Habemus poeta

IMG_1256

IMG_1257

Ecco tutti i poeti!
Ecco tutti i poeti!

Mentre in Città del Vaticano si assisteva alla fumata bianca, anche a Vicenza un romano (vero) vinceva una sfida importantissima lo Slam di poesia! Ma procediamo con ordine e vediamo come si è svolta la serata.

Appuntamento alle ore 18 nel loggiato inferiore della Basilica, al Bar Borsa, praticamente! La prima fase, la scelta della giuria attraverso una dose di fortuna! Ed ecco che si entra nel vivo della sfida, prima cosa trovare un posto a sedere e abbastanza riparato…un freddo abbastanza insopportabile! Per fortuna io e Petra ci scaldiamo  con la copertina di pile che troviamo sulla sedia e con un bicchiere di qualcosa che dovrebbe riscaldarci!

I concorrenti sono un po’ diversi da quelli che hanno reso inizialmente noto! Ma vabbè…che la prima manche abbia inizio! Il primo poeta ad esibirsi è il giornalista Stefano Ferrio, che decide di dedicare il suo verseggiare ai Maya, effettivamente materialmente non ci è scoppiata la terra sotto i piedi ma altri segni fanno pensare invece a dei cambiamenti epocali! La seconda è Sveva Folco, acclamata dal popolo degli sprizzati, segue Delia Fraccaro, che ci proposte due brevi poesie che evidenziano la sua straordinaria capacità di invenzione e di capacità verbali. Fabio Masetti, decide di cominciare facendomi saltare il cuore in gola, una poesia quella del poeta romano che non usa mezzi termini. La volta degli ultimi due aspiranti poeti…

Alla fine della seconda manche, un momento di poesia dedicata agli scartati, la prima è Ada Massignani, artist coach (!), che ci declama Trame antiche, dedicato ad un amore finito male….avendo osservato in varie occasioni il suo modo di approcciarsi…non mi stupisco, è troppo vulcanica! Anche Carlo Presotto lo ha potuto testare di persona!

Ma è giunto il momento di conoscere i protagonisti, che affronteranno la nuova manche: passa Sveva Folco, Delia Fraccaro, Fabio Masetti e Beatrice Pelagalli…

altre poesie per tutti i gusti fino ad arrivare, al termine della manche, con un’altra delle scartate, è il momento di Annamaria Ghirardello…ma la sfida continua e sono rimasti in due! Delia Fraccaro e Fabio Masetti… la vittoria va al poeta romano, che declama con tanto di ombrello, non si sa mai i furti!

Io ribadisco, e non me ne voglia nessuno! Potevate scegliere un mese diverso, non necessariamente giugno, anche aprile sarebbe andato bene, la gente c’era ma se facciamo un paragone con l’anno scorso, non tanta quanto quella sera, la pioggia, il freddo la corrente tra i portici e forse in generale poca verve che abbinata alle luci soffuse del Bar Borsa, non certo famoso per la luminosità, ha creato un clima un po’ sottotono…ma lo slam è sempre lo slam e sono certa che margini di miglioramento ce ne saranno, sperando sempre in una prossima edizione sia di Dire Poesie che del Poetry Slam!

Annunci

Il vento d’oriente è pieno di proposte

Nella giornata di sabato il vento di primavera porta workshop e musica!

Il primo Origami: laboratorio “impariamo a fare gli origami”  con la Maestra Mukoyama della Origami Nihon kai e Origami korea kai alle ore 15 per la prima sessione, mentre la seconda sessione alle 16.45, presso il Polo Giovani in Contrà Barche 55, la prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro domani al numero dell’Associazione Gohan al 3456497944.

Mentre per quanto riguarda la musica l’appuntamento, sempre per il 16 marzo, è alle ore 20.45 al Teatro Comunale di Vicenza, il concerto Hōgaku – Musica Tradizionale Giapponese – gruppo Hanagumi. Per i biglietti o presso la biglietteria del teatro, presso la Banca Popolare di Vicenza o online sul sito http://www.tcvi.it

Cosa porterà il vento nei prossimi giorni???

Manoscritti rari e da restaurare

Un appuntamento alla scoperta del ricco patrimonio librario conservato presso la Biblioteca Civica Bertoliana, organizzato dagli “Amici della Biblioteca Bertoliana”, l’incontro in programma giovedì 14 marzo alle ore 18 (Palazzo Cordellina, Salone Centrale)!

