Spazio Bixio è naturalmente diverso!

Con l’autunno riprende la stagione teatrale del Teatro Bixio...proposte interessanti e tutte da scoprire. La stagione che aprirà ufficialmente il 31 ottobre con la PALTAN BLUES BAND. Questo primo appuntamento è ingresso libero ma con prenotazione obbligatoria.

L’appuntamento è alle ore 21 in Via Goffredo Mameli 4 e per la prenotazione i numeri sono 0444 322525 oppure 348 0035186

dalle ultime notizie lo spettacolo dovrebbe già essere al completo….tenete d’occhio l’ampia offerta per tutta la stagione!


Annunci

Musch…mushhhh

In Calabria….in realtà nella mia famiglia, quando vogliamo attirare l’attenzione del micio domestico non usiamo MICIO MICIO ma muschhhh!
La presentazione che si svolgerà martedì 30 ottobre da Galla Caffè è l’ultimo libro di Antonia Arslan Il libro di Mush.
Ore 17.30!

Goldin ci da una lezione Ep.3

Tanto attesa, da alcuni…:P, nuova lezione di Goldin che lunedì 29 ottobre alle ore 20.30 (vi ricordo che il teatro è aperto dalle 19.45).
L’incontro avrà come tema La nobiltà del ritratto, l’occasione vedrà anche la presenta di Ernesto Guidorizzi, il maggiore esperto di Goethe in Italia, analizzerà la permanenza del poeta, drammaturgo ecc.. ec… ecc…  proprio a Vicenza.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili!

Temi d’amore al Teatro Astra!

Al teatro Astra va in scena l’amour, domenica 28 ottobre alle ore 21 il coro Ensemble Strumentale di Vicenza con il soprano Debbie Ashton, il trombettista Francesco Perrone e il danzatore Thierry Parmentier, diretti da Giuliano Fracasso.
Le musiche saranno trattte da film e non solo….le colonne sonore dei film che ci hanno fatto emoziona re*_*!
L’ingresso intero è di 10 euro mentre ridotto 8 (fino a 14 anni e over 60).

In Loggia con…

…ultimo giorno di Forum, ma non ultimo giorno di incontri…oltre al ricco programma della giornata. Alle ore 11.30 lo scrittore Alberto Garlini presenta al pubblico presenta il romanzo La legge dell’odio, un romanzo che si snoda tra il 1969 e il 1972. Appuntamento in Loggia.

Ultimo giorno per passare parola

Ultimo giorno del Forum del Libro che vedrà come location per tutta la giornata PLM!!! Nel mio giorno di lavoro….venitemi a salutare e vedere anche la mostra di fotografia, mi raccomando, ma soprattutto partecipare alla giornata finale del Forum!
Ma vediamo i molti argomenti che dalle 10 ci vedrà protagonisti:

Ore 10 Un tempo da leggere: leggere i tempi. Presentazione della pubblicazione Leggere i tempi. Culture, religioni e civiltà a confronto.
Realizzata dall’Istituto per le ricerche di Storia di Vicenza, in collaborazione con Intesa San Paolo. Interviene Giorgio Cracco.

Ore 10.30 Buone pratiche sensi-azionali: lettura in movimento
Le carovane du livre in Marocco, con Jamila Hassoune e Elisabetta Bartuli
I piccoli maestri con Elena Stancarelli
Stella d’Italia: un viaggio a piedi attraverso l’Italia verso l’Aquila con Tiziano Scarpa e Serena Gaudino

11.15 presentazione L’Italia che vorrei, raccolta dei migliori progetti del concorso promosso dall’Associazione Progetto Marzotto. Intervengono Stefano Ferrio e Cristiano Seganfreddo

Ore 11.30 Scrittori e lettori: dialogo sui best seller A cura dell’Associazione Nazionale Presidi del Libro. Intervengono Donato Carrisi, Nicola Lagioia. Coordina Marina Losappio.

Dopo una pausa dalle 16 dapprima la fiaba musicale per voce narrante e orchestra Le due regine. Il testo tratto liberamente dal libro omonimo di Dario Moretti. La produzione è curata dall’Istituto Comprensivo 5 di Vicenza, con la collaborazione della scuola d’infanzia “B. Malfermoni” e la scuola secondaria di 1° grado “A. Giuriolo”. Musiche composte dal compositore Patrizio Baù ed eseguite dalla classe III dell’indirizzo musicale della Scuola “A. Giuriolo”.

