L’attesa passa suonando! Ep. 2

Altro appuntamento musicale…di settimana in settimana l’attesa è sempre più breve.
Anche questa volta ben due appuntamenti: alle ore 19 nella Loggia della Basilica Palladiana pronti a sentire i Dolce Consort ovvero un gruppo che offre formazione culturale nelle scuole medie, attraverso un repertorio che spazia dalla musica medievale a quella barocca con riproduzioni di vecchi strumenti. Il gruppo ha partecipato a numerosi concorsi sia in Italia che all’estero.
Mentre alle ore 20.30 a Palazzo Baggio Giustiniani…che per chi come me fino a cinque secondi fa ignorava l’ubicazione si trova in Contrà San Francesco….san francesco?????? Bè se mi leggete sapete anche usare google maps! Tornando a noi….alle 20.30 si esibiscono i Musicali affetti, orchestra barocca che naturalmente frequenta moltissimo Palazzo Leoni Montanari…ma la sera ce la siamo scapolata! Il maestro Missaggia e il resto dell’orchestra vi aspettano per guidarvi nella musica.

Annunci

Boato e arte

Il primo di settembre ricomincia la stagione espositiva di San Silvestro, sede per gli artisti dell’arte sacra. Ad inaugurare la stagione ci sarà Matteo Boato con Terre e acqua.
L’ artista trentino, prima di dedicarsi all’arte intraprende gli studi tecnici. Ma decide di lasciare da parte squadra e compasso….per abbandonarsi alla musa dell’arte! La musa lo chiama nel 2001 e da allora ha esposto in numerose sedi anche internazionali.
Da quello che si intuisce dal suo sito sembra amare la matericità e il colore, molto solare! Non solo pittura ma anche ceramica e grafica. Cosa proporrà a San Silvestro? Non resta che scoprirlo di persona.
La mostra in programma dal 1 settembre rimarrà aperta fino al 16 dello stesso mese. E’ a cura di Artbau e Gino Prandina.

Ripariamoci nel bunker

Siete stati mecenati dell’arte??? Io la mia piccolissima parte l’ho fatta…e voi??? Finalmente  ne vedremo i frutti! Infatti il 1 settembre ha finalmente inizio l’edizione italiana delle Strade dell’arte, che ha visto un’edizione tedesca e francese. Il progetto è organizzato dal comune di Dueville da Petra Cason e dall’Associazione Culturale Metamorfosi Gallery. L’esposizione che vedrà circa cinquanta artisti in totale nei tre paesi,  prevede per l’edizione italiana la location del bunker di Villa Caldogno, visto le dimensione e la splendida posizione e soprattutto la particolarità del posto sarà un’occasione non solo per gli amanti dell’arte ma anche per i curiosi. Unire arte e storia è un’occasione da non perdere!
Gli artisti italiani di questa edizione saranno: Andrea Garzotto, Aurelio Farina, Emjl Berdin, Gioia Perin, Duca HZG, Leonardo Onetti Muda, Manuel Baldini, Marco Dal Maso, Mauro Gobbo, Marina Menti, Michela Parise, Mirta Caccaro, Pietro Scarso, Remigio Fabris.
Ma molti altri vi aspettano e arriveranno dalla Francia e dalla Germania dove si sono svolti gli altri due appuntamenti! Non mancate!

Qualche notizia sul bunker: è stato costruito nel 1943 da una società tedesca, ed era un bunker antiaereo destinato al ricovero dei malati e dei feriti in caso di bombardamento del vicino ospedale, inoltre conteneva le sale operatorie. E’ organizzato in un corridoio centrale sul quale si affacciano 14 camere con volta a botte. Dalla sua riscoperta il posto ha subito un necessario cambio di utilizzo rendendolo un contenitore per l’arte contemporanea, con le dovute trasformazioni.

K/R/S inaugura sabato 1 settembre alle ore 18.00, è aperta fino al 30 settembre durante i fine settimana in venerdì dalle 16 alle 19
il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19
Catalogo in mostra.


