I diversi tempi dell’arte

Il vento di primavera è arrivato in città, non quello che speravamo, ovvero temperature più dolci e finalmente qualche strato in meno di vestiario, ma il vento della primavera giapponese che è arrivato a Vicenza fino al 24 marzo!

Oggi a Palazzo Cordellina, due volte nella stessa settimana wow, si apriva la mostra di arte italo -giapponese, tre artisti orientali in dialogo con tre italiani!

La filosofia della mostra è il pendolo della vita. Tutti del resto attribuiamo in generale al mondo orientale, un tempo più dilatato, io lo vedo spesso nelle opere della mia amica Toyomi (Nara). Mentre l’arte occidentale ci porta sempre di più in mondo dominato dall’ansia del tempo, per qualsiasi attività. Credo che il tempo così dilatato resti solo nei piccoli villaggi di questo mondo tanto lontano e pieno di immaginari, voglio vedere se a Tokyo ci sia ancora il tempo per guardare il ciliegio fiorire!

Una mostra, quella di Palazzo Cordellina, che ha coniugato diversi linguaggi, ed ho trovato le mie preferite. Ho perso la presentazione, molte persone che ho incontrato si sono anche lamentate del grande ritardo e anche un po’ di come si è svolta, ma sono sincera, non posso esprimermi visto che non ero presente! Posso dire su quello che ho visto e purtroppo la memoria, la mia memoria fotografica che spesso mi aiuta e spesso potrebbe danneggiarmi, anche perché a volte trattengo delle informazioni totalmente inutili! Ma il mio cassetto…eh eh si è aperto e da lì sono usciti alcuni ricordi!

Era il lontano 2010 ed io totalmente disoccupata e disillusa mi aggiravo per il centro per il mio sport preferito….a parte lo shopping…le mostre naturalmente! Mi imbatto nella manifestazione Haru no kane, si si un’edizione precedente a questa e da Primo Piano Arte Studio, mio ex luogo di stage fanno una mostra con protagonisti dei pittori giapponesi, mi colpirono delle fotografie in particolare così semplici ma poetiche…e stasera, dopo tre anni (non vuole dire che nelle due edizione 2011 e 2012, non siano state nuovamente esposte, ma non posso certo affermarlo con certezza) eccole di nuovo…il vento di primavera porta certamente oriente ma non molte novità! E siamo anche chiari, alla fine, purtroppo o per fortuna, la gente che frequenta queste iniziative sono sempre le stesse, forse con una memoria peggiore della mia, perché alla fine il fuggi fuggi generale ha prevalso quando il buffet ha avuto inizio! L’oriente è un mangione oppure è il pensare troppo che ci stimola l’appetito?

Il dubbio su questo déjà vu  era forte ma per fortuna anche il mondo del web oltre che il mio cervello trattiene informazioni inutili! Vi lascio le immagini del mondo e della vita come vengono concepiti da oriente e occidente…quanta amarezza!

Gli artisti in mostra sono Toshiro Yamaguchi,  il quale ci propone un grande pannello con i caratteri del kana e i sinogrammi dek kanji, quello che non ho afferrato del tutto sono le pseudo ventose, che pendevano dal cielo, nel foglio di presentazione all’esposizione, ci dice che dovrebbero confermare la percezione di timbro, la sua forma sinuosa dovrebbe ricordarci una foglia ad elica e il bianco alluderebbe ai fiori di ciliegio che sono bianchi, Gianni Maria Tessari, Maurizio Colombo, Theo Gallino, Shinya Sakurai e Kumi Yamamoto, autrice delle fotografie che ci presenta le forme, che mimano le forme vegetali, non solo attraverso un tenero fiore che si schiude e si mostra in tutta la sua nudità, ma anche attraverso dettagli di corpi, di difficile individuazione, ma probabilmente se compresi perderebbero la loro poesia!

opera di Toschiro Yamaguchi
opera di Toschiro Yamaguchi
L'opera di Theo Gallino
L’opera di Theo Gallino
Fotografia di Kumi Yamamoto
Fotografia di Kumi Yamamoto
Annunci

Omaggio a Donatella De Paoli

La Biblioteca Internazionale La Vigna, presenta la mostra retrospettiva dedicata all’artista Donatella De Paoli, scomparsa l’anno scorso! La mostra dal titolo Omnia, sarà in programma fino al 31 marzo e rispetterà i seguenti orari: Mercoledì, giovedì e venerdì 16-19, sabato e domenica 10.30-12.30 e 16-19.

