L’ornitologia in galleria

Ultimo appuntamento dell’anno e per Propositiva 2013 da Primo Piano Arte Studio di Graziella Zardo. 

A chiudere la rassegna l’illustratore appassionato di ornitologia, che in mostra presenta i suoi disegna con le matite colorate e poi acquerellate, riuscendo a rendere i dettagli con estrema precisione. I volatini che affolleranno le pareti della galleria saranno: Tordi sassello e bottaccio, Pettirosso, Merlo e Fagiano e tanti altri. Ma non svelo niente di più.

L’inaugurazione è prevista per domenica 1 dicembre alle ore 11.30 e chiude domenica 22 dicembre presso la galleria che trovate in Via Marosticana 24 a Bolzano Vicentino, con ingresso libero.

Con i seguenti orari: mercoledì a sabato dalle 16 alle 19, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

locandina32x48_traverso-web

Annunci

Tutto va avanti per inerzia

Pensavo di andare ad un’inaugurazione e invece mi sono trovata in una conferenza su come rendere il mondo più sostenibile e più bello.

È accaduto da ArtsBox, lo spazio di Marco Fazzini, circolo letterario e poetico, che dopo anni di mostre in giro per l’Italia, si ferma in pianta stabile a Vicenza, proprio negli spazi dell’associazione. Ho cominciato il mio percorso a Palazzo Leoni Montanari proprio durante questa esposizione, ma  tra lavoro, mostre e tanti avvenimenti mi ero dimenticare le 77 opere di altrettanti artisti.

Il numero 7 è stato scelto come riferimento al verso settenario, mentre l’11 evoca l’endecasillabo.  Ma puntuale non sono arrivata, e sfidando il freddo siberiano ma dopotutto rigenerante, io e la mia dolce metà arriviamo, personalmente convinta di aver perso la presentazione. Mi sbagliavo e dopo alcune parole dello stesso Fazzini la parola passa a Gabriele Centazzo, imprenditore  e proprietario di Valcucine, impegnano nell’eco-sostenibilità, nella ricerca della bellezza e famoso per aver comprato delle pagine della Repubblica, Corriere della Sera e Il Giornale tre pagine per pubblicare il testo Per un nuovo Rinascimento italiano (venerdì 14 settembre 2012).  

Una lezione/conferenza su come risollevare le sorti del marchio Italia, che esiste già ma che sicuramente andrebbe rivisto e corretto. Su come andare contro corrente e non avanti per inerzia e capire su dove investire, nel creare un nuovo Rinascimento italiano. Forse un visionario  ma che tra esempi concreti ha rimodulato il concetto di qualità e di investimento, per far rinascere sulla testa di noi italiani, delle “antennine” per captare la bellezza.

Più di mezz’ora con grafici e slide che argomentavano i suoi concetti già più che convincenti, ma che adesso dopo qualche ora di sedimentazione hanno fatto sorgere in me, una qualsiasi, delle domande. Ma per fortuna in questa occasione c’è stato chi ha ragionato più in fretta di me, come Silvio La Casella, artista e uno dei 77 autori che hanno interpretato la poesia, che fatto una giusta osservazione. L’imprenditore ecologista che giustamente afferma che non basta colorare di verde un’azienda per farla diventare ecologica, considera anche il verde dal punto di vista monetario. Appunto l’artista, che ha anche avuto modo di vedere con i suoi occhi la realtà aziendale di qualità, ha cercato di capire se l’ecologia può essere a portata di tutti. Con l’ovvia risposta che per comprare una cucina che sia completamente riciclabile, è necessario spendere una certa cifra.

La gente che frequenta certe occasioni, come mostre, presentazioni di libri, teatri e cinema, o anche da casa non passa il tempo a vedere programmi d’intrattenimento, talent  e show ma guarda programmi che commentano i risultati disastrosi di un Paese alla deriva, sa già quali sono i problemi e conosce anche una soluzione all’inabissamento progressivo che attanaglia il Paese (anche se resto sempre fermamente convinta che quando si assapora la comodità di certe posizioni e i problemi personali sono risolti, gli altri possono andare a quel paese). Ma cosa fare? Io purtroppo non posso fare niente al momento, e nessuno quanto me in questo momento vorrebbe scappare più veloce della luce dalla situazione lavorativa che vivo al momento, ma per andare dove…esattamente per raggiungere le persone all’altro paese.

Alla fine del lungo discorso ma ormai soltanto belle e parole che nessuno applicherà mai, guardo la mostra! Guardandole di nuovo, ma come se fosse per la prima volta mi stupisco di come i miei occhi hanno sempre bisogno di bellezza. I miei preferiti, forse non 77 ma veramente tanti, ed è questo il bello dell’arte, racchiudere in uno spazio piccolo per molti una quantità infinita di poesia. Vedere che la creatività non va avanti per inerzia come sto facendo io, ma sempre e comunque rompe gli schemi e prede delle direzioni che nessuno potrà mai incanalare.

Marco Fazzini e Gabriele Centazzo
Marco Fazzini e Gabriele Centazzo
Gabriele Centazzo
Gabriele Centazzo

IMG_1544

La mostra è aperta nei fine settimana e fino al 21 marzo, giornata mondiale della poesia e giorno di finissage. Dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Da Spazio D Guido Albanello

Nuova mostra allo Spazio D di De Munari Servizi per l’Arte. 