Stella per una serata estiva

Il mese di agosto si chiude o si apre con i primi incontri culturali della stagione. Quello di domani al cinema Monosala Araceli è l’incontro con Gian Antonio Stella il giornalista del Corriere della Sera nonché scrittore, il tema della serata a non sarà sulle bellezze disastrate del nostro paese ma sulla burocrazia, altra piaga nazionale con l’incontro dal titolo Bolli, sempre bolli, fortissimamente bolli. L’assedio della burocrazia. Modera Antonio di Lorenzo, giornalista de Il Giornale di Vicenza.
Ingresso libero. Appuntamento quindi al Cinema Araceli alle ore 21 con un appuntamento che sicuramente coniugherà riflessione e amari sorrisi.

Tempo di Vigna

Generalmente non segnalo feste di paese o di parrocchia, ma questa volta ci scappa l’eccezione perchè durante la Festa dei Carmini è in programma un evento culturale legato al quartiere, per intenderci…la zona di C.so Fogazzaro e Porta Santa Croce. E’ infatti in programma una visita guidata alla Biblioteca “La Vigna” a cura del direttore il Prof. Mario Bagnara, l’appuntamento è alle ore 17 la visita sarà intensa, di circa due ore e mezza o_O!
Ci sono altre iniziative durante tutto il week end della festa (in programma da giovedì 30 a domenica 2 settembre), vi ricordo la mostra di Gioielli, monili preziose create da Gloria Bagnara, Michela Gruppach e Federico Sartori.

Notizie che lasciano sempre un po’ di amaro in bocca

L’estate vicentina si prepara a vedere la scomparsa di un punto fermo e vitale della cultura cittadina. La Libreria Do Robe chiude, lasciandosi dietro una lunga storia di passione e di vita, è stata infatti fondata e gestita da Virgilio Scapin, scrittore vicentino e apprezzato uomo di cultura, scomparso nel 2006. Un consigliere fidato per tutti coloro che volevano leggere un buon libro. Dopo di lui la libreria si è caratterizzata per l’attenzione al mondo dei viaggi, mantenendo inalterato l’originale accoglienza.
La polemica e il dispiacere non potevano mancare. Purtroppo la crisi economica colpisce le attività di qualità preferendo negozi stereotipati, facendo diventare il centro storico una groviera di negozi mordi e fuggi.
In questi tempi di crisi conta solo la legge del mercato..e tutto il resto? Tutto quello che c’è di buono, dove lo mettiamo?

Creativi! Avanti!

In provincia…e precisamente a Torri di Quartesolo dal 30 agosto al 2 settembre il paese alle porte di Vicenza apre la terza edizione del Festival dei Creativi organizzata e promossi da TorriLab. In questi giorni sono previsti dieci laboratori, che darà spazio alla creatività non solo dei più piccoli ma anche quella dei più grandi, guidati da volontari e alcuni artisti locali ovvero: Francesco Rugiero “Sgorbia”, Andrea Clementi “Clem”, Martina Zorzan, Rossana Trentin, Roberta Verdone e Gloria Bigolon.
IL PROGRAMMA:

Giovedì 30 agosto laboratori dedicati ai bambini dei  centri estivi delle scuole di Torri dalle 10 alle 12

Venerdì 31 agosto l’apertura prevista a tutti con laboratori ridotti ovvero argilla, cosmesi naturali “naturalmente belle”,  paesaggi di sale e saponi. La sera sono previste esibizioni hip-hop e break dance dalle 19 alle 21 e successivamente la serata continua con un Dj Set sempre a cura di TorriLand Staff.

Sabato 1 settembre altri laboratori ma questa volta aperti a tutti, i laboratori saranno anche di cuchi, mandala, acquiloni, origami, paint-art (e in questo caso è consigliabile avere una maglietta anche colorata che non avete paura di rovinare, creazioni di gioielli ecc,… tutto questo dalle 16 alle 19.

Domenica 2 settembre sempre dalle 10 alle 19 i laboratori aperti a tutti. La sera si passa alla musica rock, con l’esibizione delle band: Very Band Elves e Noise Maker.

Buona creatività a tutti!