Donatella De Paoli, è stata anche lei tra gli allievi di Otello De Maria, presso “La Soffitta”, frequentando successivamente la Scuola Libera del Nudo e incisione. La sua opere è particolarmente dedicata al nudo femminile, produzione che sarà al centro della mostra in programma!

Oltre a Mario Bagnara, presidente dell Biblioteca, che darà i saluti iniziali, sarà Davide Piazza, attuale presidente de “La Soffitta” a curare la presentazione!

Inaugurazione sabato 16 marzo alle ore 18!

Conosciamo la nostra identità?

Sabato 16 marzo va in scena al Teatro Spazio Bixio lo spettacolo Identità Precarie della compagnia Ilinx. Lo spettacolo prende spunto dal testo Jimmi, creatura di sogno di Marie Brassard. 

Il tema dell’identità si relaziona con la crisi della società contemporanea, in cui ognuno può crearsi un’identità fittizia.

Drammaturgia di Armanda Spernicelli, con Maria Rosa Criniti, Giulia Lombezzi e Luca Marchiori. Regia di Nicolas Ceruti.

Appuntamento per sabato 16 marzo ore 21, Via Mameli 4, ingresso intero 10, ridotto 8.

La fabbrica magica

Al Kitchen Teatro indipendente è tempo della compagnia di casa, che sabato 16 marzo e domenica 17 marzo, si esibiscono ne la Fabbrica Magica. La storia si svolge in una fabbrica dove si produce cacao (non vi ricorda qualcosa?), e per produrla c’è bisogno dell’aiuto di qualcuno… ma gli aiutanti del proprietario (non vi ricorda qualcosa? Tipo gli Umpa Lumpa!), il repertorio scelto per questo spettacolo teatrale-musicale è principalmente rock and roll.

Appuntamento alle ore 21 di sabato 16 e domenica 17 marzo alle ore 21, ingresso 10 (peri possessori di tessera Arci), per coloro che la faranno a momento 13 euro.

Lo spettacolo per la drammaturgia di Franca Pretto, la regia di Franca Pretto e Gianni Gastaldon, scenografia Paola Dal Pra, Franca Pretto e Gianni Gastaldon. Preparatore musicale Marino Girotto, Preparatore vocale Linda Viero, disegno luci Gianni Gastaldon

Impariamo a disegnare il mondo con la danza

L’ultimo appuntamento con i workshop di danza a Valdagno è per domenica 24 marzo dalle ore 10 alle 18!

Il tema di quest’ultimo appuntamento sarà Disegnare il mondo/laboratorio di danza creativa con Chiara Trentin. Vi ricordo che i workshop hanno un costo di 50 euro. Per informazioni scrivete a info@livelloquattro.it oppure telefonate al 345 7004703. Anche questo workshop si svolgerà presso la Cooperativa Intreccio in Via Galliano 10 a Valdagno!

Chiara Trentin, si avvicina al mondo della danza nel 1986, dapprima quella jazz e successivamente quella contemporanea, dedicandosi in particolare all’improvvisazione e alla composizione. Dal 1999 al 2003, lavora come attrice e drammaturga nell’ambito del teatro danza per ragazzi con La Piccionaia – I Carrara. Sempre nel 1999 fonda con altri artisti l’associazione culturale l’Archibugio A Salve. Dal 2003 si dedica anche all’insegnamento!

Viaggiare leggeri

Il 16 marzo alle ore 21, salgono sul palcoscenico del Teatro San Marco con la compagnia La Trappola di Vicenza con lo spettacolo Il viaggiatore senza bagaglio, dal testo di Jean Anouilh, regia di Alberto Bozzo.

La vicenda parla di un uomo che ha perso la memoria. Molte famiglie lo reclamano e tra queste solo una è la sua vera famiglia. Cosa sceglierà nel momento in cui si troverà di fronte ad un bivio!

Biglietto intero 9,50, ridotto 8!

