Festambiente Tredicesima Edizione

Tra gli appuntamenti irrinunciabili dell’estate a Vicenza la Tredicesima edizione di Festambiente in programma naturalmente al Parco Fluviale Retrone zona Ferrovieri a Vicenza. Il tema di quest’anno ruota attorno alla frase di Fëdor Dostoevskij

la bellezza salverà il mondo

Tanti gli appuntamenti e le attività che si svolgeranno nell’area. Con i seguenti temi: la tutela del paesaggio, la valorizzazione dell’agricoltura sociale, l’opposizione agli OGM, la lotta contro le mafie e la corruzione e il riconoscimento dei reati contro l’ambiente. Ancora si parlerà di alimentazione etica, consumo critico, solidarietà sociale ed internazionale ma anche di lavoro. Nel dettaglio alcuni eventi, naturalmente per il programma completo vi invito a consultare il sito dell’evento.

MARTEDÌ 24 GIUGNO

Alle ore 16.30 Brindisi inaugurale con il Presidente di Legambiente Veneto Luigi Lazzaro e il Presidente di Festambiente Adriano Verneau.
Tra la partita Italia – Uruguay e altre attività, alle ore 19 nel backstage del Palco Principale si inaugura Art Ambiente mostra sul riciclo a cura di Spazio Nadir. La mostra rimarrà aperta Martedì e Mercoledì;

Alle ore 20 e fino alle 21.30 presso lo spazio Agorà Ambiente e Territorio si parla de La Comunicazione efficace nella ricerca del lavoro con Silvia Savio;

Alle ore 21.30 nella zona palco Batuque Branko. Scuola di percussioni fondata dai maestri Marco Catinaccio e Valerio Galla. Con Ivan Trevisan, Nina Ves, David Soto Chero, Pasquale Cosco e Stefano Basso.

MERCOLEDÌ 25 Giugno

La giornata al Parco comincia nel pomeriggio di mercoledì dalle ore 15. Workshop, laboratori, giochi, ricette di cucina vegan, yoga e aiuto per la ricerca del lavoro. Dalle 19 è aperta la mostra sul riciclo curata da Spazio Nadir.

Alle ore 20 presso l’Agorà Ambiente e Territorio si parla di Giovani, valorizzazione del territorio e nuove opportunità, esempi virtuosi di green economy con i fondi europei, un passo oltre la crisi! Con Danilo Mirandola, esperto dello sviluppo rurale, un referente di GAL Terra Berica e un rappresentante dell’azienda agricola Piovene Porto Godi Alessandro SS;

Alle ore 20.30 presso la Sala Conferenze Libera Veneto e Legambiente Vicenza presentano Oltre la terra dei fuochi con Michele Buonomo Presidente di Legambiente Campania, Peppe Pagano responsabile di NCO, Antonio Maria Mira caporedattore de L’Avvenire, Roberto Tommasi coordinatore regionale Libera – Associazioni;

Alle 22 ci si sposta presso l’area del palco principale per ascoltare ritmi, canti e balli dal Senegal e dall’Africa Occidentale con l’associazione Africa Chiossan.

GIOVEDÌ 26 Giugno

Anche giovedi 26 giugno è un giorno pieno di attività che iniziano dalle ore 17 e sono destinate a tutte le età.

Dalle ore 20 presso la Sala Conferenze si parla di Dal Friuli all’Europa che futuro per l’OGM in Italia? Con Giovanni Tamino docente di Biologia all’università di Padova, con la Dott.saa Elisabetta Tropea Commissario Capo del Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato, Roberto Garbin rappresentante di Coldiretti Vicenza, Davide Sabbadin responsabile agricoltura Legambiente Veneto, l’incontro è moderato da Francesco Bortolotto insegnante presso il Rossi di Vicenza e tra i fondatori di Legambiente .

Sempre alle ore 20 presso lo spazio Agorà Ambiente e Territorio si parla di riutilizzo di beni per le risorse naturale del progetto PRISCA.

Alle ore 22 è ora del concerto presso il palco principale con Massimo Volume.