Piccole precisazioni produttive NO TITLE GALLERY

Miei cari amici, lo sapete già che da domani inizia una nuova edizione di INFART a Bassano del Grappa, purtroppo molte realtà le sto conoscendo adesso e purtroppo anche se il mondo di internet è fornitissimo di informazioni la voce o le mail degli organizzatori e di coloro che mettono l’anima in quello che fanno non potrà mai essere sostituita. Così dopo una giornata che mi ha costretta lontana dal pc e quindi dal blog, sono costretta a dedicare qualche ora serale alle public relation, la scrittura e le risposte alla mail e nella mia casella gmail….quasi intonsa, ma ho trovato anche quella di NO TITLE GALLERY, che sarà tra i protagonisti della emozionante manifestazione bassanese. Ci teneva a fare alcune precisazioni che per dovere di cronaca sono pronta a riportarvi.

Gastrovisione sono rimasti in due e oltre all’Accademia hanno studiato anche allo IUAV di Venezia
Il progetto ha come obiettivo la promozione di giovani artisti italiani, ci tengono a sottolineare il loro focus sulle nuove leve dell’arte contemporanea, operano attraverso il sito internet e anche l’organizzazione di mostre personali e bipersonali in luoghi fisici e al momento non hanno realizzato nessun workshop.

Allora per quanto riguarda Marco Cecotto riporto la mail, quello che realizza è  derivante dalla sua formazione filosofica e musicale”

 Gastrovisione sono rimasti in due e oltre all’Accademia hanno studiato anche allo IUAV di Venezia

E finalmente ho il sito di Kindergarten, e lo condivido con voi www.kindergarten.name/  il duo spazia dall’urban art, site specific, utilizzando tecniche e mezzi diversi.

Andrea Valle soprattutto compositore, ma il mio definirlo artista non era un’offesa….quello che produce è arte per gli altri sensi o no? Comunque un musicista complesso e un grande sperimentatore.

Adesso tocca a voi scoprire loro! Appuntamento a Bassano!

L’arte rischia di procurarci un’INFART

Dal 29 agosto al 2 settembre…Bassano del Grappa ci offre un grande appuntamento all’insegna delle ultime tendenze dell’arte contemporanea, con la sesta edizione di INFART!!! La novità rispetto agli altri anni saranno le tre nuove location che verranno aperte al pubblico per la prima volta. Naturalmente non ci sarà solo arte ma anche musica!

LE MOSTRE:
Dal 29 agosto al 9 settembre appuntamento con Tulpa, la mostra è a cura dell’Associazione Culturale Obliqua ed esporranno all’interno dello Spazio Arca di Via Colomba. La mostra vedrà come protagociste le opere di 108 ovvero Guido Bisagni. 108 è un artista nato ad Alessandria nel 1978 e già dai primi anni novanta si avvicina all’arte. Nel 2006 si laurea al Politecnico di Milano in Design. Inoltre si interessa ai graffiti neolitici dai quali trae molta ispirazione per la sua arte. Nel corso degli anni è stato invitato da numerose gallerie e musei.
La mostra bassanese il cui nome trae ispirazione da una parola tibetana, vuole indicare gli essere incorporei creati dalla mente e che successivamente si animano di vita propria.
L’associazione culturale no-profit Obliqua nasce a Bassano con l’intento di creare un ponte tra territorio e arte contemporanea, inoltre riutilizzare spazi non convenzionale e inutilizzati. L’associazione accosta all’attività espositiva anche quella formativa attraverso incontri e laboratori.
L’ingresso alla mostra è gratuito

