Vocal Project ai Giardini Salvi

Un sabato di musica ai Giardini Salvi in Viale Roma. Con il penu’ultimo appuntamento con la serie di iniziative offerte dalla Sanpellegrino, la quale ha inoltre contribuito al restauro della fontana dai cavali alati.

Alle ore 18 di domani, sabato 15 giugno si esibiranno gli IMT Project, un ensemble  vocale diretto da Lorenzo Fattambrini con un repertorio che si estende dal gospel, dalla canzone italiana e il pop.

Ingresso libero

L’entrata è da quella d’emergenza

Come già anticipato, Entrata d’emergenza e gli eventi organizzati non sono terminati nel week-end appena passato, ma ci accompagneranno fino al 21 giugno con eventi speciali!

Ed eccone uno nuovo nuovo. Domani sera, nell’ultimo quarto d’ora di sabato, alle 23.45, l’attrice Sarah Francesca Toich propone il suo lavoro Pamela – Made in Italy.

Lei ha una personalità ricca e piena di sfaccettature, e l’ha scritta per rappresentare la storia d’Italia e lo definisce un coté postmodernista che si avvale del chiacchiericcio del condominio romano di echi gaddiani e anche di cabaret mediatico.

La performance vede nei panni di Pamela l’attrice Francesca Sarah Toich e Andrea Santini, a cura di UBIKteatro.

Dove? Ma scusate qual’è la casa di Entrata d’emergenza? Ma il Bar Sartea naturalmente.

L’espressione del corpo e della voce

E’ in pieno svolgimento la settimana del Festival Pride, sabato si avvicina e questa serata è stata sicuramente piena di attività e di opportunità per assaporare la bellezza del corpo, della voce e della musica!  Lo spettacolo anzi i quattro spettacoli si alterneranno negli spazi del centralissimo Teatro Astra, finalmente sembra arrivata l’estate ed giusto sfruttare la possibilità del giardino. Forse è la prima volta che vado all’Astra e non piove. Ad un certo punto mi sentivo quasi responsabile del cattivo tempo! Arrivata tra l’altro stranamente in anticipo rispetto al solito, decido, con la mia dolce e cinica metà, di ritornare a guardare IO SONO DIVERSO! E scoprendo così i video realizzati da Anagoor, dal titolo Wish me luck; Fagarazzi&Zufellato dal titolo Golden Beach; E sempre di Anagoor Infactory inmotion.

Sperando di avere la possibilità per guardarlo con il tempo necessario, eccoci finalmente in sala! E’ Sergio Meggiolan che ci introduce la serata e colgo l’occasione per fargli i complimenti dell’immane e riuscitissimo lavoro che ha fatto!

La prima ad esibirsi è Giorgia Nardin che presenta il suo lavoro dal titolo Dolly. Ideato dalla stessa Giorgia Nardin, gli ambienti sonori di Tommaso Marchiori e il disegno luci di Matteo Fantoni. La performer parte da un dato, quello di vendita della Barbie dal 1959 ad oggi … 700 milioni di Barbie, le quali hanno fornito ad altrettante bambine, l’idea sbagliata che la perfezione sta nell’avere una linea perfetta, essere alta e sempre felice. La Barbie può fare tutto quello che vuole, dalla caritatevole infermiera alla ballerina eccc… Giorgia Nardin quindi indaga, attraverso se stessa, Dolly, l’automatismo che costringe il corpo a movimenti predefiniti, rigidi e quindi agito dall’esterno…ma Dolly si anima e decide di abitare il corpo rendendosi libera di provare movimenti nuovi e interni. La danzatrice dimostra una facilità di movimenti e di gesti stupefacenti, mi verrebbe voglia anche a me di essere più libera dai condizionamenti esterni e amare il mio corpo per quello che è! Vi lascio oltre le foto, nella parte finale del post, anche il link di un breve frammento della performance presentata a Vicenza.

A seguire nel Giardino, la febbricitante Marta Cuscunà, parla di partigiani, di amore e di guerra. L’attrice e autrice, conosciuta a marzo in occasione della bellissima semplicità ingannata, oggi era un po’ malata e festeggiava a Vicenza il giorno del suo compleanno. Nonostante tutto questo, non ha deluso nessuno e ha presentato una selezione di lettere tratte dal libro Io sono l’ultimo. Lettere di partigiani italiani. A cura di Giacomo Papi, Stefano Faure e Andrea Liparoto. Di coloro che ce l’hanno fatta e di coloro che hanno trovato la morte nelle montagne e sono ricordati dalle pagine delle mogli, delle compagne di coloro che sarebbero potuto essere e con le quali hanno scambiato solo baci d’addio. Di donne, madri, mogli e fidanzate ma anche giovani che combattevano per un’ideale e che “tradivano” la loro natura del donare la vita nel toglierla al nemico. I partigiani erano appena dei diciottenni, pieni di ideali per i quali morivano, il tutto supportato da una colonna sonore che spaziava da Patti Smith, i Green Day, Alanis Morrisette e non solo.

