Ho davvero bisogno di un’officina

Ed eccomi in prima persona dopo una breve “vacanza” calabrese!

Pronta a rituffarmi con nuova energia nelle attività della città, tra mostre, presentazioni di libri e molto altro, sono tornata al lavoro nel clou del Festival Biblico…posso dire soltanto che mi sembrano a volte più indemoniati i partecipanti, ma questo non è importante!

Subito dopo lavoro eccomi pronta dopo due brevi pit -stop, con la mia dolce metà a goderci un po’ di primavera grazie ad un mezzo, che nel traffico cittadino e di fine scuola, sicuramente è più scattante! La mitica Vespa. Meta? Caldogno! Per l’inaugurazione della collettiva in occasione del festival OfficineGreen, ma subito dopo il presidio No Dal Molin, sembra chiaro che qualcosa non vada tanto bene! Infatti il fido destriero si ferma per un guasto che è inutile chiedere a me di che natura! Il detto donne e motori gioie e dolori mi calza a pennello..finché va non mi chiedo  il perché! Cosa fare a questo punto? Armarsi di pazienza e affrontare il ritorno verso casa, a piedi, non avevo scarpe da ginnastica ma dopo la passeggiata forzata credo che non dovrei avere più problemi! La fortuna che non abito molto distante e nel giro di una mezz’ora arrivo a casa, ma a quel punto era troppo tardi per Caldogno e così decidiamo di concentrarci su un’altra officina… l’Officina ArteContemporanea, che questa sera ospitava la festa di commiato della rassegna Dire Poesia, in cui si sono celebrati 5 anni. Stefano Strazzabosco e le attrici Martina Pittarello e Valentina Brusaferro, con l’accompagnamento musicale di Igi Meggiorin, hanno prestato la loro voce alle varie poesie vere protagoniste di cinque anni memorabili! Non poteva che essere l’Officina il luogo deputato per questo, che ha stampato tantissime plaquette, oggetto del desiderio e da collezione! A introdurre l’anima dell’intera rassegna Stefano Strazzabosco! Cosa succederà nei prossimi cinque anni? Ma anche solo il prossimo? Vedremo, forse non ci saranno più i poeti delle sei del pomeriggio che con le loro voci lontane ma così profonde ci hanno aiutato a viaggiare, oppure si ripresenterà con nuovi sogni e nuove mete da raggiungere.

Intanto le cinque candeline si sono spente e festeggiate con un intermezzo di muffin, prosecco e ciliegie, con il libro che raccoglie fotografie e momenti, con chiacchiere, con artisti, attori, politici, insegnanti, ex insegnanti, direttrici, impiegati, blogger, poeti, editori, appassionati, matti e tanta altra umanità. In altri posti della città si festeggiava la fine della scuola, lì la fine di un ciclo!

Grazie Dire Poesia, grazie a tutti per aver riempito la nostra vita di POESIA…. ADESSO POSSIAMO DIRE POESIA!!!!!

Dire Poesia

Stefano Strazzabosco

 

Le attrici con Igi Meggiorin

 

IMG_3958

 

L'officina era piena

 

Memoria del Futuro dire poesia a Vicenza (2009 - 2013)
Memoria del Futuro dire poesia a Vicenza (2009 – 2013)

Alla ricerca della mia entrata d’emergenza. Day 1

Quarta edizione di Entrata d’emergenza, che quest’anno svolgerà la sua ricerca sulla contemporaneità con il tema I movimenti creano centri. E svolgendo la propria ricerca nel quartiere di San Felice, luogo ormai, come definiscono loro stessi, patria d’elezione. Infatti oltre al meraviglioso centro di Vicenza è necessario convogliare energia positiva anche in altri luoghi..meno frequentati o forse bistrattati dalla scarsità di occasioni per conoscerli e apprezzarla!

Una due giorni piena di occasioni per conoscere l’arte, la musica, la danza eccc..

Si inizia proprio sabato 8 giugno, alle ore 19 (per fortuna potrò esserci), l’inaugurazione al Bar Sartea per la mostra fotografica Ritratti quattro prospettive a confronto, i fotografi sono Marco Dal Maso, Enrico Rizzato, Emanuele Tortora e Andrea Zampese. In questi scatti sono ritratti gli abitanti del quartiere di San Felice e dintorni. Come colonna sonora l’stallazione (sonora ) di David Caliaro e sarà anche presente un’opera dell’artista Pietro Scarso.

Alle ore 22 sempre al Bar Sartea, la serata continua con il concerto dei Blue Willa e ancora dopo il dj set di Gigi Funcis.

Guardare in faccia la violenza!

A pochi giorni dalla grande sfilata che porterà per Vicenza tutto il mondo arcobaleno di Vicenza e non solo, ecco un altro appuntameno artistico.

Infatti in Piazza Castello, sabato 8 giugno alle ore 17.30, verrà inaugurata l’istallazione dal titolo Guarda in faccia la violenza.

Ad accompagnarci in questo momento Alberta Xodo (psicologa) e Elena Toffolo (segretaria Nazionale di Arcilesbica e Presidentessa di Arcilesbica Queerquilia Treviso), le quali saranno le relatrici della conferenza dal titolo, Strategie e strumenti di contrasto dell’omofobia, lesbofobia e transfobia. All’interno di Galla Caffè!

Tanta musica da San Silvestro

Ed eccoci ancora con uno degli appuntamenti musicali che fino al 16 giugno accompagneranno molte serate al Complesso Monumentale di San Silvestro.

Alle ore 18,30 di sabato 8 giugno ci sarà il Concerto dell’Orchestra DLM con il direttore Gabriele Dal Santo. Le musiche di Ottorino Respighi Antiche danze per liuto-suite terza; Bela Bartok, danze rumene; Peter Warlok, capriol suite e Nino Rota con il concerto per archi.

Officine Green: Sabato 8 giugno

Le attività di Sabato 8 giugno, che ci interessano cominciano dalle ore 11 della mattina! Il programma completo a questo link!

Infatti proprio alle 11 inizia la tavola rotonda dal titolo La gestione sostenibile dell’acqua. Intervengono Marcello Vezzaro, Sindaco di Caldogno, Fabio Lazzari, Consigliere Comunale di Caldogno e Lorenzo Altissimo, Direttore del Centro Idrico di Novoledo. 

Dopo una serie di workshop, alle ore 16 incontro con una dj davvero ROCK!!! Paola Maugeri, dj di Virgin con un passato come Vj! Ha vissuto e vive una vita a impatto 0, documentato dalle telecamere e successivamente raccontato in un libro dal titolo La mia vita a impatto zero..peccato essere al lavoro!

Alle ore 19 nuovo incontro musicale con altri artisti selezionati. Si esibirà Perditorni, Xo e Fabio Cardullo.