In libreria arte e illustrazione

La Libreria Traverso, nel mese di giugno ci propone oltre i moltissimi libri anche una mostra.

La protagonista saranno le opere di Valeria Franco o meglio arteVaniglia, illustratrice vicentina. Visibile negli orari di apertura della libreria, sarà visibile per tutto il mese di giugno!

Volete conoscerla di già? Ecco il link del suo sito

Annunci

La lingua ci parla con gli occhi

Appuntamento letterario  al Complesso di San Silvestro.

Sabato 1 giugno alle ore 18, 30 Marco Forni ci presenterà il suo libro Una parola negli occhi (Edizioni Forme Libere). Il libro è ambientato sulle Alpi, in questo ambiente si muovono tanti personaggi un  po’ particolari, dal raccoglitore di rifiuti, gli adepti di una setta che rapiscono bambini e molti altri personaggi. La vera protagonista è la lingua, una montagna in cui si mischiano lingue, dialetti, lingua scritta e parlata.

Anche questo appuntamento è a ingresso libero!

One

Sabato 1 giugno la serata si passa da Nadir. Alle ore 19 infatti ci sarà la presentazione del racconto ONE firmato kykeon.

Il luogo in cui si svolge l’azione è Bologna, all’interno di uno dei portici si consuma un omicidio che avrà come colonna sonora la musica raggae. Solo alcuni oggetti riveleranno la natura e sveleranno la verità…

Appuntamento sabato 1 giugno ore 19 Spazio Nadir, Contrà Santa Caterina 20!

La Vigna viaggia in Oriente!

Giornata di intensi studi presso la Biblioteca di Studi Internazionali – La Vigna di Contrà Porta Santa Croce.

Sabato 1 giugno dalle ore 10, infatti sarà ospitato un convegno di studi orientalistici intitolato Venezia e l’Oriente: un’eredità culturale. La giornata di studi è promossa dal Consorzio Pro Loco Astico – Brenta. Iniziativa questa promossa per approfondire l’influenza orientale a Venezia ma in Veneto in generale.

Interverranno:

Giampiero Bellingeri (Università Ca’ Foscari di Venezia): Intorno alle fonti venete sull’Azerbaigian

Boghos Levon Zekiyan (Università Ca’ Foscari di Venezia – Pontificio Istituto Orientale Roma):Venezia, il luogo delle “rivelazioni” della Provvidenza per gli Armeni

Giovanni Pedrini (Università Ca’ Foscari di Venezia): Carovane d’Oriente. Mercanti e viaggiatori sulle vie carovaniere tra Siria, Mesopotamia e Persia

Giovanni De Zorzi (Università Ca’ Foscari di Venezia): Vivere a Costantinopoli con le orecchie bene aperte. Giambatista Toderini (1728-1799) e la “musica turchesca”

Al termine ci sarà un momento conviviale!

Il Rosario diventa oggetto di design

Il design è davvero una disciplina curiosa e applicabile a numerosi oggetti, compreso al Rosario!

Dal 31 maggio al 9 giugno, nello spazio Cantiere Barche, in Contrà Barche 14, avrete l’occasione di vedere come l’oggetto di culto, nel senso più stretto del termine, possa diventare oggetto di studio e di tendenza! Se ne producono già di tutti i materiali e fogge, da quelli più antichi e preziosi a quelli che utilizzato le più economiche sostanze plastiche. Se penso a quest’oggetto sono due i ricordi più vividi, ma bambina in una notte nel grande lettone di nonna Teresa, la quale prima di addormentarsi sgranava il Rosario ed io mi addormentavo grazie al sussurro delle sue litanie. L’immagine più recente che mi lega è sempre collegata alla nonna che in compagnia di mia mamma fanno una sorta di “passeggiata spirituale” nel corridoio di casa…tutte le sere!

Insomma quali nuove forme potrà assumere un oggetto rimasto pressoché invariato per secoli e secoli? E con quali materiali? I grani assumeranno una forma nuova? Curiosità e una dose di sgomento!