Si presenteranno opere già restaurate e altre ancora su cui intervenire. Le opere già restaurate sono state finanziate dalla stessa Associazione. Presenti alla serata le restauratrici Melania Zanetti ed Ester Beatrice Manganotti. Si presenterà inoltre un progetto espositivo che analizzerà la Battaglia di Vicenza, del 7 ottobre 1513, che vide tra i protagonisti il Condottiero Bartolomeo d’Alviano, il quale cercò di ostacolare l’avanzata di Massimiliano I. Saranno proposti al pubblico ritratti dei protagonisti della battaglia, carte geografiche e disegni di città fortificate.

Con l’occasione, in caso non l’abbiate ancora vista, la mostra di Mario Albanese.

Per prenotazioni e informazioni 0444 322500 Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Anteprima biblica

Pronti per una nuova stagione del Festival Biblico? Per coloro che aspettano con trepidazione il favoloso popolo biblico, in programma dal 31 maggio al 9 giugno 2013, ecco come prepararsi adeguatamente con due appuntamenti previsti per il 14 marzo nell’ampio spazio del teatro comunale ecco sia una conferenza che uno spettacolo teatrale!

Il giovedì comincia alle ore 18, nella sala del ridotto, la Lectio Magistralis sul tema Il Significato della libertà, con l’occasione avverrà anche la presentazione ufficiale della nona edizione. La lectio sarà a cura di Silvano Petrosino, docente di teoria della comunicazione e filosofia morale all’Università Cattolica di Milano.

L’ingresso è gratuito su prenotazione obbligatoria al numero 0444 937499 fino ad esaurimento nei posti disponibili!

La giornata continua la sera alle 21, nella Sala Grande, lo spettacolo Gerusalemme Perduta, è tratto dal libro omonimo di Paolo Rumiz e Monika Bulaj (edito da Frassinelli). Il progetto e la reagia di sasha Karlic con la partecipazione di Paolo Rumiz. Ingresso a pagamento 10 euro (biglietto unico). Quello che Paolo Rumiz porterà in scena è un viaggio nella religione cristiana, in cui i suoni e gli stumenti utilizzati disegnano un viaggio attraverso immagini in cui lo spettatore dovrà essere in grado di riconoscere la propria esperienza religiosa!

Paolo Rumiz: giornalista e scrittore triestino, classe 1947, dapprima è inviato speciale del Piccolo di Trieste e successivamente editorialista de La Repubblica. Dal 1986, è inviato nei Balcani per seguire da vicino le guerre, mentre nel 2001 è a Islamabad per seguire il conflitto in Afghanistan. Ha ricevuto numerosi premi non ultimo quello Strega per la narrativa nel 2007.

Monika Bulaj: è una fotografa, reporter e documentarista. Nasce nel 1966 a Varsavia e i suoi temi di ricerca è in particolare la fede, popoli migranti. Laureata in filologia polacca, può vantare numerose collaborazioni con testate giornalistiche italiane (Corriere della Sera), riviste di fotografie internazionali (National Geographic). Pubblica molti libri e vince premi di reportage!

We want…Velvet Goldmine!

Il pregiudizio sessuale è un tema sempre più caldo nella cattolicissima Vicenza, allora parliamone sempre di più!

All’ex bocciodromo di Vicenza (via Rossi 198), giovedì 14 prende il via un’importante rassegna, organizzata da We want sex, che vuole rendere visibili tematiche che sono ancora al centro di pregiudizio e spesso di invisibilità!

Giovedì 14 il primo appuntamento è con Velvet Goldmine, film del 1998, diretto da Todd Haynes. Il film tratta del periodo del glam rock con protagonisti due musicisti, che facilmente ricordano uno dei personaggi di spicco di quegli anni, David Bowie, ma prendendo spunto anche ad un’altra figura di rottura della storia inglese meno recente, Oscar Wilde, ricordato da numerose citazioni. Tra le chicche, di cui il web è sempre estremamente ricco, ricordo che il regista nella sua idea originale voleva usare le canzoni di Bowie, ma l’artista si rifiutò perché erano troppo insistenti le voci sulla sua omosessualità ( ora che l’ultimo album del Duca Bianco è uscito la questione è ritornata a causa delle voci della sua ex moglie!).

Appuntamento per le ore 21!