Dopo Loredana Perego si occuperà delle Premiazioni finali dei tornei delle scuole:
I COLORI DELLE EMOZIONI
TORNEO PAGINE A COLORI: DAL GIALLO AL NOIR NON PASSANDO PER IL ROSA
TORNEO DI SPORTLETTURA: I COLORI DELLA SQUADRA
STORIE DI TUTTI E DI TUTTI I COLORI

Lettura dei racconti premiati di Marina Pittarello

IL LIBRO E’ UN GIOCO: I DISEGNI VINCITORI DEL CONCORSO NAZIONALE

Ore 17.30 Più forte del destino. Incontro promosso da AISM VICENZA
Antonella Ferrari dialogherà con Antonio Zanarotti, coordina Antonio di Lorenzo

Vicenza Nostra

La sezione vicentina di Italia Nostra, propone il 28 ottobre un incontro per conoscere le stanze delle meraviglie di Vicenza, ovvero la donazione Roi, conservata negli appartementi che il Marchese intellettuale aveva coltivato per una vita intera.
Appuntamento ore 10 davanti a Palazzo Chiericati, vi guiderà Giorgio Ceraso

Le corse son fatte per migliorare le razze

E’ con questa fase di Umberto Eco, detta durante la prima edizione del Forum del Libro, svoltasi a Bari nel 2005, che voglio intitolare il post di questa sera…tarda ormai! Una giornata che per me è iniziata il pomeriggio per assistere all’apertura ufficiale del Forum a Palazzo Leoni Montanari dalle ore 15.

Tanti i protagonisti di questo intenso pomeriggio, all’insegna della riflessione, della scoperta di nuove realtà che nel panorama italiana stanno facendo la loro piccola parte per aprire e far scoprire il mondo del libro a persone e ai nuovi, ai futuri lettori i bambini e i ragazzi. Ma andiamo per ordine: 

Ore 15.15, anche e 20! Inaugurazione che ha visto la partecipazione della Professoressa Carmela Decaro, (insegna alla Luiss di Roma) e di Marina Losappio, le due anime del Forum, presentate da Alessandra Moretti che le ha accolte e con loro tutto il “popolo” del libro nella tappa di questa nona edizione. Al posto dell’Assessore regionale Marino Zorzato, in rappresentanza ha partecipato Fausta Bressani, specificando come la Regione si sia avvicinata al Forum coinvolgendo coloro che diffondono la lettura. Quindi il libro è diventato un altro strumento di socializzazione.
Le due anime dell’iniziativa ricordano le tappe che dopo nove anni, ha visto Vicenza la sede per parlare di libro e di cultura, abbiamo già detto di Bari nel 2005, poi Cagliari e via via più su, coinvolgendo gli editori, i lettori professionisti e non, i volontari e gli amministratori locali, con un’attenta ricerca alla buone pratiche e dei buoni esempi di gruppi di lettura.

Il tempo passa e tocca al secondo argomento della giornata…il progetto Le città invisibili, con il rapidissimo intervento di Donatella Lambello, docente presso l’Università di Padova. Il progetto nato già da un po’ di tempo, continuerà fino al 2013 e anche il titolo scelto è in evoluzione, da città invisibili si parlerà al termine di città visibili, un progetto rivolto agli allievi delle scuole della provincia che da alle giovani menti uno strumento in più per leggere il territorio. E’ seguita una lettura tratta da Non tutti i bastardi sono di Vienna, eseguite da Andrea Molesini…che tra le pagine scelte ha ricordato una frase molto significativa Lo stato non ha senso degli italiani.
Oltre che ascoltare interessata i vari momenti del pomeriggio non potevo non farvi partecipi delle scenette che di tanto in tanto si svolgono proprio a fianco a me! Mi riferisco in particolare alle beghe per i posti…una signora seduta vicino a me teneva gelosamente un posto anche per il figlio…che probabilmente con la scusa di trovare parcheggio ne aveva approfittato per fare altro. Dopo un po’ si avvicina un’altra signora interessata al posto…allora l’intrepida donna ha detto “no…è per mio figlio!“…l’altra indignata accontentatasi di un posto nella fila dietro esclama “Queste cose non mi piacciono per niente sa!“….
Ehhhhh la cultura scatena anche questo o_O

