Immagini da una performance

Niente parole (direte finalmente), ma solo qualche immagine…per condividere la performance che questo pomeriggio ha visto protagonisti gli attori di exvUoto teatro, Andrea Dellai e Tommaso Franchi.

Ecco a voi qualche scatto della performance delle ore 19!

Un Festival Pride #3

Altro giorno altra giornata ricca di iniziative!

Il 13 giugno il Festival ha inizio alle ore 21 al Teatro Astra per la performance di Giorgia Nardin. In questa performance si indaga l’automatismo dei movimenti propri della bambola il cui corpo è agito dall’esterno e diventa un corpo in affitto. Di e con Giorgia Nardin, gli ambienti sonori di Tommaso Marchiori e il disegno luci di Matteo Fantoni.

Per questo momento è previsto un biglietto unico di 6 euro che da il diritto a vedere anche….

reading di Marta Cuscunà sulle resistenze femminili alle ore 21.30 e proposto nel Giardino del Teatro Astra. Questi brani sono tratti dal libro Io sono l’ultimo, lettere di partigiani italiani curato da Giacomo Papi, Stefano Faure e Andrea Liparoto.

Alle 22 il momento performativo di Marco D’Agostin dal titolo Viola. Progetto vincitore del Premio del Pubblico e della Giuria – Gd’A Veneto 2010, Rete di Anticorpi XL 2011. Viola è il colore del doppio, della transizione, della volontà di essere diversi. Ma viola è anche la terza persona singolare del verbo violare, quindi si pone come ricerca sulla violenza del porsi e delle sue conseguenze! Di e con Marco D’Agostin, musiche di Ryoij Ikedam, editing musicale di Giulia Bigi, disegno luci diEugenio Resta.

La serata si chiude in musica con il concerto, alle 22.30, del gruppo Sarhschuster, in cui registri blues sono intrecciati con arrangiamenti pop – rock, canzoni folk con dissonanze indie. Fanno parte del gruppo Eleonora Dal Zotto e Matteo Mosele.

Ricordo che per questi appuntamenti, tutti tra il Giardino e l’interno del Teatro Astra, è previsto un biglietto unico di 6 euro.

Tacco 12 – chill out – 13 giugno

La Locanda degli Ulivi di Arcugnano (Via Santa Giustina, 6), propone una serie di eventi e iniziative per rendere ricco e speciale il momento dell’aperitivo. La locanda adagiata sui colli è un rifugio in mezzo agli ulivi. Per coniugare buon cibo, vino anche l’arte che diventa il legante di questa serie di aperitivi (fino al 25 luglio).

Ma come solito andiamo per ordine, il primo aperitivo è previsto per il 13 giugno, Paolo Berto, cura il live di dj jazz set. Il momento artistico è curato da Elvezia Allari con gli allestimenti di abiti-scultura Aspettando Blanche; Elio Serra Jazz & Vintage Cocktails. Buffets e Bollicine Classiche Il Mosnel Franciacorta.

Dalle 19.30

Al prossimo giovedì!