Alle ore 17.30 presso il nuovo spazio attiguo alla galleria, si inaugura una nuova mostra, curata dall’instancabile Francesca che dopo gli Sguardi vicentini, ci offre la visione della pittura di Guido Albanello.

Potrete visitare la mostra fino al 15 dicembre, durante l’inaugurazione è previsto l’intervento critico di Francesca De Munari.

 

Scopriamo gli edifici industriali

Partecipando agli eventi di Schio, in particolare grazie agli eventi organizzati da Metamorfosi Gallery nell’ambito di Ghisa Art Fusion.

Per scoprire la storia degli stessi edifici e il grande lavoro di recupero che è dietro non potete perdere l’appuntamento di domani pomeriggio. Al Lanificio Conte alle ore 18.

Il volume  dal titolo Schio Archeologia Industriale. Saranno presenti gli autori Bernadetta Ricatti, Dino Sassi e Luca Sassi. Durante la serata sarà presente un ospite d’eccezione, Vittorio Mincato il quale racconterà la storia della Lanerossi dal 1957 al 1987. Modererà Antonio Di Lorenzo redattore capo del Giornale di Vicenza.

Ingresso libero fino esaurimento dei posti disponibili.

Facciamo i conti con la storia

Paolo Mieli, giornalista e storico, che dopo varie esperienze con diverse testate oggi è a capo del RCS Mediagroup, presenta a Bassano del Grappa, presso la Libreria Palazzo Roberti il suo ultimo libro I conti con la storia.

Lo storico ha il compito di ricordare, ma quando sarebbe meglio dimenticare. Non sarebbe meglio e salutare avviare una nuova età dell’oblio, come accadde nell’Atene del V secolo? Lo scrittore ci guida in un lungo viaggio fatto di storia, uomini, interpretazioni anche sbagliate.

Appuntamento alle ore 18, in Via Jacopo da Ponte 34 a Bassano del Grappa.

Collettiva Amici del Colore

Scendete in pianura dopo aver pestato la neve nell’Altopiano di Asiago?? A Piovene Rocchette l‘Associazione Amici del Colore, presenta la loro collettiva in programma dal 30 novembre 2013 fino al 4 gennaio 2014 presso il Caffè Al Teatro (Piazzale degli Alpini).

Esporranno Claudia Roso, Michela Apostoli, Maria Dolores (Dolly), Emanuela Minà, Antonio Licciardi, Mario Laghetto, Nicolò Piras, Gaetano Zucchi, Roberto Scremin, Valeria Zatton, Adriano Gasparini, Francesco Grotto, Livio Comparin, Claudio Dal Pra, Livio Trevisi, Lorenzo De Pretto, Pietro Valente, Teresiano Rudella, Karen Elisa Corti, Franco Santaccaterina, Barbara Pozzer.

Inaugurazione sabato 30 novembre alle ore 18.

Per ulteriori info anche sulle altre iniziative, vi lascio il link del sito internet.

 

Non spar(l)ate sul regista the end

This is the end, ma solo della serie di incontri con i registi presso il centro culturale CARADIUM di Carrè.

Sabato 30 novembre alle ore 20.45 è la volta di Gianluca Arcopinto, produttore e regista, il quale presenta il film La mia classe, del regista Daniele Gaglianone. Valerio Mastrandea è un professore che insegna italiano agli stranieri, i quali provengono da tutto il mondo e portando in classe tutto il loro mondo. L’unico attore è Mastrandrea tutti gli altri sono veri immigrati.

Un film da scoprire e da parlare. Ingresso libero

NN Sparlate A3_Emidio greco bozza

Tracce di pittura

Sabato 30 novembre alle ore ? 18 o 18.30 non lo so! La mostra Tracce a cura del Circolo “La soffitta”.

Davide Piazza e gli altri pittori associati vi aspettano presso Casa Gallo – Zaccaria, che sarà visibile fino al 15 dicembre.

Ingresso libero

 

Leggende di boschi e di…

Se ci sono appuntamenti che sabato ci aspettano in pianura, proprio alla fine del costo, per chi volesse trattenersi nelle montagne piene di neve e con il freddo che punge, ottimo per calarsi nell’atmosfera di leggende e misteri che popolano l’altopiano. Spiriti del bosco, streghe e orchi, con cultori ed esperti.

 Leggende e Misteri dell’Altopiano di Asiago, interverranno con i loro racconti: Giancarlo Bortoli, Diego Morlin, Margherita Michelazzo, Chiara Stefani, Elena Minuzzo, Simone Cavallin e Roberto Frison.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, presso la Sala della Reggenza di Asiago, (Piazza Stazione 1).

Durante la serata potrete anche ammirare le opere propostein occasione della mostra d’arte ARS in MYSTERIUM 2013 svoltasi nella stessa Sala della Reggenza dal 2 al 17 novembre, aperta nei giorni di sabato e domenica dalle 15 alle 19.

Videoarte: Videoarte in Veneto

L’appuntamento di venerdì 29 novembre è ancora all’insegna della videoarte. La parola passa a Stefania Portinari dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, la quale ci parlerà di Videoarte in Veneto tra Biennale e altre esperienze.

Alle ore 18 l’appuntamento è a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

20130721-143834.jpg