Indio

Le coppie innamorate, oltre che reciprocamente, anche della montagna, potranno trovare nell’appuntamento di questa giornata smielata un buon compromesso. Alle ore 18 da Galla ci sarà la presentazione del libro di Franco Perlotto Indio. Basato sulla sua storia, il libro è ambientato negli anni ’70 in Amazzonia con Bruno Gramòlon in arte Urimàn, o meglio, chiamato così dagli indigeni del luogo. Era prima professore di matematica in paese in del vicentino.

Come continua, andate da Galla venerdì 14 febbraio e scopritelo! Ore 18 ingresso libero Galla Caffè Primo Piano

 

galla

Illuminiamoci senza consumare troppo

Dieci anni di M’illumino di meno, l’iniziativa di sensibilizzazione contro gli sprechi! Anche Vicenza aderisce all’iniziativa con un appuntamento che coinvolge l’intera cittadinanza!

Venerdì 14 febbraio non è soltanto San Valentino ma anche una festa più profonda! E vediamo come possiamo passarla da cittadini virtuosi.

Le iniziative si svolgeranno dalle 14 del pomeriggio e fino alle 18 passate, le prime quattro ore si svolgeranno presso il Palazzo delle Opere Sociali con un seminario di confronto intitolato Tra carcere e città a partire dalle problematiche dei detenuti con dipendenze – La città dentro la città fuori. Incontro organizzato dal Ser.T di Vicenza. Partecipazione gratuita per informazioni e prenotazioni sert.vicenza@ulsssvicenza.it oppure telefonate al 335 8014094 ecco la scaletta degli interventi:

  • Saluti dell’Amministrazione comunale;
  • Perché un documento del Ser.T sul carcere? Giuseppe Chemello, Responsabile U.O.;
  • Cos’hanno da dirsi oggi carcere e città? Pietro Buffa Provveditore Amministrazione penitenziaria del Triveneto;
  • Curare la dipendenza nel tempo della pena. Leopoldo Grosso Vicepresidente Gruppo Abele di Torino;
  • Siamo più sicuri se isoliamo i problemi. Vincenzo Balestra Direttore Ser.T Vicenza;
  • Essere volontari nella città dentro nella città fuori. Don Agostino Zenere Cappellano Casa Circondariale di Vicenza;
  • La città, la rete, la comunità. Isabella Sala, Assessore alla Comunità Comune di Vicenza;
  • Interverranno inoltre Stefano Tolio, Direttore Sanità penitenziara Ulss 6; Monica de Bortoli Associazione Culturale E-ducere e Saloua Ghirjbi dell’Unione immigrati.
  • Coordinerà Francesco d’Angella, Studio Ars Milano

Alle ore 18,15 nella piazza antistante il Palazzo delle Opere Sociali, partirà la fiaccolata (candele, pile con batterie ricaricabili, fiaccole e torce. Organizzazione de La Piccionaia I Carrara con Paola Rossi e Carlo Presotto e i musicisti Bruno Montorio e Bobo Righi e la partecipazione dei volontari dei Donatori di Voce. Il percorso autoilluminato con candele, fiaccole etc. condurrà fino alla Casa delle Suore Orsoline in Contrà San Francesco Vecchio attraverso le parole di brani di Pasolini e Alda Merini.

m'illumino di meno

Appuntamento con Amore & Psiche

L’amore è nell’aria e io mi sento i denti pieni di carie con tutto sto zucchero! Ma insomma c’è chi crede in questa festa ed eccoci a farvela passare in una maniera diversa ed unica, magari al museo!

Il Museo Civico di Bassano del Grappa, propone alle coppie l’ingresso gratuito, dalle 9 alle 19, che non solo potranno vedere la mostra di Mimmo Jodice dedicata ad Antonio Canova, scultore che ha amato il marmo e realizzato con esso figure morbide e memorabili! Ma non c’è solo questo, sempre dedicato alle coppie un appuntamento speciale alle ore 17.30 con l’artista Marco Chiurato, virtuoso dello zucchero, che organizzaerà un insolito banchetto in pinacoteca. Lume di candela per condurre i passi del pubblico, fino all’opera di Chiurato che farà assaporare il mito di Amore & Psiche. Ma non è solo questo, le improvvisazioni musicali a cura di Francesco De Biasi e Mirka Valente, le coreografie della rete di insegnanti del CSC Casa della Danza di Bassano del Grappa.

L’evento è organizzato dai Musei civici di Bassano del Grappa in collaborazione con l’Istituto internazionale di ricerca per gli studi su Canova ed il Neoclassicismo e realizzato con la partecipazione di Astoria Wine, Hotel La Nove e con l’intervento di Banca Mediolanum Privat.

museo bassano