Primo approccio con le donne della lirica

Ormai dovreste conoscere che sono capace di fugaci passioni e sono talmente curiosa da rischiare da finire come un topino…ed eccomi in una breve passeggiata per il centro e due passaggi fortuiti, davanti al famoso portone in Corso Fogazzaro (clicca qui per altre info), invitanti locandine sui muri, insomma che devo fare, al secondo passaggio eccomi dentro! Trascinandomi dietro anche la mia mamma!

Nell’androne del palazzo le sedie e lo schermo con proiettati ininterrottamente i video dei tre film in programma, e poi in teche materiali, da spartiti, a stampe, fotografie, dischi e ad ok i gioielli ispirate alle personalità delle nostre poliedriche cantanti liriche. Questo è un primo approccio con il mondo dorato e affascinante del mondo della lirica e delle donne che hanno dato vita e tormento con le loro voci cristalline e acute, voglio tornarci  per conoscere meglio un posto pieno zeppo di curiosità! Qualche foto per incuriosirvi???

Annunci

Le cose mutano

Certe volte sono infaticabile, incosciente e anche una grande seccatrice…e nonostante la levataccia di ieri mattina, per andare in un’altra regione per prendere una persona molto importante! Ma nonostante questo non ho rinunciato ai miei programmi…amo troppo i programmi e così, sfidando la stanchezza e un cielo che certo non prometteva raggi di sole si parte, e così la nostra allegra brigata si trasferisce nel nord vicentino e precisamente a Schio! Il sapere che si è appena inaugurato un nuovo spazio e con la mostra di un artista che vorrei conoscere meglio è irresistibile! Come nel mio post precedente sull’argomento…vedete qui, si è aperto ieri allo spazio Shed…anch’esso nuovissimo. Un posto centralissimo aperto a tutti e dove speriamo di vedere la grande Arte Contemporanea.

Il grande salone inondato di luce ospita le grandi opere di carta, interamente artigianale che l’artista manipola e la usa per ricoprire oggetti che il tempo non potrebbe conservare…anche grandi lastre con iscrizioni, i tronchi d’albero e molto impressionante i grandi portoni di legno cui la carta evidenzia le bugnature e le screpolature del legno. Qualsiasi cosa diventa oggetto di manipolazione e di mutazione. Oltre a queste, anche sculture nate dalla mutazione dei sassi, trovati sulle rive dei fiumi, che si uniscono al ferro, con tanto di meccanismi funzionanti! La sonorizzazione ambientale intitolar Nel ricordo di altre vibrazioni opera di Giovanni Bonato e la sound engeneering a cura di Francesco Grani, ha contribuito a creare la sensazioni di movimento.

Tra le molte mutazioni presenti, assemblaggi che arrivano a creare e mimare gli abitanti dei cieli. In mostra anche le numerose pubblicazioni di cui Guzzonato è stato protagonista o alle quali ha donato la sua sapienza per importanti collaborazioni.

Da segnalare anche il video Guzzonato, carta canta, realizzato da Video Maker con la regia di Graziano Dal Maso.

La mostra sarà aperta nel week end (dal venerdì alla domenica), il venerdì dalle 16 alle 19 mentre il sabato e la domenica 10-12.30/16-19, catalogo Marsilio a cura di Nico Stringa e Stefania Portinari.

Vorrei dedicare qualche riga anche allo spazio, come già detto nel precedente articolo, lo spazio è di 1300 mq, si intitola SHED per le strutture utilizzate per la copertura! Una parte, quella che ospita attualmente la mostra, sarà utilizzata per questo scopo. Mentre l’altra ala dell’edificio, sarà da memento per l’importante passato industriale che lo ha visto protagonista! Attraverso video e la visione ravvicinata dei macchinari e un percorso sensoriale, potendo toccare con mano il prodotto prima e dopo la tessitura. Altro elemento estremamente importante è l’acqua che passa sotto l’edificio stesso, elemento essenziale per lo stesso funzionamento della fabbrica.

All’ex Lanificio Conte acqua, vita, arte, storia, passato e un futuro tutto da progettare! Qualche foto per farvi incuriosire!

Opere che ritornano

L’opera di Bartolomeo Montagna Maddalena tra i Santi Girolamo, Paola, Monica e Agostino, il dipinto che faceva parte (ritornerà?) dell’arredo pittorico del Tempio di Santa Corona. Per la presentazione del dipinto restaurato è previsto un incontro per Martedì 12 marzo 2013 alle ore 18, nella Sala ViArt di Contrà del Monte di Pietà.

Sarà presente Maria Elisa Avagnina, direttrice del Settore Musei Civici di Vicenza e Mario Nicoli, Presidente della Fondazione Monte di Pietà. Ingresso libero

Un’altra fetta di Grande Mela al Borsa

Direi che Vicenza è una città deputata oltre che a Palladio anche al Jazz, i momenti a esso dedicati sono sempre di più e il tutto culminerà nel mese di Maggio con il VicenzaJazz!

Ma intanto oltre alle jam session, al Borsa, sempre di più al centro della vita musicale cittadina, del resto più centrale della Basilica c’è ben poco, continuano gli appuntamenti con i grandi interpreti della musica americana. Martedì 12 un altro interprete che sbarca direttamente da New York, si esibirà Kevin Hays, interprete contemporaneo, che proprio qui presenterà il suo ultimo cd, intitolato New Day Trio, ad accompagnare Hays al pianoforte ci sarà Rob Jost al contrabbasso e Greg Joseph alla batteria.

Come buona abitudine, l’ingresso è libero e avrà inizio alle 21.30! Martedì 12 marzo!

Kevin Hays, comincia a suonare a 17 anni, affiancandosi presto con i grandi nomi della musica. Lo si può pienamente ritenere come un virtuoso del piano, per competenza tecnica e per re-invenzioni armoniche…non vi resta che ascoltarlo dal vivo