Inaugurazione il 31 maggio alle ore 18 con l’introduzione del gruppo Làbit architetti curatore del progetto e bella stessa serata l’intervento degli stessi designer. Come grani del Rosario passiamo uno per uno i nomi dei partecipanti alla mostra…Amistadimayr; Aut/Chiara Onida; Massimo Barbierato, Blumer & Friends/Matteo Borghi; Todd Bracher; Massimo Brignoni; Ginette Caron; Head Collective; Arthur Duff;Marco Ferreri; Giulio Iacchetti; Leonardo Sonnoli; Làbit Architetti Associati; Paolo Lomazzi; Caterina Calderoni; Francesco Meneghini/Francesco Mantovani; Renato Meneghini/Change Design; Paolo Orlandini; Dario Scodeller; Pietiniffiumani; Francesco Tencalla, Zaven; Marco Zito; Giancarlo Vasselli.

Durante i giorni del Festival due eventi collegati che scopriremo a tempo debito.

Artigianato e arte sacra, simbolo di libertà

Anche ViArt da un suo artigianale contributo al Sacro Festival, proponendo la mostra Mani d’artista. Quando la fede nella terra diventa libertà. In Contrà del Monte 13, si incontreranno artisti contemporanei della ceramica con le loro opere realizzate per il Festival di quest’anno

Inaugurazione alle ore 18 di venerdì 31 maggio

In programma fino L 23 giugno, dal martedì alla domenica 10 -12 e dalle 15/19, organizzato dal Museo Civico della Ceramica di Nove. Ingresso libero

Immagini di un mondo lontano…

…ed estremamente affascinante! Volete vivere le suggestioni dell’India, attraverso l’obiettivo di un fotografo?

Al Complesso Monumentale di San Silvestro, venerdì 31 maggio alle ore 20,30 appuntamento con il fotografo Attilio Pavin che ci parlerà de I colori dell’India: reportage fotografico.

Sicuramente un viaggio affascinante in un mondo pieno di colori e di suggestioni!

Blimunda

Siamo quasi alla fine di questi incontri con l’opera. Giovedì 30 maggio nella sala concerti Marcella Pobbe dalle 10 alle 13 Blimunda di A. Corghi – un esempio di sceneggiatura/libretto.

Il relatore sarà Azio Corghi compositore.

Ingresso libero

Per info www.vi.conservatoriodimusica.it

Scacco al…

Lezione d’estetica al Caffè Galla, con il professore di estetica contemporanea dell’Università di Padova Giovanni Gurisatti che presenta il suo ultimo libro pubblicato dalla casa editrice Quodlibet Scacco alla realtà. Il testo parla della progressiva perdita di realtà dovuta alla profusione di immagini che provengono da mass media. Ma ci dimostra come sono altresì vari gli atteggiamenti nei loro confronti.

Un tema complesso e affascinante che sarà trattato dall’autore con Mario d’Angelo e Giorgio Frank alle ore 18 di giovedì 30 maggio!

I videogiochi queer

Giovedì 30 maggio alle ore 19, la presentazione di un libro di Luca De Santis dal titolo Videogaymes – omosessualità nei videogiochi tra rappresentazione e simulazione (1975 – 2009). La presentazione avrà luogo all’Ex Bocciodromo di Via Rossi 198 a Vicenza.

L’autore spiega come i videogames sia stati profetici nella scelta dei personaggi e del disegno, cogliendo prima del tempo le forti trasformazioni sociali. Il videogioco è stato ed è spesso visto uno strumento per bambini invece che una forma culturale adulta. La sua analisi si basa su oltre 9000 giochi, analizzando i libretti di istruzioni, interviste degli autori.

Luca De Santis, nasce a Campobasso. Scrittore, si occupa di sceneggiatura e morfologia della narrazione. Ha lavorato per molti emittenti nazionali e internazionale, come MTV Italia, Endemol, Italia, Paramount Comedy. Attualmente è giornalista per magazine che si occupano di tecnologia trattando prevalentemente di videogiochi. Ha fondato il primo sito di videogiocatori Igbt italiani e potrete trovare maggiori info sul suo blog cliccate qui!