Atipografia – L’arte contemporanea con un nuovo stampo

La crisi aguzza l’ingegno? La voglia di creare luoghi in cui creare nuove occasioni per unire l’arte contemporanea ed edifici che hanno una memoria, di persone e di mestieri.

Ad Arzignano ad esempio, nei mille metri di una ex tipografia ottocentesca collocata nel centro storico della cittadina, diventa un nuovo spazio per mostre, incontri, concerti d’autore, spazi per conferenze e workshop e inoltre una nuova web radio. Quando si dice sfruttare pienamente lo spazio! Atipografia sta arrivando!

Il nuovo polo di arte si troverà in Piazza Campo Marzio 26, grazie all’iniziativa della curatrice Elena Dal Molin e di Andrea Bianconi, artista di fama internazionale che oltre come socio fondatore di Atipografia inaugura la mostra Tunnel City.

Mostra e spazio inaugurano questa nuova avventura, sabato 15 novembre alle ore 18 e fino alle ore 22, appunto con la mostra dell’artista arzignanese, che ha opere nelle collezioni internazionali più prestigiose. Il tunnel diventa in questo contesto una

metafora delle infinite possibilità di azione del reale

Valore aggiunto, durante l’inaugurazione ci sarà la presenza degli studenti del Liceo Artistico Statale “Umberto Boccioni” di Valdagno che reinterpreteranno l’opera performativa che Bianconi portò alla Vª Biennale di Mosca nel 2013.

Atipografia sarà a tutti gli effetti un’associazione onlus che troverà i suoi sostenitori tramite le donazioni e il numero di tessere degli associati. Lo spazio sarà pertanto di volta in volta modificato e personalizzato dagli artisti invitati. Il programma annuale è fitto e sarà scandito da 4 mostre personali, una mostra mercato in primavera, un premio per giovani designer e infine una collettiva. Un’offerta ricca. Alcune attività sono già stabilite, ma prima conoscete sabato il nuovo spazio che darà all’arte contemporanea un nuovo stampo ed un nuovo carattere.

Atipografia

 

 

Annunci

Sguardi poetici

Poesia ed arte, quale binomio più azzeccato? Ed eccovi un appuntamento per Sabato 15 novembre da De Munari Servizi per l’arte, nell’ambito della mostra Sguardi vicentini.

Il pomeriggio inzia alle ore 17.45 e sarà presentato il volume Un altro veneto, una selezione di poesie in dialetto veneto, tra cui sono inclusi anche i vicentini Nerina Noro e Fernando Bandini. A parlare dell’argomento saranno presenti gli autori Matteo Vercesi e Maurizio Casagrande, il poeta Luciano Caniato e Simone Martinello. Ospite d’eccezione la poetessa Alessandra Piccoli

Sabato 15 novembre Contrà Vescovado 13

locandina-un-altro-veneto