La mia materia è la ghisa

Settembre 2013! Ritorna l’appuntamento con l’arte all’interno degli edifici dell’archeologia industriale che Schio mantiene e valorizza.

I tre appuntamenti in programma, GHISA ART FUSION 2013, non comprenderanno soltanto l’arte contemporanea ma performance e art food! Il tema ispirato di questa edizione è quello che caratterizza il programma culturale di Schio, dal titolo L’altra metà del cielo, dedicata alla donna che lavorava all’interno di quelle fabbriche.

Il primo appuntamento è per Domenica 29 settembre alle ore 18, la location la Fabbrica Saccardo, la fabbrica di fine ‘800 costruita dall’industriale Giuseppe Sacardo, la prima sede in centro storico, fu poi spostata nella zona del Tretto in seguito a un incendio. La produzione comprendeva navette e tubetti di carta e successivamente la produzione di giocattoli di legno, ma fino alla Prima Guerra Mondiale, dopodichè fu ripresa la normale produzione. La particolarità dell’architettura della fabbrica consiste, oltre che nella copertura con gli shed, della presenza delle tipiche colonnine di ghisa e delle turbine idroelettriche.

A interagire con il luogo ci saranno i seguenti artisti:

La fotografa Giulia Pesarin con le sue Piccole cose umane, interessante al proposito quello che ho trovato sull’artista sul blog che vi linko, in cui potrete trovare un chiave per avvicinarvi alle opere della fotografa. Il progetto qui proposto, vede l’ideazione di Elisa Mucchi, Alessandro Passerini e della stessa Giulia Pesarin.

Il momento performativo è a cura del caro collettivo artistico Jennifer rosa, che presenta L’ora, in un’ora il trascorrere della vita, fatto di relazioni tra i singoli e di casualità delle azioni.

Le note, ovviamente di donna, sono affidate al Duo Daffodils, con un repertorio che rende omaggio alle protagoniste femminili della scena musicale tra Otto e Novecento. Con Rossella Vicentini al pianoforte e Valentina Zocca al violoncello.

Oltre che curare il nostro spirito, ci sarà il modo di viziare il nostro corpo con un po’ di buon cibo, con la Tenuta L’armonia.

Annunci

Clown alla riscossa

Secondo appuntamento con la compagnia Madame Rebiné, dopo lo spettacolo di qualche giorno fa e l’intenso programma di laboratorio per calarsi nei panni dei clown e per scoprire i trucchi della giocoleria.

Domenica 29 settembre in prima assoluta  La riscossa dei clown, alle 17 si comincia con la rappresentazione tetrale dei corsisti mentre alle ore 18 lo spettacolo, per la sceneggiatura e la regia di Madame Rebiné, Andrea Brunetto, Massimo Pederzoli e Alessio Pollutri. Costumi e scenografia di Loredana Aderci e il visual di Laura Fanetti. Euro 10 per i tesserati Arc 13 tessera più biglietto.

Per scoprire la trama vi invito a cliccare qui!

Ponti di pietra e di parole

Ed eccoci al primo appuntamento autunnale di Itinerari Letterari, con un incontro corale e a più mani.

Il 29 settembre alle ore 20.45 appuntameto a Ponte San Michele per un dialogo interculturale tra le due sponde del Retrone.

Molte le suggestioni: le immagini poetiche di Ivo Andrić e di Mak Dizdar, la declamazione di buona letteratura che richiamo il ponte, come luogo di incontro tra civiltà e generazioni. Da non dimenticare che per i vicentini, il ponte, quel ponte è sinonimo di Neri Pozza. Tutte da scoprire in un incontro che richiede un contributo responsabile e libero.

A cura di Agata Keran e Gulia Basso con Stefania Carlesso, Emiliano Gregori e Federica Cacciavillani.

Per info tel al numero 3737394088 o trovate Itinerari Letterari sia su fb che tra i mei blogroll!