Senza nulla togliere ai relatori precedenti e successivi, c’era un momento di discussione che era sicuramente il più atteso. Mi riferisco a Leggere Vicenza con Ilvo Diamanti, Gian Antonio Stella, la presentazione a cura di Alessandra Moretti. Ma il duo si è subito modificato in trio perchè ad incalzarli…su domande varie c’era anche Carmela Decaro….prima dell’atteso momento ci sono stati momenti di trepidante attesa per un Gian Antonio Stella che non voleva arrivare, finita l’angoscia è cominciato il dibattito…scambio di battute vero e proprio. Scopriamo così che i due famosi vicentini da adolescenti sedevano allo stesso banco al liceo, che Ilvo Diamanti era un capellone! Due amici che scrivono per due testate ugualmente importanti Stella per il Corriere della Sera, Diamanti per La Repubblica.
Per quanto mi riguarda finalmente assisto ad un appuntamento con Stella che nei mesi estivi aveva proposto per il pubblico vicentino almeno due appuntamenti!
I due giornalisti, si punzecchiano e si interrogano su vari argomenti, la scuola….dovrebbero stare attenti le insegnanti erano la maggioranza! E facendo un bilancio attraverso i titoli dei loro libri hanno consigliato al pubblico in sala buone pratiche di lettura e anche dato un consiglio per uscire magari dalla crisi attraverso la cultura.
Il bilancio non è meraviglioso, chiudono in tutta Italia librerie storiche, il nostro patrimonio librario, magari conservato presso istituzioni e biblioteca importantissime sono messe in seria crisi da personaggi loschi e senza scrupoli. Aggiungiamoci un totale disinteresse dello Stato.
Ilvo Diamanti parlando del suo ultimo libro Tempi strani, afferma che in questa fase della storia (italiana!) prevale l’idea della rottura e del cambiamento, un POST di qualcosa che non c’è più ma non c’è ancora qualcosa di diverso.
Si affronta il tema dell’immigrazione e sui giovani che sembrano scarseggiare e senza la voglia di lottare per l’Italia ma solo di scappare!
Sicuramente i due intellettuali hanno modi diversi di pensare la società e la cultura al mondo d’oggi…e con la fine del loro momento in sala si torna a respirare, molte persone sono venute prevalentemente per il loro dibattito.

Nuovo momento per conoscere le associazioni e le iniziative, in un momento di crisi cosa si può fare? “LE LIBRIADI” E IL COORDINAMENTO LEGGERE PER LEGGERE, modera Alberto Galla che nell’introduzione afferma che in realtà e nonostante i tempi di crisi le librerie del Veneto godono di buona salute. Il primo ad intervenire è Paolo Ambrosini, libraio di San Bonifacio che ripercorre le tappe dell’ideazione delle Libriadi, spiegandone il funzionamento. Un’esperienza che coinvolge il mondo delle scuole, elementari e medie in particolare! Mentre Giorgia Golfetto ed Elia Zardo raccontano dell’Associazione Leggere per Leggere, un gruppo che nasce in  Veneto e collaborando con i vari professionisti del campo della lettura. Prendono come frase guida quello di un proverbio africano Se vuoi arrivare per primo, cammina da solo, se vuoi arrivare lontano cammina insieme”.
Leggere per leggere diventa un moltiplicatore di possibilà, per scoprirlo meglio visitate il sito www.leggereperleggere.it oppure scrivete a info@leggereperleggere.it
A seguire letture a cura delle attrici Martina Pittarello e Margherita Stevanato, tratte da Viaggio in Italia di Guido Piovene, Commedia familiare di Neri Pozza, ma anche da Parise e Meneghello.