Dal 30 agosto al 2 settembre, l’appuntamento è con Passengers, evento proposto da No Title Gallery, proponendo un viaggio nelle giovani realtà dell’arte contemporanea italiana. Si esporrà all’interno del CSC San Bonaventura e i protagonisti saranno Marco Cecotto, Marco Ciligot, Roberta Feoli, Gastrovisione, Kindergarten, Christian Palazzo e Andrea Valle. Gli artisti con le opere che presenteranno in questa occasione hanno lo scopo di abbattare la barriera culturale tra opera e osservatore. Il giorno dell’inaugurazione alle 18.30 è in programma un ensemble di musica contemporanea…con i Son Ensemble che propone brani in omaggio a John Cage e una versione rivisitata dell’opera di Spreech.
No Title Gallery è una piattaforma per l’arte contemporanea situata online. Durante particolari manifestazioni si palesa esponendo i suoi artisti e organizzando workshop, prevalentemente a Venezia.
Gli artisti presenti a Bassano….Marco Ceccotto, artista nato a Trieste, si interessa di computer e di digital art, ma la sua passione per la musica lo ha avvicinato anche alla ricerca sul suono, sia attraverso la ricerca e la creazione di strumenti elettronici e sistemi strumentali e dall’altra l’esplorazione del paesaggio sonoro.
Marco Ciligot, svolge la sua ricerca sull’impatto dei media sulla nostra espressività e fragilità corporea.
Roberta Feoli, di origine campana si è trasferita a Venezia per frequentare un corso di Grafica Contemporanea, è giornalista pubblicista e ha al suo attivo numerose esperienze artistiche….nel giugno scorso proprio a Vicenza ha partecipato alla mostra di Mail Art in occasione di Libriamo!
Gastrovisione, ovvero un gruppo veneziano composto da Marco Bacci, Manuela Balint e Monica Pretegiani, tutti studenti dell’Accademia, creando un arte per i sensi ma dove non bisogna dare nulla per scontato, perchè i sensi a volte ci traggono in inganno.
Kindergarten, da quel poco che sono riuscita a sapere è un un urban artist (bè nel contesto di Infart ho scoperto l’acqua calda! Ma potete capire che l’unica cosa che trovo riguarda asili tedeschi)…quindi fino all’evento resteremo con la curiosità!
Christian Palazzo, artista veneziano, focalizza la sua ricerca artistica sulla fotografia, indigando il legame tra filosofia e fisica moderna. Chi ha partecipato a Pulsart di quest’anno l’avrà sicuramente visto.
Andrea Valle, artista…. musicale, infatti crea supporti multimediali per gli spettacoli, crea spesso musiche alle quali si affiancano aspetti di multimedialità in cui l’artista svolge un costante confronto tra primordiale e contemporaneo.

Dal 31 agosto al 7 agosto la mostra Past Forward, che avrà come sede il Museo Civico di Bassano, un incontro tra opere di ieri reinterpretati da artisti contemporanei. Al momento non so dirvi se la mostra è a ingresso libero!

Dal 30 agosto al 2 settembre anche l’appuntamento Outdoors, presso il parcheggio Le piazze. Appuntamento con la street art e in particolare con Pixel Pancho.  Piemontese, dopo la frequentazione della locale accademia  decide di trasferirsi a Valencia. L’ingresso è gratuito. Nel numero 744 di Vogue del mese di agosto c’è una suo fotografia, immortalato durante un festival di street art tenutosi a Richmond in Virginia l’aprile scorso, dalla fotografa americana Martha Cooper, la più famosa nell’immortalare graffiti e artisti al lavoro!

All’interno del parcheggio troverete per tutta la durata di INFART 6 vari dj-set che si alterneranno alla console per rendere sempre più al cardiopalma l’esperienza che non è più solo visiva!

L’attesa passa suonando! Ep. 1

Il popolo vicentino è impaziente di riappropriarsi della Basilica? Eh mi pare proprio di si! E allora come ingannare la logorante attesa… ma a suon di musica  Sono previsti più di dieci appuntamenti che avrà come culmine proprio il giorno più atteso il 6 ottobre!
Allora cominciamo con il primo appuntamento anzi doppio previsto per Domenica 26 agosto con il Pianista Fuori Posto, alle ore 11 ai Giardini Salvi e alle 17 in Piazza Matteotti. Sperando in una calma del caldo e delle zanzare in ogni caso vi consiglio uno spray per salvarvi da esperienze sgradite.
Dietro l’abilità del Pianista fuori posto c’è la capacità di Paolo Zanarella, musicista padovano che ha la passione per l’improvvisazione. Autodidatta dall’età di dieci anni, nel corso degli anni approfondisce lo studio della polifonia corale e all’analisi degli schemi compositivi. Realizza composizioni per organo e pianoforte. Compone i brani e scrive i testi per la compagnia teatrale padovana Giovani Musical. Con questa serie di spettacoli, che il pianista propone in giro per il Veneto, si propone di portare uno strumento così particolare e “scomodo” fuori dai comuni luoghi concertistici, raggiungendo le piazze o i giardini con un apposito furgone. Già qualche tempo fa aveva proposto a Vicenza questo spettacolo quindi se volete sentire la musica in una location diversa è la vostra occasione!