VENERDÌ 27 Giugno

Come per i giorni precedenti il Parco apre alle 17 con numerose attività. Tra quelle che segnalo alle ore 21.30 in occasione del Forum Nazionale dell’Agricoltura Sociale si terrà il concerto Il Canzoniere Vicentino con musiche della tradizione popolare contadina veneta con due brani del Maestro Lievore.

Alle 22.45 presso il palco principale il concerto de Lo Stato Sociale con l’album L’Italia Peggiore.

SABATO 28 Giugno

Nel week end il Parco Fluviale Retrone apre alle ore 9 con attività di yoga e biciclettate in altri luoghi della città, laboratori e dopo pranzo attività all’aria aperta.

Alle ore 18.30 presso la Sala Conferenze si svolgerà l’incontro dal titolo Quale futuro per Vicenza: recupero del patrimonio sfitto o devastazione ambientale? Se ne parlerà con l’urbanista Fernando Lucato con l’Assessore alla progettazione e sostenibilità urbana del Comune di Vicenza Marco Antonio Dalla Pozza, con Davide Primucci del Comitato Pomari. Modera il dibattito il giornalista Giulio Todescan.

Alle 22.30 presso il Palco principale il concerto di Sir Oliver Skardy & I fatti quotidiani vs Marco Furio Forieri & Ska-J.

DOMENICA 29 Giugno

Ultimo giorno di Festambiente e dal mattino tante attività vi aspettano, dalla Marcia non competitiva, a momenti per scoprire i trattamenti sguardi e yoga, nonché altri tipo di esercizi.

Alle ore 20.30 segnalo un appuntamento presso la Sala Conferenze organizzato da Libera Veneto e Legambiente Vicenza dal titolo Chi inquina, abusa e corrompe, paghi. Con Enrico Fontana direttore nazionale di Libera, Antonio Pergolizzi coordinatore dell’osservatorio Ambiehte e Legalità di Legambiente, Ivan Cicconi direttore di ITACA. L’incontro è moderato da Gianni Belloni.

Alle 22.30 sul palco saliranno gli Sweet Life Society, electro -swing band.

20140622-143245-52365217.jpg

Annunci

Festambiente: il gran finale

La domenica è arrivata e sancisce la chiusura della Festa.

Alle 17.30 l’incontro con l’autore del libro Italia desnuda. Percorsi di resistenze nel paese del cemento, con Francesco Vallerani. Parlerà con lui Fabrizio Panozzo UNIVE e l’incontro è moderato dal filosofo italo-francese François Bruzzo.

Alle ore 19 il protagonista del dibattito sarà Andrea Zanzotto e il paesaggio. Partecipano Adone Brandalise Unipd, Enio Sartori Unipd, con le letture di Giovanni Todescato. Modera François Bruzzo.

Alle ore 20.30 un altro dibattito dal tema Salviamo il paesaggio bene comune. Con gli interventi di Eric Trevisiol e Laura Fregolent IUAV, Mauro Pasquall presidente Slow Food Veneto, Franco Farinelli Unibo, modera Lorenzo Stefani, presidente WWF Vicenza.

Festambiente chiude in musica con DON PASTA, FOOD SOUND SYSTEM.

Sabato Festambiente

Il pomeriggio di riflessione del Sabato di Festambiente, comincia alle 17.30 con la riflessione, L’enigma della bellezza, interverrà Franco Rella Università di Venezia.

Alle 20.30 invece il tema del dibattito sarà Illustrazione della proposta di disegno di legge sulla bellezza di Legambiente. Interviene Rossella Muroni, Sandro Polci di Legambiente Nazionale, modera Aldo Prestipino presidente Festambiente Vicenza.

Alle 22.30 il momento musicale è con La banda di Piazza Caricamento, un ensemble di giovani dalle più disparate provenienze, fondono ritmi cubani e africani, il rap. Per alimentare l’impianto acustico si cercheranno durante la serata dieci pedalatori volontari.

Dalle 23.30 i cortometraggi che tratteranno del consumo critico e sulla salute.

Naturalmente il Festambiente è questo e molto altro!

Festambiente: 28 giugno!

Il 28 giugno, altro giorno di Festambiente:

Alle 17.30 si svolgerà il primo incontro della giornata dal tema Progetto Conurbant. Il piano d’azione per l’energia sostenibile del Comune di Vicenza, l’incontro è a cura dell’Assessorato all’ambiente e delle Politiche comunitarie del Comune di Vicenza.

