Selezione artistica

A distanza di poche settimane sono ritornata nella Valle dell’Orco, presso la Fabbrica Saccardo, lasciata nell’oscurità e ritrovata sempre nel buio della notte stellata.

Lo spazio è utilizzato da Yvonne per dare risalto agli artisti che ha selezionato quest’anno, 10 creativi nelle loro diverse declinazione e peculiarità e accostati come ci racconta la stessa padrona di casa, per seguire un fattore estetico e farli dialogare con l’ambiente, spazioso ma  anche difficile!

Ci accolgono le opere di Dany Vescovi, che si aprono con il loro motivo floreale, in particolare una coloratissima tela, esplode di colore nella sala principale, tagliando l’atmosfera più cupa, nella stessa sala il disegno sempre visionario e straziante di Arianna Piazza! Una vera e propria carcassa, tutto quello che rimane di una dea della fertilità,  altre figure alle sue spalle da cui gli arti germogliano. Di fianco invece Massimo Kaufmann, artista importante, recentemente le sue opere sono state acquisite dal MaMBo di Bologna, che si esprime in una pittura astratta in cui i pixel sono evidenziati e sembrano in rilievo sulla tela. All’interno del suo trittico quasi si rintraccia un motivo musicale. Ancora nella grande sale sono esposte i neo – astrattismi di Iler Melioli, definito Neo Geo, utilizzando oggetti che fanno parte della cultura moderna, con colori freddi e artificiali. Al centro della sala che sembra immensa, le sculture di Oki Izumi, realizzate con il vetro industriale, con il vetro tagliato finissimo, creando architetture che attraverso la giustapposizione delle luci dona anche effetti cromatici più intensi e la consistenza del ghiaccio.

Nella zona più conviviale dell’intera Fabbica, troviamo i lavori di Veronica Organo, in particolare 6 nuovi disegni, trattati alla maniera rinascimentale come si denota dall’uso ella carta trattata. I protagonisti non possono che essere  i draghi e i “mostri” che sono rappresentazioni invece serene e tenere, in una posa aggraziata una madre accudisce il figlioletto, abati e santi leggendari assumono le fattezze anch’essi di draghi, ma succede anche che altri animali leggendari e quindi assolutamente fantastici, leopardi dalle ali di pipistrelli. Insomma Veronica ridisegna e inventa un nuovo bestiario contemporaneo, in cui interventi appunto può attuali, si impongono sulla carta mediante l’utilizzo di colori di forte impatto. Di Dania Zanotto le fotografie ma soprattutto gli abiti che ci invitano a indossarli e a personalizzarli attraverso la modulazione delle stoffe e dei bottoni. tra questi in uno spazio raccolto l’abito con tanto di cappello pensatore, avrei dovuto indossarlo! Di Walter Davanzo, provocatori ex voto, abbinati ai veri e propri oggetti kitsch che possiamo trovare nelle bancarelle delle città d’arte abbinati a credenze che creano altrettanti commerci di ex voto e caccia alle reliquie! Le sue opere sono esposte anche altrove nel grande spazio che Yvonne ha a disposizione, in cui troviamo le opere di Davanzo che maggiormente mi piacciono, in particolare la grande tela, una tipica foto ricordo che ognuno di noi ha fatto a scuola, l’effetto è un po’ particolare, in quanto alcuni volti sono cancellati dal colore che è colato sulla tela. I vecchi ricordi, in particolare sempre sotto forma di foto, vengono donate di nuova vita attraverso pattern e colori. Le sculture di Lucio Scortegagna e la pittura digitale di Mario Sughi.

Aperta fino a martedì 22 ottobre dalle 11 di mattina alle 11 di sera, ingresso libero! Fate anche voi la vostra selezione!

IMG_9918

IMG_9926

IMG_9927

IMG_9929

IMG_9929

IMG_9934

IMG_9936

IMG_9938

IMG_9941

IMG_9949

IMG_9955

IMG_9956

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...