Si ritorna all”interno e personalmente mi impegno ad accaparrarmi almeno il posto che avevo prima…in primissima fila! Adesso tocca a Marco D’Agostin con la performance dal titolo Viola. Adesso è il corpo maschile a parlare! Il titolo del lavoro che presenta è si un colore ma anche la terza persona singolare del presente indicativo di violare. Il giovane artista si presenta a noi in un forte momento, in cui il suo corpo è sottoposto alla violenza, ma da parte proprio di se stesso! Ammiccamenti davanti ad uno specchio invisibile, mosse di possesso e di desiderio nell’esprimere la sua sessualità, schiaffi sul petto…sono alcuni dei gesti che abbiamo visto sul palco. Questa violenza, che sempre più spesso ci procuriamo e in modo più subdolo, mi ha colpita e mi ha messa a disagio, più del nudo quasi integrale che non mi è apparso come qualcosa di sporco ma di sensibile e fragile. Questo è stato il progetto vincitore del Premio del Pubblico e della Giuria – Gd’A Veneto 2010. Rete Anticorpi XL 2011, Aerowaves Network 2011. Una parte del progetto è visibile su VIMEO!

Una volta finita anche questa esperienza, si ritorna in giardino per il momento musicale, è anche l’ultimo  della ricca serata passata all’Astra. Sul palco i vincitore dell’Innoceronte, ovvero l’inno che accompagnerà il lungo percorso del Pride di sabato. Il gruppo Sarah Schuster Live, hanno vinto il concorso indetto da Questa non è arte e propongono al pubblico una selezione della loro musica!

Ed ecco..un giovedì sera passato così..il tempo quando è piacevole vola! A presto e buoni preparativi per il Vicenza Pride!

Sergio Meggiolan

 

Giorgia Nardin in Dolly
Giorgia Nardin in Dolly

IMG_4238 IMG_4239

IMG_4245

IMG_4248

IMG_4250

IMG_4251

IMG_4252

Resistenze di Marta Cuscunà
Resistenze di Marta Cuscunà
Viola di Marco D'Agostin
Viola di Marco D’Agostin

IMG_4266

IMG_4271

IMG_4277

IMG_4278

IMG_4281

IMG_4282

Sarah Schuster Live

“Ricordo che Giorgia Nardin e Marco D’Agostin, saranno protagonisti con altri lavori a OperaEstate, il festival che quest’estate sarà in scena a Bassano”

 

Scultura che ci parla!

Siamo al giro di boa del lungo programma che ha coinvolto il Complesso Monumentale di San Silvestro! Domani si chiude in musica ma vediamo sabato 15 luglio come potremmo passare il nostro pomeriggio!

Si comincia alle 17 con un’incontro con lo scultore Wilhelm Senoner che ci racconta della sua scelta stilistica.

Alle 18,30 si continua con l’omaggio a Bruno Bettinelli a 100 anni dalla nascita con la Cappella Musicale Santa Maria in Araceli dal titolo … che tal dolcezza ancor nel cor mi tocca. Il direttore Cristiano Lancerotto, al violino Luisa Zin e musiche di Bettinelli e J.S. Bach

Itinerario a Santa Corona

Il 15 luglio conosciamo meglio il Tempio di Santa Corona con un itinerario diverso!

Ore 15 del 15 Paola Lanaro, architetto professionista che si occupa dell’organizzazione e la guida autorizzata Daniela Zarpellon vi guideranno in questo itinerario.

Il costo è di 9 euro per gli adulti per gli over 65 5 euro mentre per i bambini sotto i 14 anni è gratuito. Il percorso sarà della durata di 1 h e mezza e per la prenotazione contattate Paola Lanaro al num 328 8848954 oppure scrivete a info@incontridiformazione.net.
Date la vostra conferma oggi!

Tanto cibo, e non solo, nei libri, sabato 15 giugno!

Il sabato a base di libri comincia alle 11 al Bar Borsa, Loretta Simoni presenta Marco Bianchi con il suo libro I magnifici 20. Un anno in cucina (Ponte delle Grazie 2012). Il libro ci parla di ingredienti e delle emozioni che ci possono regalare.
Marco Bianchi è diplomato come Tecnico di Ricerca Biochimica e ha studiato Monitoraggio delle Trasformazioni Alimentari. Lavora presso un importante Istituto di Oncologia Molecolare di Milano.

Il seguente appuntamento è alle ore 17.30 ai Chiostri di Santa Corona. Angela Giaccardi introduce Guido Martinetti che presenta il libro Storia di un’amicia, qualche gelato e molti fiori (Bompiani 2012). Lui è tra i soci fondatori della ditta Grom, l’azienda che ha fatto del gelato un vero e proprio business…

Alle 19 ai Chiostri di Santa Corona, Ennio Peres presenta il libro E’ l’enigmatica bellezza! (Ponte delle Grazie, 2012). L’autore enigmista ha fatto del gioco la sua professione, definindosi giocologo!

L’ultimo incontro di questa giornata è previsto per le ore 21 ai Chiostri di Santa Corona, Andrea Di Gregorio introduce l’autore vicentino Giancarlo Marinelli con il romanzo Le Penultime Labbra (Bompiani 2013). L’autore è scrittore, regista, sceneggiatore, editorialista e professore all’Accademia delle Arti di Roma. Per due volte finalista del Premio Campiello.