L’incisione contemporanea diventa itinerante

Un viaggio itinerante alla scoperta dell’incisione contemporanea farà tappa a Vicenza, presso la Stamperia d’Arte Busato (Contrà Porta Santa Lucia , 38 Vicenza). Un momento per conoscere le nuove leve della bellissima, quanto difficile tecnica dell’incisione, portando ad un confronto diversi linguaggi, provenienti da diverse parti d’Italia, Vicenza, Cremona, Firenze, Rom, Matera! Le realtà che si confronteranno sono, oltre che la stessa Stamperia Busato, l’Associazione culturale Quartiere3 di Cremona, Associazione culturale socio ricreativa Stamperia del Tevere di Roma, Associazione Incisori Grafica di Via Sette Dolori di Matera e la scuola internazionale di Grafica di Firenze Fondazione Il Bisonte.

Protagonisti dell’esposizione 25 giovani talenti dell’incisione italiana, che presenteranno due opere ciascuno: Niccolò Barbagli, Yasmine Dainelli, Elisa Tonini, Antonino Triolo, Sisetta Zappone (originaria del mio paesello calabrese) che sono selezionati dalla scuola originaria di Firenze. Laura Bisotti, Roberta Lozzi, Barbara Martini, Elena Molena, Giangi Pezzotti,  per Cremona. Simone Del Pizzol, Daniela Fiore, Pier Giacomo Galuppo, Stefano Luciano, Giuseppe Vigolo, per la Stamperia di Vicenza. Alessia Coniglio, Virginia Carbonelli, Alessandro Fornaci, Frank Martinangeli, Laura Peres per la stamperia di Roma. Maria Pina Bentivegna, Marina Bindella, Vittorio Manno, Giovanna Martinelli, Angelo Rizzelli di Matera

La mostra rimarrà aperta fino al 26 marzo con il seguente orario: tutti i giorni dalle 15 alle 19.30. Catalogo in mostra. Mentre l’inaugurazione sabato alle ore 17

L’arte dei fiori viventi

Il 20 marzo il vento di primavera porta profumo di fiori! Anzi meglio! Sistemarli quando sono recisi…ecco forse riuscirebbero a vivere di più anche con me. Quella del 20 marzo è la prima lezione, il secondo appuntamento è per il 23 marzo. 

Gli appuntamenti, entrambi lezioni introduttiva, sono a cura della Scuola Sogetsu e dell’Associazione Gohan, 20  MARZO ore  19.30 -22.30, presso il Polo Giovani di Contrà Barche, 55, vi ricordo la necessità dell’iscrizione visto il numero limitato di posti. Iscrizione entro il 18 marzo

La lezione del 23 MARZO si terrà nella stessa sede dalle 15 -18, iscrizione entro il 21 marzo.

Il 24 marzo sempre per quanto riguarda l’Ikebana si svolgerà la pratica aperta, ovviamente per coloro che hanno svolto le lezioni introduttive nelle date riportate precedentemente, prenotazione entro il 21 marzo per posti limitati, presso il Polo Giovani di Contrà Barche, 55!

Chiamate per la prenotazione il numero dell’Associazione Gohan 345 6497944 o scrivete a gohan@nagaikiryu.com trovate l’Asscociazione anche nei più importanti social network

Street Culture in Vicenza

Allora o sono io che ero in una bolla fino a circa un anno fa! Oppure qualcosa sta cambiando in città!

Scegliete voi la vostra opzione! Intanto vi annuncio, per i più impegnati, il nuovo festival che animerà il centro storico e non solo della città berica! EXPRESS YOURSELF V ED….ma le altre quattro le hanno fatte sempre a Vicenza…forse al Parco Fornaci!Ahhh…

In programma dal 16 al 24 marzo una serie di iniziative alla scoperta o alla libera espressione della cultura di strada. Il calendario di iniziative, culminante il 23, prevede la presenza in città esponenti delle verie discipline di fama internazionale e alcune crew e hip hop. L’edizione sarà seguita in diretta da Radio Vicenza

L’express yourself opening avrà inizio il 16 marzo alle ore 16 a Torri di Quatersolo CC Le Piramidi

Ma la grande giornata dedicata avrà luogo il 23 marzo sabato, con una serie di iniziative che dalle 15.30 alle 19 animeranno il centro storico con performance itineranti, vetrine animate, flash mob e street art! Appuntatelo!!!!