Quanto ti senti fortunato

Lo scandire di nuove stagioni cade in concomitanza della nuova fiera orafa, parte Vicenza Oro Fall 2013, ed eccoci a parlare della nuova mostra! Fino alla fine di agosto, ero quasi preoccupata, nessuna notizia, nessun cenno sul sito, temevo che saltasse, ma per fortuna eccoci qui a parlare della prossima esposizione. Il tema è proprio la fortuna, in programma dal 12 al 29 settembre, a Palazzo Bonin Longare, quindi ridotta a buona decina di giorno. La mostra dal titolo Porte – Bonheur, amuleti e talismani contemporanei e il tema è dedicato ad uno degli oggetti più radicati nella storia dell’uomo e pieno di aspettative e funzioni apotropaiche.

Uno degli elementi che mi rendono un’imperfetta meridionale è il fatto di non essere assolutamente scaramantica, ma solo adesso, dopo anni in cui ero convita di aver vestiti più fortunati degli altri, nella versione invernale ed estiva, per affrontare gli esami universitari! Ma continuo a credere nella più classica BOTTA DI CULO! Mia mamma invece è fermamente convinta della presenza dell’Occhio brutto, quindi ha fornito me e la mia dolce metà di cornetti, per ma la versione charms, perso in qualche meandro del mio cassetto e per lui il classico cornetto rosso da specchieto della macchina ormai scolorito dalla perenne esposizione al sole. Per me divieto assoluto di toccarlo.

Di chi saranno i nuovi Porte – Bohneur? Ma di giovani designers che hanno partecipato al concorso Next Jeneration Jewellery Talent Contest 2013 e premiati maggio scorso in Basilica Palladiana. Per il momento conosco i nomi dei tre primi classificati: Francesco Dacio, Stefania Spairani e Alice McLean, per gli altri nomi un po’ di pazienza.

Venti gioielli esposti per scegliere il nostro nuovo talismano e per difendersi dalle nuove minacce del vivere moderno.

La mostra a cura di Alba Cappellieri e Livia Tenuta rispetterà i seguenti orari: tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Dove vai bellezza in bicicletta

Ecco quando io sono in bicicletta sono veramente in balìa del mezzo meccanico, generalmente nelle mie avventure attorno al giardino di casa, non riuscivo a fare la curva e finivo diritta diritta su per la siepe di bosso, per ogni caduta una piccola consolazione, un albero che cresceva! Naturalmente era un modo per tenermi calma altrimenti i miei dovrebbero abitare in una foresta!

Ed eccovi un evento itinerante per i veneti amanti  della bicicletta! Un viaggio tra la città e i colli con una cena e un pernottamento inclusi, pronti per scoprire Le Petit tour en Vélo (bicicletta)?

Le date: 21 e 22 settembre, il tour come annunciato prevede cena, pernottamento e prima colazione, per una spesa complessiva di 45 a persona e un massimo di 10 partecipanti, per altre 10 persone è possibile partecipare alla cena con prodotti a km 0, qui la sola spesa della cena è di 25 euro.

Il vostro accompagnatore sarà Marco Rampon (3281568148 cellrampo58@gmail.com), in tutto il percorso di di 25/30 a giornata. Partenza dalla Stazione FS di Vicenza alle ore 14.30. Per i minorenni obbligatorio il casco ma è consigliato anche ai grandi. Necessaria la bici da cicloturismo, possibilmente con cambio avanti e dietro, borraccia, giacca a vento, camera d’aria di scorta, kit di riparazione. Vediamo il programma.

Sabato 21 Partenza alle 14.30 dalla stazione FS di Vicenza e partenza prima nel centro storico, C.so Palladio, P.zza dei Signori e poi ciclabile dei berici fino a Longara, l’anello del lago di Fimon e poi Fimon paese, una sosta e arrivo ad Arcugnano, lenta discesa verso la Guest House e cena con pernottamento. Alla Guest House “La Tramontana”  vi forniranno di asciugamani e di lenzuola.

Domenica 22 Colazione e verso la 9.30 partenza in bici, sono stati pensati due percorsi:

1° in piano: Parco del Retrone e piccole oasi;

2° sulla dorsale dei Berici per raggiungere Monte Berico.

Prenotazioni fino al 19 settembre ai seguenti numeri 3281568148/ 3381744973, per chi resta a dormire o semplicemente a cena è consigliato un acconto di 20 euro, c/o Unicredit Agenzia Sant’Agostino Vicenza IBAN IT75T 02008 11810 000009844561 Causale: acconto per pernottamento/cena Ass. Il Battello Ebbro, con il pagamento si avrà anche la tessera associativa.

Nuove imprese???

Il Festival della ceramica si arricchisce anche di iniziative non propriamente ceramiche. Ma pratiche e attuali, in periodo di poche certezze.

Alle ore 20.30 in programma presso la Sala Villanova-Zanolli, la sede di Novenergia (Via Padre Roberto, 50), un convegno dal tema Incubatori d’impresa e Start-Up: opportunità per le nuove imprese.

Interverranno su un tema tanto spinoso il dott. Michele Pellaso, dirigente regionale del settore industria artigianato; dott.ssa Gabriella Parmesan, responsabile incubatore Vega (Venice Gateway for science and Technology), il dott.Paolo Franceschetti di Salwa srl, il dotto Filippo Toniola del progetto Mind the place, la dott.ssa Valeria Ferraro, consigliere del Comune di Nove delegato alle politiche giovanili e del progetto regionale Veneto Smart Competition.

Una possibilità per parlare del futuro dell’imprenditoria giovanile???

Processi di sviluppo locale

Giovedì 12 settembre alle ore 17, il nuovo incontro nell’ambito della mostra Ri_generazione, avrà come tema La transizione da baraccopoli a quartiere come processo di sviluppo locale. L’incotro è a cura di ASAF Veneto. Modera Elisabetta Mioni.

L’incontro nel loggiato della basilica è ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Conservatorio in terrazza #4

Giovedì 12 settembre e quarto appuntamento con Musica & Poesia ’13.

Il tema della serata sarà Sturm und drang, due menologie di Franz Liszt, per voce recitante e pianoforte. La voce sarà di Consuelo Cellai, nome quanto mai azzeccatto un’opera di Liszt, mentre al pianoforte Ferdinando Scafati.

Ingresso di 3 euro è invece gratuito per i docenti e gli allievi del Conservatorio di Vicenza. Capienza massima di 150 persone.