Alle 19, nello spazio Agorà ambiente e territorio il tema dell’incontro sarà Per fare la sostenibilità…ci vuole un albero! La certificazione ambientale della gestione forestale “sostenibile”. Esempi virtuosi e testimonianze della filiera nazionale e locale del legno a km 0. Con un rappresentante di PEFC Italia, Diego Florian di FSC Italia, Giustino Mezzalira di Veneto Agricoltura, un rappresentante di Consorzio Progetto Legno Veneto, Giovanni Carraro Unità di Progetto Foreste e Parchi Regione Veneto, Antonino Morabito Legambiente, Miria Righele Servizio Forestale Regionale Vicenza e Matteo Righetto di CSQA Certificazioni srl.

Alle 19 è la volta della musica, sul palcpo agorà solidarietà sociale e internazionale i The Black Sheep, una delle band rock vicentine, che sta facendo parlare di sè.

Alle ore 20.30 altro dibattito dal tema Lavorare per vivere o morire per lavorare? Incontro sull’ILVA di Taranto con l’intervento di Francesco Rizzo UBS ILVA, Liza Boschin e Vincenzo Guerrizio, giornalisti RAI di Presa Diretta. Modera Marco Frattoddi, direttore La Nuova Ecologia. Alla stessa ora altro dibattito allo spazio agorà solidarietà sociale e internazionale, ci sarà la presentazione del libro Il memoriale della Repubblica di Miguel Gotor. L’autore ricostruirà con Carlo Fumian UNIPD e Alba Lazzaretto, storica del movimento operaio, i rapporti di potere nell’Italia degli anni ’70 a partire dal memoriale di Aldo Moro. Evento proimosso da ISTREVI.

Alle 22 evento musicale con gli ORCHESTRACUSTICA Ensemble unico composto da 25 chitarristi acustici diretti da Roberto Dalla Vecchia. Alle 22.30 sarà la volta di BACIAMOLEMANI, band siciliana che mescola il folk/ska.

Alle 23.30 nuovo appuntamento con i corti, con una serie di cortometraggi sul tema del territorio e dell’ambiente. In collaborazione con Clorofilla Film Festival.

Un giovedì Festambiente

Terzo giorno di Festambiente.

Il pomeriggio ambientale comincia alle 17.30 con l’incontro con un autore. Alfredo Meschi presenta il libro 1000 modi per cambiare vita ed essere felici, Aam terranuova Edizioni.

Alle 19 il concerto comincia in anticipo con i Tetrachordcelloquartet, ovvero un quartetto di violoncelli che rivisita la musica in chiave swing con musiche tratte dal classico e barocco.

Alle 20.30 il nuovo dibattito dal tema Lotta alle droghe e fallimento storico del proibizionismo. Incontro con Marco Perduca Associazione Luca Coscioni e Cinzia Morgani giornalista.

Alle ore 22 momento teatrale con Teatro Lineamenti. Nuovi volti e confini delle mafie di e con Consuelo Cagnati e Andrea Maurizi, Teatro delle Condizioni Avverse.

Alle 23.30 ancora cortometraggi dedicati alla solidarietà sociale e internazionale, all’ambiente e al territorio. la serata è organizzata in collaborazione con Clorofilla Film Festival.

Mercoledì 26. Festambiente

Il pomeriggio comincia alle 17.30 con il dibattito dal tema Scrivere di mafie al Nord – Est. La presenza delle mafie in Veneto: il ruolo dell’informazione. Ne parlano Monica Zornetta giornalista e scrittrice, Giovanna Viafora giornalista del Corriere del Veneto, Gianni Belloni giornalista dell’Osservatorio Ambiente e legalità. Interviene in videoconferenza: Giovanni Tizian giornalista e scrittore.

Alle ore 18.30 altro dibattito dal tema La lotta alla corruzione, per far ripartire il futuro. La campagna Riparte il futuro e la legge anti-corruzione, dopo 100 giorni di Legislatura. Ne parlano Davide Mattiello deputato e “braccialetto bianco”, Antonio De Poli senatore e “braccialetto bianco”, Andrea Campinoti sindaco di Certaldo e presidente Avviso Pubblico, Alberto Vannucci direttore del Master APC di Pisa per la lotta alla corruzione e mafie. Coordina: Anna Milan giornalista RadioRai.