LA CULTURA NEGLI ANNI DELL’EMERGENZA 
Per questa tavola rotonda sulla salute della cultura in Italia, veramente la risposta potevamo già darcela da soli, senza sentire loro!
Hanno discusso Macello Flores, storico contemporaneista nonchè ex assessore alla cultura del Comune di Siena, Innocenzo Cipolletta imprenditore, Fabrizio Tonello, politologo, docente all’UNIPD, blogger e direttore del giornale universitario Il Bo’! Coordina Giorgio Zanchini, il quale propone ai presenti spunti di riflessione. Una situazione politica sbagliata da sempre, un’opinione pubblica che sacrifica la cultura considerata un optional. Il modo di spendere in cultura che è cambiato, con l’esempio dei Monte Paschi di Siena, che è crollata anche per una gestione sbagliata della Fondazione ad essa collegata che elargiva a qualunque tipo di associazione culture soldi.
Le stesse visioni dei critici italiani che da un lato come Settis mirano ad un tipo di salvaguardia del bene che finisce per essere retroguardia, contrapposta a una valorizzazione eccessivi di altri siti attraverso eventi anche musicali che attirano moltissime persone. Spettacolarizzazione come del resto è avvenuta a Vicenza con la mostra in Basilica di Goldin.
Innocenzo Cipolletta presidente dell’Università di Trento, università finanziata dalla provincia è un esempio virtuoso, sponsorizza le attività dell’ateneo attraverso una programmabilità delle risorse.
Fa altresì parte dell’Associazione Economia della Cultura, spesso attinge dalle sue tasche per finanziare i progetti. Per lui la crisi è assolutamente da superare ma ha fatto capire la direzione da prendere.
Il più duro in questo dibattito è sicuramente Fabrizio Tonello, l’emergenza della cultura e della scuola esiste da sempre, dando la causa ad un Paese Ignorante, è contrario ai mille festival culturale che nascono in ogni parte d’Italia, manifestazione di serie B, una negazione della cultura rispetto ai cinque festival d’eccellenza del Paese. Il posto dove formare i consumatori culturali sono le scuole!
Durante l’incontro gli autorevoli ospiti, che hanno avuto modo di vedere la mostra in Basilica esprimono il loro dissenso non solo per la scelta artistica ma anche per la mancanza di internazionalità, la mancanza di didascalia in inglese in una città che ospita numerosi stranieri.

LA POESIA VISIVA E LE RACCOLTE INTESA SAN PAOLO
L’intenso pomeriggio è arrivato quasi alla fine, adesso l’intervento di Marilena Pasquali che ci parla della mini mostra in vetrina, di cui io vi ho parlato all’inizio di questa settimana.
Un momento da me molto atteso ma che vi confesso mi ha molto deluso, speravo che la curatrice riuscisse a trasmettere molto di più rispetto a quello che già sapevo e della collezione e del gruppo stesso…ma niente! La ruspante e vivace signora, ha tenuto più volte a sottolineare la vastità di opere del periodo possedute da Banca Intesa, materiale per molte esposizioni….un sottile invito per una nuova mostra? Magari….basta che si faccia qui a Vicenza, Milano non ha certo bisogno di movimento, Napoli ha fregato a Vicenza le Restituzioni 2013….lasciateci un po’ di arte contemporanea vi prego!!!!!!

BUONE PRATICHE SENSI-AZIONALI: L’ASCOLTO E LA VISTA

Ultimo appuntamento della prima giornata….con altri buoni esempi di diffusione della cultura. Vengono presentate da Loredana Perego, La Piccola Officina di Teatro di Napoli, ovvero la lettura in cuffia, sabato e domenica i vicentini potranno provare la sensazione di quest’emozione privata, attraverso le pagine narrate dei libri, in un modo privato, un’operazione di strada che verrà istallata vicino a ViArt…tutta da cercare!
Booktrailers e sms l’esperienza di vivere il libro proponendo una versione visiva, prima dei film, vengono raccontate l’esperienza degli studenti dei licei  (in particolare il “Licio Calini” ) di Brescia ed esteso a livello nazionale attraverso un concorso se siete curiosi visitate il sito www.booktrailerfestival.it. A volte anche l’autore ha il suo riscontro. Un esempio???? Paolo Giordano!
L’esperienza di Vicenza è narrata dal professore Vidali e ha coinvolto i licei della città dal Pigaffetta al Lioy, al Fogazzaro al Canova e il Piovene attraverso simpatici video dimostrativi.
Ultima ma non ultima Carlo Presotto presenta i Donatori di Voce, volontari anche liceali che narrano in Ospedale, in particolare nei reparti di Pediatria e Oncologia!
Buon Forum del libro e continuate a passare parola!

Tu Loggia io Leggo

Per i tre giorni del Forum del Libro, il coordinamento librai vicentini propone una grande libreria a cielo “aperto”…cioè non proprio sotto la pioggia ma in Loggia, la Loggia del Capitaniato in Piazza dei Signori, libri da sfogliare leggere e ascoltare grazie agli appuntamenti organizzati. La mattina di sabato (27 ottobre) è la volta di Enrico Palandri che presenta autore di Flow! Ore 11.30.

Saturday Night Book

Notte bianca…e piena di parole per il sabato vicentino, sabato 27 ottobre in concomitanza con Cioccolandovi, il Forum del Libro e probabilmente una pioggia scrosciante… potrete trovare riparo e dolce conforto da Traverso, la storica libreria cittadina propone alle ore 21 Lo scrittore delle preombre un Tributo a Dino Buzzati a cura di Giovanni Magalotti. Ingresso libero.