonificio Rossi, trovate la pagina fb eccola qui.

Gli organizzatori hanno tutti dei profili professionali molto importanti e che garantiscono professionalità e serietà, Marco non è nuovo del mio blog ha esposto e condotto workshop di successo anche presso la sede museale di Banca Intesa San Paolo, Palazzo Leoni Montanari a Vicenza. Andrea Garzotto è architetto e fotografo freelance, mentre Francesco Tretto è graphic designer freelance, ha collaborato con diverse agenzie e aziende specializzandosi nella stampa tipografica apprendendo gli aspetti tecnici…insomma anche loro sono tutti da scoprire! Cilate  ciliate a indagare il paesaggio!