Alle ore 21 sul palco principale l’incontro con Rosario Crocetta, che parlerà con Santo Della Volpe, giornalista RAI e presidente di Libera Informazione.

Alle 22 è l’ora del concerto con gli Idraulici del suono, musicisti dei Balcani.

Alle 23.30 l’appuntamento con Filmabiente Corto Notte. Dedicati al consumo critico  alla salute.

A domani

Festambiente XII edizione

Come potrebbe essere estate senza Festambiente!

Dal 25 al 30 giugno al via la XII edizione che si arricchisce ancora di più, perchè sancisce l’inizio della I edizione di Festa LIBERA Veneto.

Martedì 25 primo appuntamento con il dibattito è alle 18.45. Alle 18 avverrà l’inagurazione ufficiale di Festambiente Vicenza!

Tema del primo incontro sarà Beni confiscati, impresa bene comune e modello cooperativo. Interverrà Francesca Rispoli direttrice di Libera, Enrico Quarello responsabile Attività e Rapporti con il Territorio di Coop Adriatica, Giuseppe Caruso direttore dell’Agenzia Nazionale Beni Confiscati, Salvatore Gibiino presidente Coop.Pio La Torre. Coordina Erminia della Frattina de Il Sole24ore.

Alle 21, importantissimo appuntamento con Don Luigi Ciotti, con Francesca Rispoli.

Mentre la serata prosegue con la musica alle 22.30, sul palco principale ci sarà David Peron in Concerto. Musicista cantautore vicentino ha scritto e composto l’inno di Libera Veneto.

Alle 23.30 cominciano i corti, che ogni sera saranno in programma una serie di Cortometraggi. Quelli di oggi in collaborazione con Libera Veneto.

Munnizza di Andrea Satta, del 2012, della durata di 17 minuti.

Damiano. Al di là delle nuvole iniziano i sogni, del 2012 e della durata di 15 minuti.

La cultura si coltiva e si tutela: 24 giugno

Ultimo giorno di Festambiente e ancora tante iniziative. Segnalo alle 19 il consueto appuntamento con i palchi acustici e in particolare con il Triodegradabile e Susanna Olson. E il concerto finale alle ore 22 Good vibe styla, musica raggae!
Naturalmente nel corso della giornata, dibattiti, attività per bambini e lo spazio bio.

la cultura si coltiva e si tutela: 23 giugno

Altro giorno, che inizia presto… sabato già dalle 10.30 sono in programma dibattiti e esperienze per bambini e adulti in modo nuovo di vivere la natura. Ma io vi segnalo invece alle ore 18.45 spazio dibattito la presentazione del libro C’è chi dice no. Dalla leva all’aborto. Incontro su l’obiezione di coscienza e diritti negati con la scrittrice Chiara Lalli e Filomena Gallo Segretaria Nazionale dell’Associazione Luca Coscioni.
Ore 19 Concerto aperitivo con i LO & BSPM QUARTET  e dopo PINO BOLLA E GLI ALTRI QUATTRO. Un’altro concerto è in programma alle 22 con i LOMBROSO. Alle 24 il consueto appuntamento con il cinema oggi Genuino Clandestino, del 2011 diretto da Nicola Angrisano, racconta dei coltivatori, agricoltori e artigiani uniti nella difesa dell’agricoltura contadina.

La cultura si coltiva e si tutela: 22 giugno

Altro giorno altro argomento!Venerdì 22 giugno!
Ore 18.45 Spazio dibattito + forum teatrale ovvero Catene Violente, drammartizzazione teatrale con coinvolgimento del pubblico sul tema della violenza sulle donne. Lo spettacolo è a cura del Centro Capta Onlus di Creazzo.
Ore 19 musica e aperitivo con Jack Cantina e Sbartze Khatzen
Ore 22 si balla con la pizzica e la musica tradizionale salentina con Officina Zoè…da scatenarsi praticamente!!!
Ore 24 il film Il pianeta verde, il film del 1996, affronta in chiave umoristica i problemi e le patologie del nostro mondo.